Valtellina, trent’anni fa l’alluvione, 53 morti

(ANSA) – MILANO, 18 LUG – Era il 18 luglio e pioveva da giorni in alta Lombardia. Troppo. Quella notte del 1987 il fragile territorio della Valtellina non riuscì più a contenere tutta quell’acqua e cominciarono le frane. Sarebbero terminate solo dieci giorni dopo, il 28 luglio, con la frana più grave, quella che in Val Pola fece scomparire in un colpo solo due interi paesi, Sant’Antonio Morignone e Aquilone. Alla fine i morti complessivi furono 53, i danni superarono i 4 mila miliardi di lire. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, porta oggi di persona il suo ricordo in uno dei paesi più colpiti, Aquilone, in Valdisotto. (ANSA).

Condividi: