Frode forniture Tenda: vertice Provincia, riaprire cantiere

(ANSA) – TORINO, 18 LUG – La provincia di Cuneo chiede la “rapida ripresa dei lavori” per la realizzazione del Tenda bis, il cui cantiere è stato posto sotto sequestro dalla Guardia di Finanza nell’ambito di una inchiesta per furto aggravato e frode in pubbliche forniture della Procura di Cuneo. E’ quanto emerso in un incontro con i rappresentanti del territorio, le associazioni di categoria e i sindacati, che hanno espresso preoccupazione “per le gravi conseguenze sulla stagione turistica” dei ritardi dell’opera. “Il ministro Costa e i colleghi parlamentari ci hanno assicurato il loro massimo impegno nella soluzione del problema – spiega il presidente della Provincia, Federico Borgna – che sarà portato dal ministro Delrio all’attenzione del vertice Italia-Francia previsto il 28 luglio a Lione. Costa ha riferito anche della possibilità di un sopralluogo di Gianni Armani, presidente Anas”, parte offesa nell’ambito dell’inchiesta. Il cantiere è fermo per verificare le condizioni di sicurezza dell’opera. (ANSA).

Condividi: