Calcio venezuelano: al via il Clausura, il Monagas vuole completare l’opera

Pubblicato il 14 luglio 2017 da redazione

Monagas

Giocatori del Monagas festeggiano la Coppa

CARACAS – Due settimane fa, il Monagas di Jhonny Ferreira entrava nella storia della Primera División portando a casa il primo trofeo della sua storia: il Torneo Apertura.

Da domani, si inizierá a scrivere la storia del Torneo Clausura. Gli orientali non si sono mossi sul mercato, praticamente hanno la stessa rosa con cui hanno alzato la Coppa sul campo dello stadio Olímpico della UCV. I guerreros de Guarapiche, nonostante abbiano già assicurato un posto nella finale scudetto e nella fase a gironi della prossima Coppa Libertadores daranno filo da torcere in questo semestre.

Il motivo? In caso di vittoria anche nel Clausura potranno cucire la ‘estrella’ sulla loro maglia senza passare per i 180 minuti della finale scudetto. Solo tre squadre sono riuscite in questa impresa: Caracas (stagione 2003-2004), Unión Atlético Maracaibo (2004-2005) e Deportivo Lara (2011-2012).

Ai nastri di partenza, le squadre favorite per avanzare all’octagonal sono: Atlético Venezuela, Carabobo, Caracas, Deportivo Lara, Deportivo Táchira, Mineros, Monagas e Zamora. Analizziamo le 18 squadre che da domani si contenderanno la coppa del Torneo Clausura.

Aragua

Antonio Franco dirige l’allenamento dell’Aragua

L’Aragua dell’italo-venezuelano Antonio Franco cercherá di consolidare il suo progetto e cercare di entrare tra le migliori otto del secondo semestre 2017. La stella di questa squadra é Juan Garcia Reyes: un attaccante arrivato nella ciudad jardín senza fare rumore, ma che a suon di gol si é guadagnato la fiducia del mister di origine abruzzese. Grazie alle sue nove reti i giallorossi si sono qualificati all’octagonal dell’Apertura senza tanti patemi.

L’Atlético Socopó in questa fase del campionato cercherá di guadagnare punti preziosi che gli permettano di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della Segunda División. Il mister Alberto Valencia ha cercato di affinare il più possibile il gioco d’attacco, punto debole della squadra tanto che nella prima fase ha realizzato solo 15 reti in 17 gare disputate. Il campione chiamato ad aiutare i neroverdi a vivere un semestre da favola é Moises Galezo, che durante il Torneo Apertura ha collezionato 12 presenze.

L’Atlético Venezuela ha come arma in piú il ritorno del tecnico spagnolo Alex Pallarés con cui nella passata stagione ha disputato le semifinali dell’octagonal e si é qualificato alla Coppa Sudamericana. La star della formazione capitolina é Jonathan España, in poco tempo é diventato capitano ed uno dei perni della difesa.

Voltata la pagina per la prematura eliminazione nella passata stagione, il Carabobo punta a rifarsi in questo Clausura. Il mister boliviano Julio César Baldivieso dovrá fare a meno dell’infortunato Aquiles Ocanto, que durante il Torneo Apertura é andato in gol in nove occasioni. Il trascinatore dei granata é Tommy Tobar: l’attaccante arrivato quasi sul finire della sessione di calciomercato del Torneo Apertura ha segnato otto reti durante la regular season. Tobar sará l’incaricato di sfondare le difese avversarie.

Il Caracas, dopo aver sfiorato la vittoria nella finale, sogna di regalare nuovamente un trofeo ai suoi tifosi. Per il Torneo Clausura mister Noel Sanvicente dovrá fare a meno di due pezzi da novanta: il bomber Edder Farías (approdato all’Once Caldas) e l’italo-venezuelano Rubert Quijada Fasciana (trasferitosi all’Al Gharafa). A prendere il testimone nel reparto offensivo dei rojos del Ávila sará Reiner Castro. L’attaccante ha disputato un Torneo Apertura altalenante, ma nelle ultime gare la sua prestazione é stata eccellente, tanto da far ben sperare alla squadra della Cota 905. Nella rosa del Caracas spiccano i nomi degli italo-venezuelani: Miguel Mea Vitali, Rafael Arace Gargano e Gabriele Rosa.

Miguel Mea Vitali

Miguel Mea Vitali in azione

Il Deportivo Anzoátegui sta vivendo un periodo buio. Infatti diversi campioni, tra cui il mister Nicolás Larcamon (Antofagasta, Cile), Ricardo Martín (senza squadra), Charles Ortiz (Mineros) e Jesús Mirabal (Atlético Venezuela) hanno abbandonato la squadra. Il portiere Beyker Velásquez é la star di questa squadra, grazie ai suoi interventi gli orientali sono volati nel G8.

Dal canto suo il Deportivo JBL Zulia ha come unico obiettivo salvarsi.

Il Deportivo La Guaira vivrá l’era post Saragó. La grande incognita sará la reazione della squadra dopo l’addio del mister di origine calabrese, al suo posto é arrivato Pedro De Pablos. La formazione ha rinforzato il reparto offensivo con l’acquisto dell’ex Parma e Palermo Manuel Arteaga. Gli italo-venezuelani che difenderanno la casacca arancione sono: Vicente Suanno e Francisco La Mantia. Il punto di riferimento di questa squadra é l’attaccante colombiano Zamir Valoyes.

Tra le formazioni che vogliono conquistare un posto nell’octagonal troviamo il Deportivo Lara di Leo González. I rossoneri, hanno sfiorato la zona playoff nella passata stagione, ora puntano a non farsela sfuggire. La stella dei crepusclari é l’italo-venezuelano Grabriel Cichero, che ha talento ed esperienza da vendere. Oltre Cichero in rosa ci sono altri campioni di origini italiche: Ricardo Andreutti e Giacomo Di Giorgi.

Il Deportivo Táchira, si presenta nel Torneo Clausura con il dente avvelenato. Dopo aver chiuso al primo posto la regular season ed essere tagliata fuori al primo turno dell’octagonal, la formazione giallonera fará di tutto per non commettere gli stessi errori della passata stagione. Uno dei giocatori fondamentali nello scacchiere di Santiago Escobar é l’italo-venezuelano Edgar Pérez Greco. Oltre ad essere una delle bandiere e uno dei riferimenti nel reparto offensivo della corazzata giallonera.

Estudiantes de Mérida e Metropolitanos venderanno cara la pelle e cercheranno in tutti i modi di non fare la figura dello sparring sui diversi campi della Primera División.

Il Mineros de Guayana, dopo essere stato escluso dall’octagonal per motivi extrasportivi, vuole lavare l’onta in questa fase del campionato. Grazie ai suoi gol, Richard Blanco, cercherá di far volare il Mineros. La meta della squadra di Puerto Ordaz é entrare in zona competizioni internazionali.

I neo campioni del Monagas, faranno di tutto per evitare di disputare la finale scudetto. In questo Torneo Clausura, é molto probabile che abbandoni la squadra uno dei riferimenti dell’attacco: Luis ‘Cariaco’ Gonzlaez. Stando ai rumors ‘Cariaco’ giocherá la prossima stagione nel campionato portoghese. Tra i guerreros de Guarapiche, c’é l’italo-venezuelano Samuel Barberi. La stella in questa squadra é Anthony Blondell che durante il primo semestre é andato in gol in 10 occasioni oltre ad essere un assistman.

Portuguesa e Trujillanos, hanno le idee chiare: prima salvarsi e poi sognare con altri obiettivi.

Lo Zamora in questa stagione avrá un nuovo allenatore al posto di Francesco Stifano, é arrivato Luis ‘Pajaro’ Vera. La squadra spera di mantenere la scia vincente che ha caratterizzato la squadra durante i cicli di Noel Sanvicente prima e Stifano dopo. Vera avrá a disposizione una delle rose piú giovani della Primera División. In questa sessione di mercato é arrivato a Barinas il portiere italo-venezuelano Giancarlo Schiavone.

Infine lo Zulia di Daniel Farías che ha dato per conclusa l’epoca delle vacche grasse con acquisti pirotecnici, vedi i vari Juan Arango, Renny Vega e Luciano Guaycochea. In questo Clausura la societá punterá tutto sui giocatori emergenti della primavera.

La prima giornata del Torneo Clausura si disputerá tra sabato e domenica. Per domani sono in programma: Deportivo JBL Zulia-Deportivo Lara (15:00), Portuguesa-Deportivo Táchira (15:00), Deportivo Anzoátegui-Trujillanos (15:30) e Caracas-Monagas (16:15). La giornata si completerá domenica con: Estudiantes de Mérida-Zulia (11:00), Atlético Socopó-Deportico La Guaira (15:00), Aragua-Zamora (16:00), Metropolitanos-Atlético Venezuela (16:00) e Mineros-Carabobo (17:00).

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

05:20Parigi, a Notre Dame una Messa per le vittime di Barcellona

(ANSA) - PARIGI, 21 AGO - Parigi ha reso omaggio alle vittime della strage di Barcellona con una Messa alla Cattedrale di Notre Dame. Durante la funzione sono state ricordati anche i morti in altri attentati e le vittime dei disastri naturali avvenuti durante l'estate in varie parti del mondo. "Sfortunatamente so quanto questi omicidi possono traumatizzare l'intera popolazione - ha detto l' arcivescovo di Parigi, il cardinale Andre Vingt-Trois, annunciando l'iniziativa - e so che la presenza della Chiesa può aiutare ad affrontare questo calvario". Il riferimento è ai vari attentati subiti dalla capitale francese in tempi recenti. Nella stessa Notre Dame, nel giugno scorso, un dottorando algerino tentò di attaccare degli agenti con un martello. E lo scorso anno ci fu un fallito attacco da parte di una donna sospetta estremista islamica. Nell' attacco a Barcellona, in cui sono morte 14 persone, 30 dei 120 feriti erano francesi.

05:00Nave da guerra Usa urta tanker vicino Singapore, dispersi

(ANSA) - SINGAPORE, 21 AGO - Una nave antimissile della Marina degli Stati Uniti si è scontrata con una nave cisterna nelle acque tra Singapore e lo Stretto di Malacca e almeno 10 marinai risultano dispersi. Altri cinque - riferisce la Marina statunitense - sono rimasti feriti. La USS John S. McCain, ha subito importanti danni allo scafo per la collisione con la nave cisterna Alnic MC, adibita al trasporto di prodotti petrolchimici, avvenuto alle 5.24 ora locale, le 23.24 circa in Italia. E' la seconda collisione in cui è coinvolta una nave della Marina Usa nel Pacifico negli ultimi due mesi. Nel giugno scorso sette marinai sono morti nello scontro tra la USS Fitzgerald e una portacontainer al largo del Giappone. Il capitano della Fitzgerald era stato poi rimosso dall' incarico dopo che la Marina Usa aveva accertato una serie di negligenze che avevano contribuito a provocare l' incidente. L' indagine è ancora in corso. La McCain, di base a Yokosuka, in Giappone, era diretta a Singapore per uno scalo di routine.

04:55Auto fuori strada nel milanese, un morto e 3 dispersi

(ANSA) - MILANO, 21 AGO - Un uomo è morto e altre tre persone, una coppia e un bambino, risultano disperse a seguito di un incidente stradale avvenuto ieri sera sulla provinciale rivoltana, tra Milano e Cremona. L'allarme è stato dato intorno alle 20.30 dagli occupanti di un'altra automobile che hanno assistito alla scena: l'auto, una Peugeot 307, è uscita di strada all'imbocco di un cavalcavia, ha sfondato il guard rail ed è finita nel canale Muzza, in comune di Truccazzano (Milano). La forte corrente ha trascinato l'automobile e i suoi occupanti per oltre un chilometro e mezzo prima che i soccorritori, subito accorsi sul posto, potessero localizzarli, 4 ore dopo. Secondo quanto riferito da un conoscente, alla guida dell'automobile c'era un cinquantenne di Pioltello, il cui corpo è stato recuperato dai sommozzatori dopo l'una di notte, e a bordo vi sarebbero state altre tre persone: una coppia di trentenni con un bambino di 8 anni, che al momento risultano dispersi. Le ricerche sono state sospese, e riprenderanno all'alba.

00:37Calcio: Real Madrid senza problemi, cala il tris a La Coruna

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - Il Real Madrid cala il tris in Galizia, sul campo del Deportivo La Coruna, chiudendo come meglio non poteva la prima esibizione stagionale nella Liga. I campioni d'Europa hanno sbloccato il punteggio al 20' con il gallese Bale, hanno raddoppiato al 27' con Casemiro e chiuso i conti al 17' della ripresa con l'ottimo tedesco Tony Kroos, autore del 3-0 finale, su assist dello stesso Bale. Non si è fatta sentire l'assenza di Cristiano Ronaldo, nella squadra di Zinedine Zidane, che in attacco si è affidato al tridente formato da Isco, Benzema e Bale. (ANSA).

00:07Calcio: Inter, Spalletti “Io fuoriclasse? Non faccio gol…”

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - "Sono molto soddisfatto dell'esordio a San Siro, a cominciare dalla presenza del pubblico che ci ha trasmesso il suo affetto. La squadra ha giocato un buon calcio, contro una squadra che comunque ha una sua organizzazione, che in alcuni frangenti ci ha messo in difficoltà". Luciano Spalletti traccia un bilancio tutto in positivo della prima ufficiale a San Siro da allenatore dell'Inter. "Icardi e Perisic? Hanno grande qualità nell'attaccare gli spazi, ma aggiungiamoci anche Miranda e Skriniar, che nei momenti di sofferenza hanno fatto il loro lavoro - ha detto a Mediaset Premium il tecnico nerazzurro -. C'è chi dice che il fuoriclasse sia io? Io mica faccio gol, sono i giocatori con le loro qualità a determinare i risultati. Io posso solo dare delle indicazioni". Sabato c'è il ritorno a Roma: "Incontro molti amici, ci vado con grande disponibilità a prescindere da come mi accolgieranno".

00:05Calcio: PSG forza sei, Neymar scatenato ne fa due

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Due gol e due assist. Si apre più che positivamente la parentesi nella Ligue 1 per Neymar che ha contribuito in modo determinante al 6-2 rifilato dal PSG al Tolosa. Il brasiliano ha aperto le marcature al 31' e 4' più tardi ha servito a Rabiot il pallone del 2-0, dopo che gli ospiti erano passati in vantaggio al 18' con Gradel. Al 30' st Cavani ha calato il tris su rigore e, dopo il gol ospite di Jullien al 33', Pastore ha fatto poker al 37'. In chiusura gol di Kurzawa al 39' - su assist di Neymar - e alto punto del brasiliano al 47'. (ANSA).

00:05Calcio: Pioli non soddisfatto da Var, su Simeone era rigore

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - "Il risultato ci penalizza oltremisura, anche se abbiamo incontrato una squadra che in questo momento sta meglio di noi. La partita mi lascia comunque sensazioni positive, anche se dovevamo comunque rimanere in partita e cercare di non prendere il terzo gol. Dispiace, ma credo che la Fiorentina abbia fatto buone cose: dobbiamo crescere, ma abbiamo il materiale per fare un buon lavoro". Lo ha detto Stefano Pioli, commentando la sconfitta della Fiorentina sul campo dell'Inter. "Abbiamo disputato un precampionato faticoso, dal punto di vista degli inserimenti, ma abbiamo un buon organico: è chiaro che non possiamo ancora essere squadra - conclude - ma non abbiamo mollato e abbiamo avuto buoni atteggiamenti. Il rigore su Simeone? Pensavo solo che, siccome l'episodio era dubbio, forse era il caso che Tagliavento andasse a controllare di persona, ma se hanno deciso così lo accetto. Anche se secondo me il fallo di Miranda, a vedere le immagini, c'era".

Archivio Ultima ora