Migranti: minori in albergo, proteste abitanti

(ANSA) – PALERMO, 15 LUG – Un gruppo di una trentina di minori migranti è stato inviato dal prefetto di Messina in un ex hotel a Castell’Umberto (Me) scatenando le proteste di parte degli abitanti che hanno bloccato le vie d’accesso e del sindaco Vincenzo Lionetto Civa che ha bloccato l’allaccio dell’energia con un gruppo elettrogeno e quindi nella struttura non vi è energia elettrica. Il sindaco sulla sua pagina Facebook scrive: “In una struttura dichiarata da mesi inagibile, senza luce,con acqua fornita dal Comune di Castell’Umberto con morosità dal 2012 (regolarmente attivati da tempo tutti i procedimenti amministrativi di recupero) hanno provato a far entrare un gruppo elettrogeno….i cittadini hanno bloccato le vie di accesso….garantiti ingresso mezzi di pronto intervento”.

Condividi: