Berlusconi apre al centro per arrivare al governo. Ap divisa, Salvini attacca

Pubblicato il 17 luglio 2017 da ansa

Centrodestra

Silvio Berlusconi apre al centro.

TROPEA (VIBO VALENTIA). – Silvio Berlusconi apre al centro per ricostruire un centrodestra “inclusivo” in grado di tornare al governo del Paese – incassando il sì del ministro agli Affari regionali Enrico Costa, che spacca Ap – e lancia la sfida a Matteo Salvini per la premiership con l’ipotesi di una legge elettorale proporzionale con il premier espressione della lista che ottiene più voti nella coalizione vincente. Sfida che il leader leghista non solo accetta ma sulla quale rilancia.

“La Lega prenderà un sacco di voti” dice sibillino da Tropea, tappa conclusiva di un giro nel vibonese per affrontare il tema dei migranti. Sulla proposta di legge elettorale Salvini non si sbilancia, fedele all’impegno preso con se stesso di non parlarne più dell’argomento, e si dice possibilista sull’apertura al centro. “Si può parlare di tutto” spiega rispondendo implicitamente anche a Costa che gli ricorda che “in molte città e in Regioni significative come Liguria e Lombardia vi sono coalizioni che godono del valore aggiunto delle forze di centro”. Apertura sì ma con un un paletto grande come un albero: “Alfano, il ministro dei 500 mila sbarchi, neanche dipinto sul muro”.

Parole destinate a spaccare ulteriormente il centro tra coloro che guardano a Forza Italia ed al suo leader come un approdo naturale per ricompattare la coalizione ed i fedelissimi dell’attuale ministro degli Esteri. Di certo Salvini vuole andare le elezioni e, a Vibo Valentia, inaugurando la sede del movimento “Noi con Salvini”, dice, tra il serio ed il faceto: “possono rimandare le elezioni ancora qualche mese ma non in eterno. Quindi a febbraio-marzo o si vince o si muore. Loro hanno una marea di soldi e noi siamo piccoli e se perdiamo, con i numeri che abbiamo, saremo noi a dover prendere il barcone e andare in nord Africa a chiedere asilo”.

L’apertura di Berlusconi per un centrodestra che è “maggioranza naturale in Italia” e capace di sconfiggere 5 Stelle e astensionismo, “due pericoli diversi ma altrettanto gravi per la nostra democrazia”, come era facile prevedere incassa i commenti positivi degli esponenti azzurri. “Non posso far altro che apprezzare il livello d’attrazione di Forza Italia nei confronti di chi ci aveva, momentaneamente, lasciato”, dice Renato Brunetta commentando le parole di Costa mentre Mara Carfagna invita a seguire “l’esempio che il presidente Berlusconi ci ha dato in questi anni: esaltiamo i punti di convergenza e ammorbidiamo quelli di divergenza” per costruire “un’alternativa seria al populismo”.

(dell’inviato Alessandro Sgherri/ANSA)

Ultima ora

22:45Aggredita e palpeggiata da ragazzini tra 8 e 12 anni

(ANSA) - PALERMO, 23 NOV - A Palermo una giovane è stata aggredita da una mezza dozzina di ragazzini tra gli 8 e i 12 anni, secondo quanto lei stessa ha riferito alla polizia, mentre si trovava alla fermata del bus in via Basile, nei pressi dell'università. Accerchiata, è stata spintonata, palpeggiata e insultata; ha urlato, ma nessuno è arrivato in suo soccorso. Quando i ragazzini, forse per gli strepiti della giovane, sono fuggiti, la ragazza ha trovato riparo nell'edificio 19 nella cittadella universitaria, da dove ha chiamato gli agenti. L'aggressione è avvenuta quando stava cominciando a fare buio. La giovane, una studentessa, ha detto ai poliziotti che faceva avanti e indietro alla fermata, in attesa dell'autobus, quando i ragazzini (forse 8, secondo quanto la ragazza ha riferito agli agenti), l'hanno accerchiata e molestata. La vittima ha spiegato ai poliziotti di aver saputo di altre ragazze prese di mira dalla banda di ragazzini, sempre nella stessa zona.

22:35Calcio: Mirabelli,dubbi su Milan?Se ne scrive di ogni colore

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - "Non è questione di dare una posizione ufficiale: dal pre-closing al closing a oggi se ne sentono e se ne scrivono di tutti i colori". Così il ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, a proposito dei dubbi sulla proprietà cinese sollevati dalla stampa, anche internazionale, e sull'intervista del presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, che intervistato da Repubblica a proposito del voluntary agreement chiesto dal club si è detto "preoccupato". "Come ha twittato il presidente Berlusconi - ha continuato Mirabelli, poco prima della partita di Europa League contro l'Austria Vienna -, atteniamoci ai fatti e i fatti dicono che abbiamo una proprietà che fino ad adesso ha rispettato tutte le scadenze. Bando alle chiacchiere, pensiamo alle cose concrete. Abbiamo altro a cui pensare, abbiamo un problema diverso: dobbiamo metterci sul binario e fare cose importanti a livello sportivo".

22:26Europa League: Lazio-Vitesse 1-1

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Lazio-Vitesse 1-1 nella quinta giornata del girone K di Europa League. Primo pari per i biancocelesti dopo le quattro vittorie consecutive che avevano permesso alla squadra di Simone Inzaghi di garantirsi la qualificazione ai sedicesimi come prima del gruppo con due giornate di anticipo. Olandesi a sorpresa in vantaggio al 13' con una punizione di Linssen. Lazio vicina al pareggio al 29' con l'esordiente Palombi che da distanza ravvicinata impegna il portiere Pasveer. Il pareggio arriva al 42' con un gran destro al volo di Luis Alberto su cross dalla destra di Basta. Nel finale Inzaghi regala l'esordio anche a Miceli, capitano della Primavera. Nell'altra partita del girone il Nizza batte 3-1 il Waregem (doppietta di Balotelli, un gol su rigore) e si qualifica come seconda.

22:18Consip: Ciccolo, processo disciplinare per Woodcock

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Il Pg della Cassazione Pasquale Ciccolo ha chiesto al Csm di fissare l'udienza per il processo disciplinare a carico dei pm napoletani Henry John Woodcock e Celeste Carrano. A entrambi viene contestato di aver ascoltato, nell'ambito dell'inchiesta Consip, come persona informata dei fatti, l'ex consigliere di palazzo Chigi Filippo Vannoni, sebbene ci fossero già gli elementi per la sua iscrizione nel registro degli indagati. A carico di Woodcock anche alcune opinioni che gli sono state attribuite da Repubblica sull'inchiesta. L'articolo di Repubblica venne pubblicato nei giorni delle polemiche più accese dell'inchiesta Consip, dopo la notizia di manipolazioni delle intercettazioni da parte da parte dell'allora capitano del Noe (oggi maggiore) Gianpaolo Scafarto. Il quotidiano attribuì a Woodcock l'opinione che quel falso doveva essere il frutto di un mero errore ,non certo di un depistaggio intenzionale. Interpellato dall'ANSA sulla richiesta Woodcock si è limitato a rispondere "no comment".

22:09Via libera Cdm a decreto su nuovi collegi per “Rosatellum”

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Via libera del Cdm al decreto legislativo sui nuovi collegi elettorali. Lo si apprende da fonti di governo. Il provvedimento passa ora all'esame delle Camere.

21:47Calcio: Gil Dias, vogliamo tornare a vincere

(ANSA) - FIRENZE, 23 NOV - "Domenica ci aspetta una partita importante, io e miei compagni faremo di tutto per ritrovare la vittoria". Sfodera ottimismo Gil Dias, il giovane esterno portoghese della Fiorentina attesa dalla difficile trasferta contro la Lazio. "Potremmo avere più punti in classifica - ha continuato Gil Dias - ma non dobbiamo mollare, semmai continuare a lottare per raggiungere i nostri obiettivi Penso però che sia io che la squadra stiamo crescendo" Per domani è previsto un nuovo allenamento, stavolta all'interno dello stadio e soprattutto aperto alla gente come è stato lo scorso 1 novembre: e così dalle 14,30 sarà accessibile il settore Maratona. Intanto dall'infermeria arrivano buone notizie per il tecnico Stefano Pioli, grande ex della sfida di domenica: Thereau, Badelj e Laurini appaiono recuperati e quindi convocabili dopo lo stop nelle ultime gare per problemi muscolari.

21:41Migranti: ‘irriducibili’ rifiutano mediazione,notte a Spinea

(ANSA) - VENEZIA, 23 NOV - Gli 'irriducibili' tra i migranti della base di Conetta, nel veneziano, che stanno dando vita a una 'marcia' di protesta, non hanno accettato la mediazione del Prefetto di Venezia Carlo Boffi che li aveva invitati a ritornare sui propri passi accelerando un alleggerimento della struttura. Gli 'irriducibili', diventati 69 dopo che a un primo gruppo si sono aggiunti quanti erano stati sistemati a Jesolo, hanno lasciato così il centro civico di Malcontenta (Venezia) e grazie alla Caritas passeranno la notte nella sede della Cooperativa Cssa di Spinea, sempre nel veneziano, dove saranno trasportati con un pullman e due pulmini. Tra i migranti, in protesta da giorni, si sono registrati alcuni malori, in due casi si è proceduto al ricovero in ospedale per uno a Mestre e per l'altro a Dolo. Attesa per domani un'ulteriore incontro per trovare una soluzione. Alla base di Conetta da 1.500 migranti ospitati si è scesi, negli ultimi mesi, prima a 1.100 ed ora a poco più di 800.

Archivio Ultima ora