L’Ue boccia i visti umanitari. Austria minaccia sul Brennero

Pubblicato il 17 luglio 2017 da ansa

Austria, Brennero

Vienna, più controlli ma niente barriera al Brennero. EPA/CHRISTIAN BRUNA

BRENNERO. – Semaforo rosso sull’ipotesi dei visti umanitari per i migranti concessi dall’Italia. Bruxelles ha rimandato al piano della Commissione del 4 luglio nel quale si chiede esplicitamente di “evitare di fornire documenti di viaggio ai richiedenti asilo per prevenire movimenti secondari” di migrazione tra i Paesi Ue. Mentre Vienna è tornata ad alzare la voce sul Brennero.

A pochi minuti di distanza, il ministro degli Esteri Sebastian Kurz da Bruxelles e il ministro degli Interni Wolfgang Sobotka dal Brennero hanno minacciato l’immediata introduzione dei controlli al valico italo-austriaco se Roma dovesse dare “questa sorta di lasciapassare” ai migranti per alleviare la pressione.

Visti umanitari “sarebbero assurdi perché se le gente potesse passare, sempre più persone arriverebbero e questo non allevierebbe il peso per Italia e Grecia”, ha precisato Kurz dopo il Consiglio esteri, precisando che comunque in sede ufficiale “non è stata fatta alcuna dichiarazione in questo senso”. Il giovane ministro e leader dei Popolari ha sottolineato che “se la cosa venisse fatta, proteggeremmo la frontiera del Brennero. Di certo non permetteremmo che la gente possa liberamente andare a nord”.

Gli ha fatto eco il ministro degli Interni Sobotka che si è recato al Brennero per un sopralluogo con il governatore tirolese Guenther Platter. “I visti umanitari – ha detto – sarebbero inaccettabili. In caso di introduzione, scatterebbero subito i controlli”.

Al Brennero, però, migranti non si vedono, ma solo un flusso ininterrotto di turisti che transitando gettano uno sguardo incuriosito a Sobotka e Platter accerchiati a bordo strada da telecamere e cronisti. Il capo della polizia tirolese Helmut Tomac ha illustrato ai due politici la struttura per il cosiddetto ‘management di confine’, i container per la registrazione dei migranti, come anche le basi per i piloni della recinzione.

La barriera – è stato detto – può essere innalzata nel giro di 12, 24 ore. “Siamo preparati ad ogni eventualità, non ci facciamo trovare impreparati”, ha commentato il ministro con una certa soddisfazione. Sobotka ha però ammesso che, per il momento, il numero di migranti intercettati in Tirolo “è ancora stabile, circa 25 al giorno, ma con gli sbarchi sulla coste italiane la pressione aumenta e dobbiamo essere pronti”.

La prossima settimana il ministro incontrerà a Roma il suo omologo Marco Minniti. La nuova ‘offensiva’ austriaca sembra essere rivolta soprattutto a Bruxelles e non tanto a Roma. Sobotka e Platter infatti non si sono stancati di sottolineare la buona collaborazione con le autorità italiane. Il governatore tirolese ha precisato che “anche se il Brennero è un luogo simbolo, l’Austria è pronta ad introdurre controlli se l’Europa non dovesse rispondere. Una situazione come quella del 2015 non deve ripetersi”.

Per questo motivo l’Austria aumenterà per il momento i controlli nell’hinterland e non direttamente al valico, evitando così una nuova ondata di proteste a livello europeo. E per questo Vienna invierà sul versante tirolese del Brennero ulteriori poliziotti. Sobotka ha messo comunque in chiaro che in caso di un’ondata di arrivi saranno impegnati anche soldati e doganieri. A Bruxelles Kurz ha ribadito che “il salvataggio nel Mediterraneo non può essere un biglietto per l’Europa centrale. L’Italia ha bisogno della nostra solidarietà, dobbiamo sostenerla nella chiusura della rotta del Mediterraneo. Significa che dobbiamo smettere di traghettare i migranti illegali dalle isole alla terraferma”.

Roma ha commentato la nuova ‘offensiva’ con un pizzico di ironia. “Sarebbe per noi faticoso dover rispondere ogni settimana all’ennesimo giro di valzer”, ha affermato il sottosegretario alle Politiche europee, Sandro Gozi, ricordando che “la questione del Brennero è già stata discussa e risolta pochi giorni fa dopo un proficuo colloquio telefonico tra il cancelliere Christian Kern e il premier Paolo Gentiloni”.

Il valzer viennese potrebbe risuonare ancora per un po’, visto che il 15 ottobre gli austriaci sono chiamati alle urne per eleggere un nuovo parlamento.

(dell’inviato Stefan Wallisch/ANSA)

Ultima ora

13:59Agenti feriti da camerunense in centro d’accoglienza Milano

(ANSA) - MILANO, 17 AGO - Due agenti sono rimasti feriti nel tentativo di fermare un trentunenne camerunense ospite del centro di accoglienza di via Lombroso, a Milano. Il personale del centro nel tardo pomeriggio di ieri ha chiamato la polizia perché l'uomo, che già in passato aveva danneggiato la struttura, stava dando in escandescenza. All'arrivo dei poliziotti, il camerunense ha colpito con un sasso il parabrezza della volante, poi nel tentativo di divincolarsi ha ferito gli agenti che - portati al pronto soccorso del Policlinico - sono stati dimessi con una prognosi di cinque giorni uno e 14 l'altro. L'aggressore è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate e danneggiamento aggravato.

13:58Calcio: Udinese, presentati i nuovi acquisti

(ANSA) - UDINE, 17 AGO - "Dzeko mi ha già spiegato quanto è difficile fare gol in Italia, ma proverò a dare il meglio. Essendo una società seria le mie speranze sono alte. Se sarò prima punta lo sceglierà il mister. Spero di rendere felici i giocatori dell'Udinese con le mie giocate". Cosi Riad Bajic, nel corso della conferenza stampa con la quale l'Udinese ha presentato i sei volti nuovi dei bianconeri per il prossimo campionato. "Questo gruppo - ha detto il ds Manuel Gerolin - può dare grandi soddisfazioni. Vogliamo migliorare rispetto allo scorso anno". Al suo fianco anche una vecchia conoscenza del calcio italiano Valon Behrami che si candida a fare da "chioccia" ai più giovani della rosa. "Ho vissuto Udine da avversario, le fasi più esaltanti dell'Udinese, Sanchez, Inler, giocatori che sono andati a rafforzare le big, in Italia e fuori. E' una società che sa bene quello che fa Sono contento di farne parte e dare una mano a questi ragazzi giovani, anche fuori dal campo".

13:54Venezuela: Corte Suprema, sì a arresto marito Ortega

(ANSA) - CARACAS, 17 AGO - Il Tribunale Supremo di Giustizia (Tsg) venezuelano ha autorizzato l'arresto del deputato German Ferrer, marito dell'ex Procuratrice Generale Luisa Ortega Diaz, e ha chiesto all'Assemblea Costituente di sospendere la sua immunità parlamentare. La decisione del Tsg è arrivata nella notte, dopo che il successore di Ortega Diaz alla Procura, Tarek William Saab, aveva richiesto l'arresto di Ferrer, sostenendo che è stato sorpreso in flagranza di reato e accusandolo di corruzione, estorsione, associazione a delinquere e riciclaggio.

13:53Calcio: Genoa, arrivano Migliore e Rossettini

(ANSA) - GENOVA, 17 AGO - Doppio colpo in casa Genoa a tre giorni dall'inizio del campionato. La società rossoblù ha infatti ufficializzato l'acquisto a titolo definitivo dell' esterno mancino Francesco Migliore, 29 anni, che nelle ultime stagioni aveva vestito la maglia dello Spezia. In mattinata invece visite mediche per Luca Rossettini, centrale difensivo in arrivo dal Torino. Rossettini avrà il ruolo che fu di Burdisso e già oggi sosterrà il primo allenamento al Signorini agli ordini di Juric. L'accordo con il Torino, proprietario del cartellino, prevede il prestito con obbligo di riscatto fissato a due milioni e mezzo di euro. Rossettini dovrebbe già esordire domenica sera al Mapei Stadium nella prima trasferta stagionale del Genoa contro il Sassuolo.

13:18Calcio: Fiorentina, Kalinic salta allenamento

(ANSA) - FIRENZE, 17 AGO - Nikola Kalinic "non si è presentato all'odierna sessione di allenamento senza fornire alcuna motivazione al Club". A darne notizia è la Fiorentina sul proprio sito ufficiale, aggiungendo che l'attaccante croato, in procinto di trasferirsi al Milan, "avendo violato le norme che disciplinano l'attività della squadra, sarà sanzionato secondo regolamento".

13:14Incidenti stradali:pneumatico contro auto,una vittima su A14

(ANSA) - PESCARA, 17 AGO - Una persona è morta e una è rimasta ferita in un incidente avvenuto sull'autostrada A14 in direzione sud, al km 323 e 500, nei pressi dell'uscita Val Vibrata. In base a una prima ricostruzione, la causa sarebbe lo scoppio di uno pneumatico che, volato da un tir in transito sulla corsia nord, sarebbe finito contro un'auto che sopraggiungeva sull'altra carreggiata. Nel tratto fra San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) e Giulianova (Teramo), informa Autostrade, ci sono circa 5 km di coda. Il traffico scorre sulla sola corsia di sorpasso. Chiusa l'entrata di Val Vibrata verso sud. Sul posto sono presenti il personale di Autostrade per l'Italia, la Polizia Stradale e i mezzi di soccorso. (ANSA).

13:13Usa: Charlottesville, figli Cash, ‘papa’ aveva scelto amore’

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - I figli di Johnny Cash difendono l'immagine del padre con un messaggio su Facebook contro il razzismo: in risposta a un video in cui si vede un giovane neonazi nelle manifestazioni di Charlottesville che indossa una maglietta con il nome del cantautore country americano, Rosanne, Kathy, Cindy, Tara e John Cash si dicono "nauseati" dall'associazione tra il loro genitore e l'ideologia dei suprematisti bianchi. "Nostro papa' ha sempre ha detto e ripetuto a ciascuno di noi, 'Figli, potete scegliere l'amore o l'odio. Io ho scelto l'amore'", si legge nel messaggio. E poi: "A chiunque rivendichi la supremazia su altri esseri umani, a chiunque creda nella gerarchia razziale o religiosa: noi non siamo voi. Nostro padre, come persona, icona o simbolo, non e' voi. Chiediamo che il nome Cash sia tenuto ben lontano dall'ideologia odiosa e distruttiva. Noi abbiamo scelto l'amore".

Archivio Ultima ora