Calcio venezuelano: Caracas e Táchira iniziano con una vittoria, falsa partenza per La Guaira e Zamora

Pubblicato il 17 luglio 2017 da redazione

Evelio Hernández

Evelio Hernández del Caracas FC, festeggia il gol vittoria

CARACAS – Inizia con una vittoria il cammino degli acerrimi rivali della Primera División, Caracas e Deportivo Táchira hanno battuto rispettivamente: Monagas (2-0) e Portuguesa.

I rojos del Ávila superando 2-0 gli orientali hanno in un certo senso consumato una piccola vendetta nei confronti dei guerreros de Guarapiche. Ricordiamoci che meno di 15 giorni fa, la formazione allenata da Jhonny Ferreira si é aggiudicata la coppa del Torneo Apertura, nonostante la sconfitta per 2-1, proprio sul campo dell’Olímpico. Tornando al presente, a regalare i tre punti ai capitolini ci hanno pensato le pennellate di Evelio Hernández (40′) ed Edwuin Pernía (54′) su assist di Hernández.

In questa gara sono scesi in campo gli italo-venezuelani Rafael Arace Gargano (ha giocato li 90 minuti) e Miguel Mea Vitali (entrato al 71 al posto di Edwin Pernia). Per Micky, questo match ha avuto un sapore speciale: ha festeggiato la sua 200esima gara con la casacca del Caracas.

Deportivo Tachira

José Soto festeggiato dai compagni di squadra.

Vittoria esterna per il Deportivo Táchira, i gialloneri si sono imposti per 1-0 in casa del Portuguesa. A scrivere il proprio nome sul tabellino dei marcatori é stato il gioiellino del vivaio Jan Hurtado (16’). Con la casacca dei gialloneri continua a fare storia Giovanni Romero, ha disputato la sua 71esima gara consecutiva giocando i 90 minuti in Primera División.

Inizia con una sconfitta l’era post Saragò del Deportivo La Guaira. Gli arancioni sono stati battuti in rimonta per 2-1 in casa della matricola Socopó. Diego Luna (38’) aveva in vantaggio gli ospiti, poi nella ripresa c’è stata la rimonta: José Soto (52’) e Francisco Carabalí (56’). Dal canto suo, lo Zamora post Stifano ha pareggiato 1-1 in casa dell’Aragua dell’italo-venezuelano Antonio Franco.

Buona la prima anche per l’Estudiantes de Mérida che ha battuto 3-1 lo Zulia. Le reti accademiche portano la firma di Carlos Espinoza (22’) e del messicano Luz Rodríguez (25’ e 29’). Il momentaneo vantaggio dei lagunari era stato segnato da Yohandry Orozco (12’).

Gara pirotecnica sul rettangolo di gioco dello stadio di Puerto Ordaz, il Mineros ha superato per 3-2 il Carabobo. A scrivere il proprio nome sul tabellone luminoso di Cachamay ci hanno pensato Brayan Hurtado (3’ e 70) e Francisco Pol (45+2’). Mentre per i granata sono andati a segno: Carlos Rivero (2’) e Cristian Novoa (90+1’).

Hanno completato il programma della prima giornata del Torneo Clausura: Deportivo Anzoátegui-Trujillanos 2-1, JBL Zulia-Deportivo Lara 0-0 e Metropolitanos-Atlético Venezuela 1-1.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

15:06Terremoto: Boschi, ci siamo e continueremo a esserci

(ANSA) - ARQUATA DEL TRONTO (ASCOLI PICENO), 20 SET - "Noi ci saremo sempre, con la commissaria De Micheli che prosegue il lavoro fatto da Errani, con l'impegno del governo tutto, quello personale di ciascuno di noi, con il sistema della Protezione Civile. Non lasceremo sola la popolazione di Arquata né quella degli altri territori colpiti dal terremoto. Le risorse ci sono, si tratta di velocizzare ulteriormente le procedure della ricostruzione". Così il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi ad Arquata del Tronto. Da velocizzare anche il lavoro che si sta facendo "con le macerie", Complessivamente - ha aggiunto - "lavoriamo in stretto contatto con i Comuni e con le Regioni. Con i presidenti delle Regioni e i rappresentanti dei Comuni ci vediamo settimanalmente per valutare lo stato e per le macerie. Ci siamo e continueremo ad esserci".

15:05Uragano Maria: sette morti in Dominica

(ANSA-AP) - ROSEAU (REPUBBLICA DOMENICANA), 20 SET - Secondo il consigliere del primo ministro della Dominica, Roosevelt Skerrit, i morti provocati dall'uragano Maria sono almeno sette. Il paese è senza elettricità e con pochissime comunicazioni: "Ci sono tremendi danni, alle case e agli edifici pubblici", ha aggiunto precisando che al momento un bilancio complessivo è ancora prematuro. Ieri l'uragano aveva provocato almeno un morto e due dispersi in Guadalupa.

15:05Calcio: Moratti, non prenderò quote Inter da Thohir

(ANSA) - MILANO, 20 SET - "No, non ho assolutamente intenzione di acquistare da Erick Thohir una quota dell'Inter. Avevo già il 30% del club nerazzurro e l'ho ceduto, perché ora dovrei volerlo riacquisire da Thohir?": lo dice all'Ansa l'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti, in relazione alle voci che sono riprese a circolare riguardo un suo nuovo coinvolgimento nell'assetto societario del club nerazzurro.

15:04Catalogna: Rajoy, lo stato deve reagire

(ANSA) - MADRID, 20 SET - Davanti alla sfida dell'indipendenza catalana, che "non rispetta la legge", "logicamente lo stato deve reagire" ha detto il premier spagnolo Mariano Rajoy dopo il blitz ddella Guardia Civil a Barcellona. Nessuno stato al mondo può accettare quanto stanno facendo: erano avvertiti, ha aggiunto, sapevano che il referendum non si può fare perché contrario alla sovranità nazionale e al diritto di tutti gli spagnoli di decidere cosa vogliono per il loro paese".

15:03Calcio: Moratti, ieri brutta Inter ma è solo episodio

(ANSA) - MILANO, 20 SET - "Credo che l'Inter debba essere diversa da quella vista ieri a Bologna. E' stata una brutta partita". L'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti commenta, all'Ansa, la prestazione della squadra nerazzurra che ieri ha pareggiato su rigore al Dall'Ara. "E' stata una sfida non bella - aggiunge - giocata forse con la stanchezza frutto della partita di Crotone e degli impegni molto ravvicinati. Sono convinto però che sia solo un episodio perché l'Inter ha buoni giocatori e un allenatore ottimo".

15:03Corea Nord: Trump, Hillary critica ma è colpa sua

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "Dopo avere permesso alla Corea del Nord di fare ricerca e costruire armi nucleari (Nukes) mentre era Segretario di Stato (anche Bill C), adesso la Corrotta Hillary critica": lo scrive il presidente americano Donald Trump in un tweet.

15:00Messico: crollo scuola, almeno 32 i bambini morti

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 20 SET - E' di 36 morti -32 bambini e quattro adulti- il nuovo bilancio di vittime dopo il crollo della scuola 'Enrique Rebsamen' di Città del Messico, secondo un inviato del quotidiano Excelsior sul luogo del disastro. Secondo un conteggio non ufficiale, 14 persone sono state tratte in salvo dalla scuola, ma almeno una ventina potrebbero trovarsi ancora intrappolate sotto le macerie.

Archivio Ultima ora