Deutsche Bank nel mirino Bce, controlli su tre azionisti di Qatar e Cina

Pubblicato il 17 luglio 2017 da ansa

Bce

Deutsche Bank nel mirino Bce

BERLINO. – La Bce prende nel mirino la Deutsche Bank, o meglio tre dei suoi azionisti, uno cinese e due del Qatar, che avrebbero ormai grande influenza sul colosso del credito tedesco e che allarmano i supervisori di Francoforte. A rivelarlo è la Sueddeutsche Zeitung, in un articolo dal titolo “da dove vengono i soldi”.

Il giornale riferisce che la cinese HNA, un agglomerato industriale della provincia del sud di Hainan, la cui proprietà “non è trasparente”, ha aumentato in primavera la sua quota di partecipazione nella banca tedesca al 9,9% e che quote altrettanto alte sono detenute da due sceicchi della famiglia regnante del Qatar. Un Paese sospettato, come noto, di sostenere determinati gruppi terroristici, ricorda il giornale.

“Questa nuova struttura azionaria richiama l’attenzione degli organi di supervisione finanziaria europea”, si legge. A quanto trapela, i supervisori della Bce starebbero “verificando” se si debba avviare una procedura di controllo sugli azionisti. Si tratterebbe di una novità, scrive anche il giornale, dal momento che controlli del genere si possono eseguire solo su azionisti in possesso di quote superiori al 10%. Per procedere in questo caso, i supervisori dovranno dimostrare, quindi, che gli azionisti in questione abbiano effettivamente molta influenza.

“Come si procederà è ancora aperto, ma saranno trattati come se avessero più del 10%”, ha riferito un insider, citato da Sz. L’influenza dei cinesi e del Qatar è “considerevole”, stando al giornale. Entrambi gli azionisti hanno introdotto un rappresentante nel consiglio di sorveglianza. “E a causa della nota scarsa presenza all’assemblea generale della banca potrebbero d’ora in poi far passare o bloccare le decisioni”.

Cosa precisamente allarmi i supervisori della Bce “non è chiaro”, scrive ancora il giornale, che ha rivelato il caso.

Ultima ora

13:53Calcio: Agnelli, Juve assolta in indagine Fifa su Pogba

(ANSA) - TORINO, 24 OTT - L'indagine della Fifa sul trasferimento di Paul Pogba dalla Juventus al Manchester United "si è conclusa senza alcuna implicazione per la Juventus che è stata completamente assolta". Lo ha detto il presidente Andrea Agnelli, in risposta a un azionista. "Per la cessione di Pogba - ha aggiunto l'a.d. bianconero Aldo Mazzia - era previsto un pagamento dilazionato, con ultime rate nell'agosto 2018 e agosto 2019, durante questo esercizio abbiamo ceduto pro soluto il credito a un'istituzione finanziaria e abbiamo ottenuto l'anticipo dell'incasso di 70 milioni, a vantaggio dell'indebitamento finanziario netto alla fine di questa stagione".

13:48Germania: Schaeuble eletto presidente del Bundestag

(ANSA) - BERLINO, 24 OTT - Wolfgang Schaeuble è stato eletto presidente del nuovo Parlamento tedesco. L'ex ministro delle Finanze succede a Norbert Lammert.

13:47Insulti antisemiti: informativa Digos alla Procura Roma

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - E' stata depositata in Procura un' informativa della Digos sulla vicenda degli adesivi antisemiti ritrovati nella curva sud del stadio Olimpico di Roma all'indomani della partita Lazio-Cagliari. Lo si apprende da fonti investigative. Gli adesivi, grandi quanto le figurine dei calciatori, sono stati trovati ieri su una vetrata all'interno della curva sud e raffiguravano Anna Frank con la maglietta della Roma. Dopo il ritrovamento è intervenuta la polizia scientifica per i rilievi del caso.

13:44Mondiali: domani al via vendita biglietti per Italia-Svezia

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - Inizierà alle ore 15 di domani la vendita dei biglietti per Italia-Svezia, gara di ritorno del play off Mondiale in programma lunedì 13 novembre (ore 20.45) allo stadio 'Giuseppe Meazza' di Milano. Domani pomeriggio prenderà il via anche la vendita dei biglietti del settore riservato ai tifosi italiani per la gara d'andata del play off Mondiale con la Svezia in programma venerdì 10 novembre alla 'Friends Arena' di Solna (ore 20.45). I tagliandi potranno essere acquistati sui siti www.vivoazzurro.it e www.ticketone.it fino ad esaurimento dei posti disponibili e non oltre le ore 15 di venerdì 3 novembre.

13:44Pd: a via seconda settimana treno Renzi da Reggio Calabria

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 24 OTT - Con una visita al Parco lineare Sud di Reggio Calabria, si è aperta la seconda settimana di tour del treno del Partito democratico. Matteo Renzi, segretario Dem, è stato in visita al parco, dove sono in corso lavori di riqualificazione, con il sindaco Giuseppe Falcomatà e parlamentari del Pd tra i quali Stefania Covello. Renzi è poi giunto in stazione, da dove il treno, che oggi toccherà diverse tappe in Calabria, parte per Rosarno. Fuori dalla stazione c'erano ad attenderlo sostenitori, ma anche un gruppetto di contestatori di Fratelli d'Italia e vigili del fuoco precari. (ANSA).

13:40Calcio: Montella, con difficoltà spifferi diventano varchi

(ANSA) - CARNAGO (VARESE), 24 OTT - "La squadra è coesa, Bonucci non ha mai detto di voler fare un passo indietro sulla fascia da capitano ed è giusto così". Vincenzo Montella prova a spazzare i dubbi sulle crepe all'interno dello spogliatoio del suo Milan. "Le difficoltà di Bonucci? Sto facendo training autogeno, potrei far durare molto la risposta - ha sorriso l'allenatore rossonero alla vigilia della trasferta con il Chievo -. Sono nel calcio da tanti anni, fra momenti brutti e felici. Quando va meno bene gli spifferi diventano aperture enormi. Dal primo momento ho detto che leggo tutto, anche fra le righe, so anche da dove provengono determinate cose. La squadra è coesa - ha puntualizzato Montella -, Bonucci dalle mie verifiche non ha mai detto di voler fare un passo indietro sulla fascia di capitano, ed è giusto così perché è stata una mia scelta. Ci ho messo un po' di tempo ma è stata una scelta ponderata. Il resto sono discorsi disturbatori".

13:40Di Maio, confronto Boschi? Sì,insieme a risparmiatori

(ANSA) - CATANIA, 24 OTT - "Non ho alcun problema a partecipare a un confronto con Maria Elena Boschi: dopo il 5 novembre perché adesso sono impegnato in Sicilia a mandare a casa gli impresentabili di Musumeci e di Micari; il confronto sia magari all'americana, in una piazza davanti a Banca Etruria con i risparmiatori, così avrà modo di dire anche a loro la verità". L'ha detto il vicepresidente della Camera e candidato premiar del M5S Luigi Di Maio, a Catania, a margine di una sua visita nell'istituto di Fisica nucleare.

Archivio Ultima ora