L’Ue boccia i visti umanitari. Austria minaccia sul Brennero

Pubblicato il 17 luglio 2017 da ansa

Austria, Brennero

Vienna, più controlli ma niente barriera al Brennero. EPA/CHRISTIAN BRUNA

BRENNERO. – Semaforo rosso sull’ipotesi dei visti umanitari per i migranti concessi dall’Italia. Bruxelles ha rimandato al piano della Commissione del 4 luglio nel quale si chiede esplicitamente di “evitare di fornire documenti di viaggio ai richiedenti asilo per prevenire movimenti secondari” di migrazione tra i Paesi Ue. Mentre Vienna è tornata ad alzare la voce sul Brennero.

A pochi minuti di distanza, il ministro degli Esteri Sebastian Kurz da Bruxelles e il ministro degli Interni Wolfgang Sobotka dal Brennero hanno minacciato l’immediata introduzione dei controlli al valico italo-austriaco se Roma dovesse dare “questa sorta di lasciapassare” ai migranti per alleviare la pressione.

Visti umanitari “sarebbero assurdi perché se le gente potesse passare, sempre più persone arriverebbero e questo non allevierebbe il peso per Italia e Grecia”, ha precisato Kurz dopo il Consiglio esteri, precisando che comunque in sede ufficiale “non è stata fatta alcuna dichiarazione in questo senso”. Il giovane ministro e leader dei Popolari ha sottolineato che “se la cosa venisse fatta, proteggeremmo la frontiera del Brennero. Di certo non permetteremmo che la gente possa liberamente andare a nord”.

Gli ha fatto eco il ministro degli Interni Sobotka che si è recato al Brennero per un sopralluogo con il governatore tirolese Guenther Platter. “I visti umanitari – ha detto – sarebbero inaccettabili. In caso di introduzione, scatterebbero subito i controlli”.

Al Brennero, però, migranti non si vedono, ma solo un flusso ininterrotto di turisti che transitando gettano uno sguardo incuriosito a Sobotka e Platter accerchiati a bordo strada da telecamere e cronisti. Il capo della polizia tirolese Helmut Tomac ha illustrato ai due politici la struttura per il cosiddetto ‘management di confine’, i container per la registrazione dei migranti, come anche le basi per i piloni della recinzione.

La barriera – è stato detto – può essere innalzata nel giro di 12, 24 ore. “Siamo preparati ad ogni eventualità, non ci facciamo trovare impreparati”, ha commentato il ministro con una certa soddisfazione. Sobotka ha però ammesso che, per il momento, il numero di migranti intercettati in Tirolo “è ancora stabile, circa 25 al giorno, ma con gli sbarchi sulla coste italiane la pressione aumenta e dobbiamo essere pronti”.

La prossima settimana il ministro incontrerà a Roma il suo omologo Marco Minniti. La nuova ‘offensiva’ austriaca sembra essere rivolta soprattutto a Bruxelles e non tanto a Roma. Sobotka e Platter infatti non si sono stancati di sottolineare la buona collaborazione con le autorità italiane. Il governatore tirolese ha precisato che “anche se il Brennero è un luogo simbolo, l’Austria è pronta ad introdurre controlli se l’Europa non dovesse rispondere. Una situazione come quella del 2015 non deve ripetersi”.

Per questo motivo l’Austria aumenterà per il momento i controlli nell’hinterland e non direttamente al valico, evitando così una nuova ondata di proteste a livello europeo. E per questo Vienna invierà sul versante tirolese del Brennero ulteriori poliziotti. Sobotka ha messo comunque in chiaro che in caso di un’ondata di arrivi saranno impegnati anche soldati e doganieri. A Bruxelles Kurz ha ribadito che “il salvataggio nel Mediterraneo non può essere un biglietto per l’Europa centrale. L’Italia ha bisogno della nostra solidarietà, dobbiamo sostenerla nella chiusura della rotta del Mediterraneo. Significa che dobbiamo smettere di traghettare i migranti illegali dalle isole alla terraferma”.

Roma ha commentato la nuova ‘offensiva’ con un pizzico di ironia. “Sarebbe per noi faticoso dover rispondere ogni settimana all’ennesimo giro di valzer”, ha affermato il sottosegretario alle Politiche europee, Sandro Gozi, ricordando che “la questione del Brennero è già stata discussa e risolta pochi giorni fa dopo un proficuo colloquio telefonico tra il cancelliere Christian Kern e il premier Paolo Gentiloni”.

Il valzer viennese potrebbe risuonare ancora per un po’, visto che il 15 ottobre gli austriaci sono chiamati alle urne per eleggere un nuovo parlamento.

(dell’inviato Stefan Wallisch/ANSA)

Ultima ora

01:53Usa: Protesta a Congresso in difesa Obamacare, arresti

(ANSA) - NEW YORK, 25 SET - Centinaia di attivisti, fra cui diversi disabili in sedia a rotelle, stanno manifestando al Congresso americano contro il nuovo tentativo dei repubblicani di abolire e sostituire l'Obamacare, tentativo fallito con la defezione della senatrice Collins. Anche molti disabili sono stati allontanati con la forza dalla polizia e arrestati mentre chiedevano, cantando, di non tagliare fondi alla sanità.

01:35Usa: mancano voti Congresso per riformare Obamacare

(ANSA) - WASHINGTON, 25 SET - Affonda il nuovo tentativo dei repubblicani di abolire e sostituire l'Obamacare. Il progetto di legge per riformare la sanità messo a punto dai senatori Lindsey Graham e Bill Cassidy non ha i voti necessari per il passaggio in Senato. La senatrice repubblicana Susan Collins ha infatti annunciato che non sostiene il progetto, andandosi ad aggiungere ai senatori Rand Paul e John McCain. Nel frattempo è emerso che la nuova proposta dei repubblicani per abolire e sostituire l'Obamacare farebbe perdere la copertura sanitaria a "milioni di americani". Lo afferma il Congressional Budget Office, l'organismo bipartisan incaricato di fornire analisi economiche al Congresso. L'analisi preliminare condotta sulla prima versione del progetto di legge Graham-Cassidy farebbe "perdere la copertura a milioni. Il numero" di coloro che non sarebbero più coperti "è variabile e dipende da come gli stati attueranno la norma".

01:26Uccide marito con matterello durante una lite

(ANSA) - TERRANUOVA BRACCIOLINI (AREZZO), 26 SET - Ha ucciso il marito colpendolo alla testa con un matterello al culmine di una lite. A dare l'allarme è stata la figlia 25enne. E' accaduto poco prima delle 23 di lunedì a Terranuova Bracciolini (Arezzo), quando la figlia ha chiamato il 118 dicendo che i padre era a terra "con la testa fracassata" . I sanitari del 118 sono accorsi dandole intanto indicazioni per eventuali tentativi di rianimazione. Al loro arrivo hanno trovato il corpo dell'uomo, 62 anni, tra il bagno e il corridoio. Sul divano la donna, che poi avrebbe anche confessato il delitto. Già nel pomeriggio ci sarebbe stata una lite tra i coniugi.

00:36Calcio: l’Arsenal torna al successo, 2-0 al West Bromwich

(ANSA) - ROMA, 26 SET - L'Arsenal torna alla vittoria in Premier League battendo 2-0 il West Bromwich Albion nell'ultimo incontro della sesta giornata. Entrambe le reti sono state realizzate dal bomber francese, a segno al 20' pt e al 22' st, su rigore. La squadra guidata da Arsene Wenger è ora settima in classifica, a -7 dalla coppia di testa Manchester City-Manchester United. Uno dei protagonisti è stato anche il capitano del Wba Gareth Barry, che a 36 anni ha toccato le 633 presenze in Premier, migliorando il record fin qui detenuto dalla bandiera dello United Ryan Giggs.

23:32Calcio: Wanda “clausola Icardi? Per ora stiamo bene “

(ANSA) - MILANO, 25 SET - ''Per ora stiamo bene. Abbiamo firmato pochi mesi fa un prolungamento di contratto. Aumentare la clausola? Per ora non ci pensiamo, siamo a posto così''. Wanda Nara, moglie e agente di Mauro Icardi, parla del futuro del capitano dell'Inter. Secondo alcune voci, l'entourage del giocatore starebbe trattando col club per aumentare l'attuale clausola. Lo stesso Spalletti, qualche settimana fa, aveva detto che serviva una clausola 'alla Isco', da campione. ''Se lo dice l'allenatore - commenta Wanda - siamo contenti ma adesso non ci stiamo pensando''. La convocazione di Icardi con l'Argentina è un obiettivo raggiunto. Ma la showgirl argentina era sicura che la chiamata sarebbe presto arrivata: ''Ho sempre saputo che noi argentini abbiamo bisogno di un attaccante come Icardi, così giovane. Se credo che si qualificherà per i Mondiali? Certo, senza l'Argentina non sarebbero Mondiali''.

23:30Champions: arrestati a Napoli tre tifosi olandesi

(ANSA) - NAPOLI, 25 SET - Gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato a Napoli tre tifosi olandesi giunti in città alla vigilia della sfida di Champions League tra la squadra partenopea e il Feyenoord, malgrado il divieto di vendita dei biglietti ai cittadini olandesi disposto dalla questura. La volante del commissariato è intervenuta in via dei Fiorentini, non lontano dalla Questura, a seguito della segnalazione della presenza di alcune persone moleste. Giunti sul posto, i poliziotti, ancora in auto, sono stati oggetto del lancio di alcune pietre. Gli agenti nel tentativo di bloccarli sono stati aggrediti e in una colluttazione hanno riportato lesioni. I tre aggressori, tutti 21enni, sono stati arrestati e verranno condotti nel carcere di Poggioreale.

23:23Calcio: Milik “penso a tornare, tenete le dita incrociate”

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Grazie a tutti per i vostri messaggi, significano molto per me. Ora sono concentrato sul ritorno, tenete le dita incrociate'': lo scrive su twitter l'attaccante del Napoli Arek Milik operato oggi al legamento crociato del ginocchio destro. Al giocatore polacco sono giunti moltissimi messaggi di auguri e solidarietà sui social, tra i quali quelli del compagno di squadra Dries Mertens e del giocatore della Roma Alessandro Florenzi, da poco tornato a giocare dopo incidenti simili a quelli del collega azzurro.

Archivio Ultima ora