Calcio venezuelano: al via il Clausura, il Monagas vuole completare l’opera

Pubblicato il 14 luglio 2017 da redazione

Monagas

Giocatori del Monagas festeggiano la Coppa

CARACAS – Due settimane fa, il Monagas di Jhonny Ferreira entrava nella storia della Primera División portando a casa il primo trofeo della sua storia: il Torneo Apertura.

Da domani, si inizierá a scrivere la storia del Torneo Clausura. Gli orientali non si sono mossi sul mercato, praticamente hanno la stessa rosa con cui hanno alzato la Coppa sul campo dello stadio Olímpico della UCV. I guerreros de Guarapiche, nonostante abbiano già assicurato un posto nella finale scudetto e nella fase a gironi della prossima Coppa Libertadores daranno filo da torcere in questo semestre.

Il motivo? In caso di vittoria anche nel Clausura potranno cucire la ‘estrella’ sulla loro maglia senza passare per i 180 minuti della finale scudetto. Solo tre squadre sono riuscite in questa impresa: Caracas (stagione 2003-2004), Unión Atlético Maracaibo (2004-2005) e Deportivo Lara (2011-2012).

Ai nastri di partenza, le squadre favorite per avanzare all’octagonal sono: Atlético Venezuela, Carabobo, Caracas, Deportivo Lara, Deportivo Táchira, Mineros, Monagas e Zamora. Analizziamo le 18 squadre che da domani si contenderanno la coppa del Torneo Clausura.

Aragua

Antonio Franco dirige l’allenamento dell’Aragua

L’Aragua dell’italo-venezuelano Antonio Franco cercherá di consolidare il suo progetto e cercare di entrare tra le migliori otto del secondo semestre 2017. La stella di questa squadra é Juan Garcia Reyes: un attaccante arrivato nella ciudad jardín senza fare rumore, ma che a suon di gol si é guadagnato la fiducia del mister di origine abruzzese. Grazie alle sue nove reti i giallorossi si sono qualificati all’octagonal dell’Apertura senza tanti patemi.

L’Atlético Socopó in questa fase del campionato cercherá di guadagnare punti preziosi che gli permettano di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della Segunda División. Il mister Alberto Valencia ha cercato di affinare il più possibile il gioco d’attacco, punto debole della squadra tanto che nella prima fase ha realizzato solo 15 reti in 17 gare disputate. Il campione chiamato ad aiutare i neroverdi a vivere un semestre da favola é Moises Galezo, che durante il Torneo Apertura ha collezionato 12 presenze.

L’Atlético Venezuela ha come arma in piú il ritorno del tecnico spagnolo Alex Pallarés con cui nella passata stagione ha disputato le semifinali dell’octagonal e si é qualificato alla Coppa Sudamericana. La star della formazione capitolina é Jonathan España, in poco tempo é diventato capitano ed uno dei perni della difesa.

Voltata la pagina per la prematura eliminazione nella passata stagione, il Carabobo punta a rifarsi in questo Clausura. Il mister boliviano Julio César Baldivieso dovrá fare a meno dell’infortunato Aquiles Ocanto, que durante il Torneo Apertura é andato in gol in nove occasioni. Il trascinatore dei granata é Tommy Tobar: l’attaccante arrivato quasi sul finire della sessione di calciomercato del Torneo Apertura ha segnato otto reti durante la regular season. Tobar sará l’incaricato di sfondare le difese avversarie.

Il Caracas, dopo aver sfiorato la vittoria nella finale, sogna di regalare nuovamente un trofeo ai suoi tifosi. Per il Torneo Clausura mister Noel Sanvicente dovrá fare a meno di due pezzi da novanta: il bomber Edder Farías (approdato all’Once Caldas) e l’italo-venezuelano Rubert Quijada Fasciana (trasferitosi all’Al Gharafa). A prendere il testimone nel reparto offensivo dei rojos del Ávila sará Reiner Castro. L’attaccante ha disputato un Torneo Apertura altalenante, ma nelle ultime gare la sua prestazione é stata eccellente, tanto da far ben sperare alla squadra della Cota 905. Nella rosa del Caracas spiccano i nomi degli italo-venezuelani: Miguel Mea Vitali, Rafael Arace Gargano e Gabriele Rosa.

Miguel Mea Vitali

Miguel Mea Vitali in azione

Il Deportivo Anzoátegui sta vivendo un periodo buio. Infatti diversi campioni, tra cui il mister Nicolás Larcamon (Antofagasta, Cile), Ricardo Martín (senza squadra), Charles Ortiz (Mineros) e Jesús Mirabal (Atlético Venezuela) hanno abbandonato la squadra. Il portiere Beyker Velásquez é la star di questa squadra, grazie ai suoi interventi gli orientali sono volati nel G8.

Dal canto suo il Deportivo JBL Zulia ha come unico obiettivo salvarsi.

Il Deportivo La Guaira vivrá l’era post Saragó. La grande incognita sará la reazione della squadra dopo l’addio del mister di origine calabrese, al suo posto é arrivato Pedro De Pablos. La formazione ha rinforzato il reparto offensivo con l’acquisto dell’ex Parma e Palermo Manuel Arteaga. Gli italo-venezuelani che difenderanno la casacca arancione sono: Vicente Suanno e Francisco La Mantia. Il punto di riferimento di questa squadra é l’attaccante colombiano Zamir Valoyes.

Tra le formazioni che vogliono conquistare un posto nell’octagonal troviamo il Deportivo Lara di Leo González. I rossoneri, hanno sfiorato la zona playoff nella passata stagione, ora puntano a non farsela sfuggire. La stella dei crepusclari é l’italo-venezuelano Grabriel Cichero, che ha talento ed esperienza da vendere. Oltre Cichero in rosa ci sono altri campioni di origini italiche: Ricardo Andreutti e Giacomo Di Giorgi.

Il Deportivo Táchira, si presenta nel Torneo Clausura con il dente avvelenato. Dopo aver chiuso al primo posto la regular season ed essere tagliata fuori al primo turno dell’octagonal, la formazione giallonera fará di tutto per non commettere gli stessi errori della passata stagione. Uno dei giocatori fondamentali nello scacchiere di Santiago Escobar é l’italo-venezuelano Edgar Pérez Greco. Oltre ad essere una delle bandiere e uno dei riferimenti nel reparto offensivo della corazzata giallonera.

Estudiantes de Mérida e Metropolitanos venderanno cara la pelle e cercheranno in tutti i modi di non fare la figura dello sparring sui diversi campi della Primera División.

Il Mineros de Guayana, dopo essere stato escluso dall’octagonal per motivi extrasportivi, vuole lavare l’onta in questa fase del campionato. Grazie ai suoi gol, Richard Blanco, cercherá di far volare il Mineros. La meta della squadra di Puerto Ordaz é entrare in zona competizioni internazionali.

I neo campioni del Monagas, faranno di tutto per evitare di disputare la finale scudetto. In questo Torneo Clausura, é molto probabile che abbandoni la squadra uno dei riferimenti dell’attacco: Luis ‘Cariaco’ Gonzlaez. Stando ai rumors ‘Cariaco’ giocherá la prossima stagione nel campionato portoghese. Tra i guerreros de Guarapiche, c’é l’italo-venezuelano Samuel Barberi. La stella in questa squadra é Anthony Blondell che durante il primo semestre é andato in gol in 10 occasioni oltre ad essere un assistman.

Portuguesa e Trujillanos, hanno le idee chiare: prima salvarsi e poi sognare con altri obiettivi.

Lo Zamora in questa stagione avrá un nuovo allenatore al posto di Francesco Stifano, é arrivato Luis ‘Pajaro’ Vera. La squadra spera di mantenere la scia vincente che ha caratterizzato la squadra durante i cicli di Noel Sanvicente prima e Stifano dopo. Vera avrá a disposizione una delle rose piú giovani della Primera División. In questa sessione di mercato é arrivato a Barinas il portiere italo-venezuelano Giancarlo Schiavone.

Infine lo Zulia di Daniel Farías che ha dato per conclusa l’epoca delle vacche grasse con acquisti pirotecnici, vedi i vari Juan Arango, Renny Vega e Luciano Guaycochea. In questo Clausura la societá punterá tutto sui giocatori emergenti della primavera.

La prima giornata del Torneo Clausura si disputerá tra sabato e domenica. Per domani sono in programma: Deportivo JBL Zulia-Deportivo Lara (15:00), Portuguesa-Deportivo Táchira (15:00), Deportivo Anzoátegui-Trujillanos (15:30) e Caracas-Monagas (16:15). La giornata si completerá domenica con: Estudiantes de Mérida-Zulia (11:00), Atlético Socopó-Deportico La Guaira (15:00), Aragua-Zamora (16:00), Metropolitanos-Atlético Venezuela (16:00) e Mineros-Carabobo (17:00).

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

01:12E.League: Montella, ora testa a rimonta Milan in campionato

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - Conquistata la qualificazione ai sedicesimi di Europa League al primo posto del girone, Vincenzo Montella ora pensa alla rimonta che attende il Milan in Serie A. "E' stata una serata positiva, ora abbiamo più tempo per concentrarci meglio sul campionato dove dobbiamo necessariamente recuperare. La squadra vale più della classifica che ha", ha spiegato l'allenatore rossonero, convinto che la squadra "nelle ultime 4-5 partite abbia dimostrato una crescita". Dopo il 5-1 rifilato all'Austria Vienna, Montella ha sottolineato di avere apprezzato "che la squadra non si è fatta prendere dalla frenesia dopo lo svantaggio". Fra le note positive, la doppietta di André Silva, il primo nella storia rossonera a segnare otto gol in Europa League. "Sono felicissimo e spero di avere più opportunità, vedremo - ha detto il portoghese -. Pesa giocare poco in campionato? Per me è uguale. In Europa League, però, ho più opportunità, sono più concentrato e riesco a dare il meglio di me stesso, ma spero di giocare di più in Serie A".

01:09E.League: Gasperini, importante esserci anche nei 16/i

(ANSA) - LIVERPOOL, 23 NOV - "Sono molto contento per la felicità che ho visto sugli spalti, più di 3 mila a Liverpool e tanti anche a Reggio Emilia, sono contento per la famiglia Percassi: siamo dentro le coppe fino a febbraio, poi vedremo per il primo posto e il sorteggio". Gian Piero Gasperini è raggiante, dopo la cinquina all'Everton, che proietterebbe l'Atalanta al primo posto con un pari casalingo col Lione, ma intanto si gode la qualificazione negli ottavi di Europa League. "Cristante è in grande evoluzione dopo un po' di apprendistato, stavolta è partito forte e ha prospettive notevoli - spiega il tecnico nerazzurro soffermandosi sul migliore in campo -. Cornelius i ha dato tantissimo in un settore dove abbiamo bisogno di crescere. Rooney? Per me rimane un giocatore importante, tornerà sui suoi livelli abituali". Il 'Gasp' elogia i giovani: "Ne abbiamo alcuni che potranno diventare fondamentali anche per la Nazionale, ma non è che sarà per nostro merito che potrà rinascere tutto il calcio italiano".

00:32Calcio: Europa League, Milan e Atalanta a suon di cinquine

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Milan e Atalanta travolgono i rispettivi avversari e si qualificano per i sedicesimi di finale dell'Europa League. I rossoneri sono primi nel proprio girone (D), i bergamaschi devono aspettare l'ultima partita, in casa contro il Lione. Di 5-1 il successo della squadra di Montella in casa sull'Austria Vienna, andata in vantaggio con Monschein al 21'. Il pari è arrivato con 27' grazie a Ricardo Rodriguez, mentre Andrè Silva ha firmato il 2-1 al 36'. Il tris è arrivato al 42', grazie a Cutrone, lo stesso Silva ha calato il poker al 25' della ripresa e Cutrone ha realizzato anche nel finale. Stesso punteggio anche dell'Atalanta, 5-1, a Liverpool contro l'Everton (prima vittoria italiana a Goodison park). La squadra di Gasperini è andata avanti con una doppietta dell'ottimo Cristante (12' pt e 19' st) e, dopo il gol della bandiera di Ramirez al 26' st, è arrivato il tris di Gonens al 41'. Cornelius al 43' e al 49' st ha chiuso i conti. Da segnalare un errore dal dischetto di Gomez.

23:31Europa League: Lazio, Inzaghi “ko Nani unica nota stonata”

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Dopo la sconfitta nel derby, la Lazio non riesce a invertire la rotta e impatta sul Vitesse. Pareggio indolore, visto che i biancocelesti erano già qualificati da primi del girone: "Stasera con la classifica già raggiunta era più difficile, ma sono contento perché i ragazzi hanno saputo reagire. Ora ci prepariamo per giocare al meglio contro la Fiorentina", ha spiegato a caldo Simone Inzaghi, secondo il quale "l'unica nota stonata è l'infortunio di Nani". Il portoghese ha giocato circa un'ora senza incidere, poi si è arreso per un dolore alla coscia: "Sembrava tutto a posto e invece oggi si è fermato, peccato perché stava per entrare nei meccanismi. Speriamo di non perderlo per molto ma per un paio di settimane non sarà con noi".

22:58Flash mob precari ricerca, non uccideteci, assumeteci

(ANSA) - FIRENZE, 23 NOV - Uomini in abito e maschera bianca, in ginocchio a terra, simbolicamente uccisi con un colpo di pistola alla testa: questo il flash mob 'non sparate alla ricerca', portato 'in scena' nella centralissima piazza della Repubblica a Firenze dai precari di alcuni dei più importanti istituti del settore italiani, come Indire, Cnr, Iss, Ispra, Crea. Obiettivo della manifestazione, chiedere a Governo e Parlamento di avviare subito un percorso certo di stabilizzazione, "perché questa situazione anomala, che riguarda quasi 9000 persone in Italia, si concluda e possa finalmente iniziare un nuovo ciclo che indirizzi il Paese verso una visione più lungimirante per noi e per le generazioni che verranno. Non uccideteci, assumeteci", hanno spiegato oggi alcuni degli organizzatori della protesta. Solo l'Indire, racconta uno dei manifestanti, tra i suoi "400 lavoratori, tra ricercatori, collaboratori tecnici, amministrativi, ha solo il 30% degli addetti a tempo indeterminato. Gli altri collaboratori, ben 230 tra tempi determinati e cococo, nonostante anni di esperienza e idoneità in concorsi pubblici nazionali, sono rimasti fino ad oggi in una situazione di precariato che si fa sempre più instabile e fosca, mese dopo mese". (ANSA).

22:45Aggredita e palpeggiata da ragazzini tra 8 e 12 anni

(ANSA) - PALERMO, 23 NOV - A Palermo una giovane è stata aggredita da una mezza dozzina di ragazzini tra gli 8 e i 12 anni, secondo quanto lei stessa ha riferito alla polizia, mentre si trovava alla fermata del bus in via Basile, nei pressi dell'università. Accerchiata, è stata spintonata, palpeggiata e insultata; ha urlato, ma nessuno è arrivato in suo soccorso. Quando i ragazzini, forse per gli strepiti della giovane, sono fuggiti, la ragazza ha trovato riparo nell'edificio 19 nella cittadella universitaria, da dove ha chiamato gli agenti. L'aggressione è avvenuta quando stava cominciando a fare buio. La giovane, una studentessa, ha detto ai poliziotti che faceva avanti e indietro alla fermata, in attesa dell'autobus, quando i ragazzini (forse 8, secondo quanto la ragazza ha riferito agli agenti), l'hanno accerchiata e molestata. La vittima ha spiegato ai poliziotti di aver saputo di altre ragazze prese di mira dalla banda di ragazzini, sempre nella stessa zona.

22:35Calcio: Mirabelli,dubbi su Milan?Se ne scrive di ogni colore

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - "Non è questione di dare una posizione ufficiale: dal pre-closing al closing a oggi se ne sentono e se ne scrivono di tutti i colori". Così il ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, a proposito dei dubbi sulla proprietà cinese sollevati dalla stampa, anche internazionale, e sull'intervista del presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, che intervistato da Repubblica a proposito del voluntary agreement chiesto dal club si è detto "preoccupato". "Come ha twittato il presidente Berlusconi - ha continuato Mirabelli, poco prima della partita di Europa League contro l'Austria Vienna -, atteniamoci ai fatti e i fatti dicono che abbiamo una proprietà che fino ad adesso ha rispettato tutte le scadenze. Bando alle chiacchiere, pensiamo alle cose concrete. Abbiamo altro a cui pensare, abbiamo un problema diverso: dobbiamo metterci sul binario e fare cose importanti a livello sportivo".

Archivio Ultima ora