Macron, grandeur con Trump a Parigi. Commozione a Nizza

Pubblicato il 14 luglio 2017 da ansa

Le celebrazioni per il 14 luglio a Parigi. EPA/IAN LANGSDON

PARIGI. – Emmanuel Macron non lascia mai il centro della scena, in coppia ormai collaudata con Donald Trump per gonfiare il petto e mostrare la nuova grandeur della Francia, o subito dopo nelle strade di Nizza a ricordare i morti di un anno fa e ad abbracciare i loro familiari. Due giorni in vetrina per il nuovo presidente di una Francia che deve ancora cominciare a ripartire ma che dà l’impressione di aver cambiato umore. Il partner preferito è ormai Trump, il presidente con il quale va a cena “da amici” e con il quale “condivide i disaccordi”.

Oggi, insieme con Melania, si è svolto l’ultimo atto della due giorni parigina per la coppia presidenziale americana, ancora al fianco di Emmanuel e Brigitte Macron per la sfilata militare del 14 luglio sugli Champs-Elysées. Una sfilata dal sapore particolare, anche con la celebrazione del centenario dell’entrata in guerra degli americani nel primo conflitto mondiale: 150 militari americani erano in testa alla colonna delle forze armate, in memoria dei 126.000 soldati Usa che persero la vita sul fronte alleato. In cinque indossavano uniformi dell’epoca. La pattuglia acrobatica ha sorvolato Parigi e insieme a loro c’era quella dell’US Air Force.

L’amicizia, le continue pacche sulle spalle e strette di mano, la complicità dei sorrisi, tutto ha contribuito a creare in due giorni la realtà di un nuovo asse esclusivo fra un Macron in auge e un Trump sempre più isolato: “Nulla mai ci dividerà dagli Stati Uniti – ha rincarato il padrone di casa prima dell’affettuoso saluto a place de la Concorde al termine della visita dei Trump – 100 anni fa trovammo degli alleati sicuri, amici venuti in nostro soccorso”.

Trump ha ricambiato con un tweet: “Le relazioni con la Francia sono più forti che mai, ieri sera splendida serata con il presidente e la signora Macron, cena sulla Tour Eiffel”. Applausi e anche faccia stupefatta di Trump quando la banda militare sotto la tribuna presidenziale ha intonato – fra inni e marce militari – un motivetto dei Daft Punk.

Poi l’omaggio a Nizza, come un ponte verso il pomeriggio, quando – salutato Trump – il presidente Macron e Brigitte si sono trasferiti a Nizza, preceduti dalla pattuglia acrobatica. Atmosfera densa di ricordi, di dolore, un momento molto diverso da quelli vissuti nelle ultime ore a Parigi, ma Macron l’ha capito subito.

Visita alla Mairie dal sindaco Christian Estrosi, poi bagno di folla ma senza trionfalismi, quindi i momenti più toccanti: le 12.000 cartelline colorate di tricolore a comporre i nomi delle 86 vittime, ripresi ancora una volta da tanti abitanti della città che li hanno incollati uno dopo l’altro componendo un cuore. Poi il momento delle lacrime, con una ragazza dell’associazione “Promenade des anges”, Pauline, che ha perso una cuginetta nell’attentato, e che ha letto, fra le lacrime, un testo che ha lasciato tutti senza fiato.

Si ricordavano i bambini morti mentre guardavano sulle spalle dei papà i fuochi d’artificio, gli eroi sconosciuti di quella sera, il ricordo che non muore mai. Poi è toccato a Macron, che con aria grave ha detto di “capire la rabbia” dei familiari delle vittime, che chiedono allo stato più di quello che non faccia e si è fatto “garante” della loro protezione. “Abbiamo dimenticato il nome di quell’anonimo assassino – ha detto il presidente – abbiamo imparato i nomi dei nostri morti”.

(di Tullio Giannotti/ANSA)

Ultima ora

00:24Calcio: Barcellona, Piquè, ‘Neymar rimane’

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - "Se queda", ovvero "Rimane". Con questo tweet, che contiene una sua foto assieme a Neymar, il difensore del Barcellona Gerard Piquè annuncia che il compagno ha deciso di rimanere in maglia blaugrana, respingendo le proposte del Paris SG, che sarebbe disposto a pagare l'altissima clausola rescissoria, di 222 milioni, del contratto del brasiliano. Per ora non ci sono conferme ufficiali da parte di O Ney, o di suo padre Neymar senior, che ne cura gli interessi. Piquè è comunque, visto il suo carisma, un autentico leader del Barca, e spesso in passato ha parlato anche a nome degli altri giocatori della squadra che adesso è allenata da Ernesto Valverde.

22:39Calcio: Crotone ingaggia Izco, contratto annuale con opzione

(ANSA) - CROTONE, 23 LUG - Mariano Izco è un calciatore del Crotone. Il suo tesseramento è stato ufficializzato nella tarda serata dalla società calabrese. Il centrocampista argentino di 34 anni, che era svincolato dopo l'ultima stagione al Chievo, ha firmato con la squadra calabrese un contratto annuale con opzione sul secondo. Izco vanta un curriculum di tutto rispetto con quasi 300 presenze in Serie A avendo vestito le maglie del Catania per otto stagioni e quella del Chievo Verona negli ultimi tre anni. Il neo-acquisto ha già effettuato le visite mediche e ha raggiunto il gruppo nel ritiro di Moccone.

22:37Atletica: Mondiali Paralimpici, Caironi e Legnante d’oro

(ANSA) - LONDRA, 23 LUG - Italia ancora grande protagonista ai Mondiali di atletica paralimpica, chiusisi a Londra. Il 'bottino' della giornata conclusiva è stato di 2 ori, con Martina Caironi nel salto in lungo e Assunta Legnante nel peso, e un bronzo, quello della staffetta 4X100 T42/47. C'è voluto il sesto salto, a 4.72, per Martina Caironi, già sul trono del mondo pochi giorni fa per la vittoria sui 100 metri T42. Oggi nel lungo non ha tradito le aspettative, compiendo una spettacolare progressione finale. Argento alla giapponese Maegawa. Puntuale anche questa volta, Assunta Legnante ha 'toccato' il cielo con il peso, mettendosi al collo un altro oro, dopo quelli di Rio 2016, dei Mondiali 2015, degli Europei 2014, e di Londra 2012. La lanciatrice campana realizza 15.82 al 2/o tentativo e il distacco dall'uzbeka Burkanova, argento, è di oltre un metro. Sul podio sale anche la staffetta 4x100 uomini T42/47: per Di Marino, Manigrasso, Lanfri e Bagaini arriva anche, in 43.32, il nuovo record italiano, alle spalle di Usa e Germania.

22:06Calcio: amichevoli, Parma-Pieve di Bono 14-0

(ANSA) - PARMA, 23 LUG - Sono 14 (a zero) le reti segnate dal Parma nella sua prima uscita stagionale, in amichevole a Pinzolo (Trento), contro il Pieve di Bono che disputa il campionato di Prima categoria. Protagonisti Baraye e Calaiò, con due triplette, e doppietta per Nocciolini.

22:03Scherma: Mondiali, delusione Garozzo, bronzo? volevo l’oro

(ANSA) - LIPSIA (GERMANIA), 23 LUG - "Non ce la faccio a vedere il bicchiere mezzo pieno. Sognavo di vincere nel giro di un anno Olimpiadi, Europei e Mondiali. Sognavo questo grande Slam, però mi sono fermato ad un passo dal risultato. Non voglio sminuire questo bronzo, ma io qui ambivo all'oro e non l'ho raggiunto". Daniele Garozzo non rinuncia alla consueta sincerità nemmeno dopo essersi messo un'altra medaglia al collo, anche se non del metallo desiderato. "Ce l'ho messa tutta - continua l'azzurro del fioretto -, ma in semifinale ho sbagliato ad intestardirmi e a protestare con l'arbitro. Saito è stato bravo, è un ragazzo, ha 20 anni, lo conosciamo poco nel circuito perché ancora fa poche gare in Coppa del Mondo. Ma la colpa oggi è solo mia. Ricorderò a lungo questo assalto, ma adesso devo concentrarmi sulla gara a squadre. Ma dal punto di vista schermistico ho sbagliato io, e quindi sono deluso e amareggiato".

22:01Carceri: lite tra detenuti a Gorgona, uno è grave

(ANSA) - GORGONA (LIVORNO), 23 LUG - Un detenuto di 48 anni è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Livorno dopo una lite con un altro ristretto nella casa di reclusione dell'isola di Gorgona. Sull'episodio, avvenuto nel pomeriggio, indagano gli agenti della polizia penitenziaria che sulla vicenda mantengono ancora il massimo riserbo. Il detenuto ferito che ha riportato un trauma cranico importante è stato trasferito dall'isola con l'elisoccorso. La tensione nell'isola-carcere è subito rientrata e già in serata la polizia penitenziaria ha fatto sapere che la situazione era tornata normale, pur senza fornire dettagli sui motivi che hanno innescato la lite violenta di qualche ora prima. Ieri il sindacato Fns Cisl aveva annunciato l'inizio dello sciopero della fame dei propri agenti iscritti per protestare contro l'amministrazione penitenziaria che "costringe" le guardie a vivere come reclusi senza alcun servizio esterno. (ANSA).

21:53Kenya:media,’italiana uccisa durante rapina in villa’

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Un'italiana è stata uccisa e suo marito ferito a Mombasa, in Kenya, durante una rapina nella loro villa. Lo scrive il sito Africa Express ma non ci sono ancora conferme da parte delle autorità italiane.

Archivio Ultima ora