Calcio venezuelano: al via il Clausura, il Monagas vuole completare l’opera

Pubblicato il 14 luglio 2017 da redazione

Monagas

Giocatori del Monagas festeggiano la Coppa

CARACAS – Due settimane fa, il Monagas di Jhonny Ferreira entrava nella storia della Primera División portando a casa il primo trofeo della sua storia: il Torneo Apertura.

Da domani, si inizierá a scrivere la storia del Torneo Clausura. Gli orientali non si sono mossi sul mercato, praticamente hanno la stessa rosa con cui hanno alzato la Coppa sul campo dello stadio Olímpico della UCV. I guerreros de Guarapiche, nonostante abbiano già assicurato un posto nella finale scudetto e nella fase a gironi della prossima Coppa Libertadores daranno filo da torcere in questo semestre.

Il motivo? In caso di vittoria anche nel Clausura potranno cucire la ‘estrella’ sulla loro maglia senza passare per i 180 minuti della finale scudetto. Solo tre squadre sono riuscite in questa impresa: Caracas (stagione 2003-2004), Unión Atlético Maracaibo (2004-2005) e Deportivo Lara (2011-2012).

Ai nastri di partenza, le squadre favorite per avanzare all’octagonal sono: Atlético Venezuela, Carabobo, Caracas, Deportivo Lara, Deportivo Táchira, Mineros, Monagas e Zamora. Analizziamo le 18 squadre che da domani si contenderanno la coppa del Torneo Clausura.

Aragua

Antonio Franco dirige l’allenamento dell’Aragua

L’Aragua dell’italo-venezuelano Antonio Franco cercherá di consolidare il suo progetto e cercare di entrare tra le migliori otto del secondo semestre 2017. La stella di questa squadra é Juan Garcia Reyes: un attaccante arrivato nella ciudad jardín senza fare rumore, ma che a suon di gol si é guadagnato la fiducia del mister di origine abruzzese. Grazie alle sue nove reti i giallorossi si sono qualificati all’octagonal dell’Apertura senza tanti patemi.

L’Atlético Socopó in questa fase del campionato cercherá di guadagnare punti preziosi che gli permettano di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della Segunda División. Il mister Alberto Valencia ha cercato di affinare il più possibile il gioco d’attacco, punto debole della squadra tanto che nella prima fase ha realizzato solo 15 reti in 17 gare disputate. Il campione chiamato ad aiutare i neroverdi a vivere un semestre da favola é Moises Galezo, che durante il Torneo Apertura ha collezionato 12 presenze.

L’Atlético Venezuela ha come arma in piú il ritorno del tecnico spagnolo Alex Pallarés con cui nella passata stagione ha disputato le semifinali dell’octagonal e si é qualificato alla Coppa Sudamericana. La star della formazione capitolina é Jonathan España, in poco tempo é diventato capitano ed uno dei perni della difesa.

Voltata la pagina per la prematura eliminazione nella passata stagione, il Carabobo punta a rifarsi in questo Clausura. Il mister boliviano Julio César Baldivieso dovrá fare a meno dell’infortunato Aquiles Ocanto, que durante il Torneo Apertura é andato in gol in nove occasioni. Il trascinatore dei granata é Tommy Tobar: l’attaccante arrivato quasi sul finire della sessione di calciomercato del Torneo Apertura ha segnato otto reti durante la regular season. Tobar sará l’incaricato di sfondare le difese avversarie.

Il Caracas, dopo aver sfiorato la vittoria nella finale, sogna di regalare nuovamente un trofeo ai suoi tifosi. Per il Torneo Clausura mister Noel Sanvicente dovrá fare a meno di due pezzi da novanta: il bomber Edder Farías (approdato all’Once Caldas) e l’italo-venezuelano Rubert Quijada Fasciana (trasferitosi all’Al Gharafa). A prendere il testimone nel reparto offensivo dei rojos del Ávila sará Reiner Castro. L’attaccante ha disputato un Torneo Apertura altalenante, ma nelle ultime gare la sua prestazione é stata eccellente, tanto da far ben sperare alla squadra della Cota 905. Nella rosa del Caracas spiccano i nomi degli italo-venezuelani: Miguel Mea Vitali, Rafael Arace Gargano e Gabriele Rosa.

Miguel Mea Vitali

Miguel Mea Vitali in azione

Il Deportivo Anzoátegui sta vivendo un periodo buio. Infatti diversi campioni, tra cui il mister Nicolás Larcamon (Antofagasta, Cile), Ricardo Martín (senza squadra), Charles Ortiz (Mineros) e Jesús Mirabal (Atlético Venezuela) hanno abbandonato la squadra. Il portiere Beyker Velásquez é la star di questa squadra, grazie ai suoi interventi gli orientali sono volati nel G8.

Dal canto suo il Deportivo JBL Zulia ha come unico obiettivo salvarsi.

Il Deportivo La Guaira vivrá l’era post Saragó. La grande incognita sará la reazione della squadra dopo l’addio del mister di origine calabrese, al suo posto é arrivato Pedro De Pablos. La formazione ha rinforzato il reparto offensivo con l’acquisto dell’ex Parma e Palermo Manuel Arteaga. Gli italo-venezuelani che difenderanno la casacca arancione sono: Vicente Suanno e Francisco La Mantia. Il punto di riferimento di questa squadra é l’attaccante colombiano Zamir Valoyes.

Tra le formazioni che vogliono conquistare un posto nell’octagonal troviamo il Deportivo Lara di Leo González. I rossoneri, hanno sfiorato la zona playoff nella passata stagione, ora puntano a non farsela sfuggire. La stella dei crepusclari é l’italo-venezuelano Grabriel Cichero, che ha talento ed esperienza da vendere. Oltre Cichero in rosa ci sono altri campioni di origini italiche: Ricardo Andreutti e Giacomo Di Giorgi.

Il Deportivo Táchira, si presenta nel Torneo Clausura con il dente avvelenato. Dopo aver chiuso al primo posto la regular season ed essere tagliata fuori al primo turno dell’octagonal, la formazione giallonera fará di tutto per non commettere gli stessi errori della passata stagione. Uno dei giocatori fondamentali nello scacchiere di Santiago Escobar é l’italo-venezuelano Edgar Pérez Greco. Oltre ad essere una delle bandiere e uno dei riferimenti nel reparto offensivo della corazzata giallonera.

Estudiantes de Mérida e Metropolitanos venderanno cara la pelle e cercheranno in tutti i modi di non fare la figura dello sparring sui diversi campi della Primera División.

Il Mineros de Guayana, dopo essere stato escluso dall’octagonal per motivi extrasportivi, vuole lavare l’onta in questa fase del campionato. Grazie ai suoi gol, Richard Blanco, cercherá di far volare il Mineros. La meta della squadra di Puerto Ordaz é entrare in zona competizioni internazionali.

I neo campioni del Monagas, faranno di tutto per evitare di disputare la finale scudetto. In questo Torneo Clausura, é molto probabile che abbandoni la squadra uno dei riferimenti dell’attacco: Luis ‘Cariaco’ Gonzlaez. Stando ai rumors ‘Cariaco’ giocherá la prossima stagione nel campionato portoghese. Tra i guerreros de Guarapiche, c’é l’italo-venezuelano Samuel Barberi. La stella in questa squadra é Anthony Blondell che durante il primo semestre é andato in gol in 10 occasioni oltre ad essere un assistman.

Portuguesa e Trujillanos, hanno le idee chiare: prima salvarsi e poi sognare con altri obiettivi.

Lo Zamora in questa stagione avrá un nuovo allenatore al posto di Francesco Stifano, é arrivato Luis ‘Pajaro’ Vera. La squadra spera di mantenere la scia vincente che ha caratterizzato la squadra durante i cicli di Noel Sanvicente prima e Stifano dopo. Vera avrá a disposizione una delle rose piú giovani della Primera División. In questa sessione di mercato é arrivato a Barinas il portiere italo-venezuelano Giancarlo Schiavone.

Infine lo Zulia di Daniel Farías che ha dato per conclusa l’epoca delle vacche grasse con acquisti pirotecnici, vedi i vari Juan Arango, Renny Vega e Luciano Guaycochea. In questo Clausura la societá punterá tutto sui giocatori emergenti della primavera.

La prima giornata del Torneo Clausura si disputerá tra sabato e domenica. Per domani sono in programma: Deportivo JBL Zulia-Deportivo Lara (15:00), Portuguesa-Deportivo Táchira (15:00), Deportivo Anzoátegui-Trujillanos (15:30) e Caracas-Monagas (16:15). La giornata si completerá domenica con: Estudiantes de Mérida-Zulia (11:00), Atlético Socopó-Deportico La Guaira (15:00), Aragua-Zamora (16:00), Metropolitanos-Atlético Venezuela (16:00) e Mineros-Carabobo (17:00).

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

00:24Calcio: Barcellona, Piquè, ‘Neymar rimane’

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - "Se queda", ovvero "Rimane". Con questo tweet, che contiene una sua foto assieme a Neymar, il difensore del Barcellona Gerard Piquè annuncia che il compagno ha deciso di rimanere in maglia blaugrana, respingendo le proposte del Paris SG, che sarebbe disposto a pagare l'altissima clausola rescissoria, di 222 milioni, del contratto del brasiliano. Per ora non ci sono conferme ufficiali da parte di O Ney, o di suo padre Neymar senior, che ne cura gli interessi. Piquè è comunque, visto il suo carisma, un autentico leader del Barca, e spesso in passato ha parlato anche a nome degli altri giocatori della squadra che adesso è allenata da Ernesto Valverde.

22:39Calcio: Crotone ingaggia Izco, contratto annuale con opzione

(ANSA) - CROTONE, 23 LUG - Mariano Izco è un calciatore del Crotone. Il suo tesseramento è stato ufficializzato nella tarda serata dalla società calabrese. Il centrocampista argentino di 34 anni, che era svincolato dopo l'ultima stagione al Chievo, ha firmato con la squadra calabrese un contratto annuale con opzione sul secondo. Izco vanta un curriculum di tutto rispetto con quasi 300 presenze in Serie A avendo vestito le maglie del Catania per otto stagioni e quella del Chievo Verona negli ultimi tre anni. Il neo-acquisto ha già effettuato le visite mediche e ha raggiunto il gruppo nel ritiro di Moccone.

22:37Atletica: Mondiali Paralimpici, Caironi e Legnante d’oro

(ANSA) - LONDRA, 23 LUG - Italia ancora grande protagonista ai Mondiali di atletica paralimpica, chiusisi a Londra. Il 'bottino' della giornata conclusiva è stato di 2 ori, con Martina Caironi nel salto in lungo e Assunta Legnante nel peso, e un bronzo, quello della staffetta 4X100 T42/47. C'è voluto il sesto salto, a 4.72, per Martina Caironi, già sul trono del mondo pochi giorni fa per la vittoria sui 100 metri T42. Oggi nel lungo non ha tradito le aspettative, compiendo una spettacolare progressione finale. Argento alla giapponese Maegawa. Puntuale anche questa volta, Assunta Legnante ha 'toccato' il cielo con il peso, mettendosi al collo un altro oro, dopo quelli di Rio 2016, dei Mondiali 2015, degli Europei 2014, e di Londra 2012. La lanciatrice campana realizza 15.82 al 2/o tentativo e il distacco dall'uzbeka Burkanova, argento, è di oltre un metro. Sul podio sale anche la staffetta 4x100 uomini T42/47: per Di Marino, Manigrasso, Lanfri e Bagaini arriva anche, in 43.32, il nuovo record italiano, alle spalle di Usa e Germania.

22:06Calcio: amichevoli, Parma-Pieve di Bono 14-0

(ANSA) - PARMA, 23 LUG - Sono 14 (a zero) le reti segnate dal Parma nella sua prima uscita stagionale, in amichevole a Pinzolo (Trento), contro il Pieve di Bono che disputa il campionato di Prima categoria. Protagonisti Baraye e Calaiò, con due triplette, e doppietta per Nocciolini.

22:03Scherma: Mondiali, delusione Garozzo, bronzo? volevo l’oro

(ANSA) - LIPSIA (GERMANIA), 23 LUG - "Non ce la faccio a vedere il bicchiere mezzo pieno. Sognavo di vincere nel giro di un anno Olimpiadi, Europei e Mondiali. Sognavo questo grande Slam, però mi sono fermato ad un passo dal risultato. Non voglio sminuire questo bronzo, ma io qui ambivo all'oro e non l'ho raggiunto". Daniele Garozzo non rinuncia alla consueta sincerità nemmeno dopo essersi messo un'altra medaglia al collo, anche se non del metallo desiderato. "Ce l'ho messa tutta - continua l'azzurro del fioretto -, ma in semifinale ho sbagliato ad intestardirmi e a protestare con l'arbitro. Saito è stato bravo, è un ragazzo, ha 20 anni, lo conosciamo poco nel circuito perché ancora fa poche gare in Coppa del Mondo. Ma la colpa oggi è solo mia. Ricorderò a lungo questo assalto, ma adesso devo concentrarmi sulla gara a squadre. Ma dal punto di vista schermistico ho sbagliato io, e quindi sono deluso e amareggiato".

22:01Carceri: lite tra detenuti a Gorgona, uno è grave

(ANSA) - GORGONA (LIVORNO), 23 LUG - Un detenuto di 48 anni è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Livorno dopo una lite con un altro ristretto nella casa di reclusione dell'isola di Gorgona. Sull'episodio, avvenuto nel pomeriggio, indagano gli agenti della polizia penitenziaria che sulla vicenda mantengono ancora il massimo riserbo. Il detenuto ferito che ha riportato un trauma cranico importante è stato trasferito dall'isola con l'elisoccorso. La tensione nell'isola-carcere è subito rientrata e già in serata la polizia penitenziaria ha fatto sapere che la situazione era tornata normale, pur senza fornire dettagli sui motivi che hanno innescato la lite violenta di qualche ora prima. Ieri il sindacato Fns Cisl aveva annunciato l'inizio dello sciopero della fame dei propri agenti iscritti per protestare contro l'amministrazione penitenziaria che "costringe" le guardie a vivere come reclusi senza alcun servizio esterno. (ANSA).

21:53Kenya:media,’italiana uccisa durante rapina in villa’

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Un'italiana è stata uccisa e suo marito ferito a Mombasa, in Kenya, durante una rapina nella loro villa. Lo scrive il sito Africa Express ma non ci sono ancora conferme da parte delle autorità italiane.

Archivio Ultima ora