Migranti, Minniti: “Non ci sono le condizioni per lo stato d’emergenza”

Pubblicato il 19 luglio 2017 da ansa

ROMA. – “Né il ministero né il governo ritengono ci siano le condizioni” per dichiarare lo stato di emergenza umanitaria. La risposta deve essere “strutturale”. E’ netto il ministro dell’Interno Marco Minniti sull’ipotesi evocata in questi giorni di fronte al flusso dei migranti. Lo ha fatto al question time replicando a un’interrogazione di Renato Brunetta, Forza Italia, in una giornata segnata da episodio destinato a rinfocolare le polemiche: un immigrato è stato scarcerato dopo il tentativo di accoltellare un agente alla stazione di Milano.

Il titolare il Viminale ha avuto una riunione con i prefetti che ha visto in agenda anche la questione migranti. Poi vedrà l’Anci: i sindaci sono il terminale sul territorio, ma “meno della metà dei Comuni, 3.153 – rileva Minniti – fa accoglienza”.

Le resistenze locali sono un tassello inevitabile di questa difficile partita, anche perché non tutti i territori sono uguali. Lo provano i timori emersi a Civitavecchia per la possibile apertura di un hotspot. Ipotesi archiviata dal sindaco Antonio Cozzolino, M5s: “Non si farà, ce l’hanno assicurato. Il prefetto Morcone ha detto che era stato fatto solo un sopralluogo per verificare la possibilità ma ci ha ribadito testualmente: non ci pensiamo proprio”.

L’altro fronte sono i salvataggi mare e i rapporti con le Organizzazioni non governative. Il 25 al Viminale ci sarà un incontro con le Ong per discutere il codice di condotta, un testo, sottolinea Minniti, che “non è iniziativa estemporanea del governo, ma è in linea con le deliberazioni del parlamento”.

Il confronto non si annuncia facile. Save the Children annuncia che chiederà chiarimenti sull’impegno di non effettuare trasbordi e di ricevere a bordo, su richiesta, funzionari di polizia giudiziaria. Dopo giorni di malumori legati al possibile rilascio ai migranti di visti temporanei per raggiungere altri paesi europeo, scende, invece, la tensione con l’Austria, che aveva minacciato di chiudere il Brennero : “Continueremo a garantire il massimo della sicurezza”, ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano, che già aveva chiarito ufficialmente come quest’ipotesi non fosse mai stata sul tavolo del governo. E finora la Ue non ha ricevuto da Vienna nessuna notifica Schengen per bloccare il confine.

Un capitolo delicato è quello delle espulsioni degli irregolari. Proprio nel corso del question time Minniti ha risposto a un’interrogazione che ha sollevato dubbi sull’efficienza in Italia di questo meccanismo e ha fornito dei dati, garantendo il massimo impegno su questo punto: dal primo gennaio alla metà di luglio sono stati individuati 25mila irregolari, il 19,45% in più rispetto allo scorso anno, e sono stati allontanati 12.206 soggetto (+27,2%). Ci sono state inoltre 65 espulsioni per motivi di sicurezza nazionale, contro le 34 dello stesso periodo del 2016.

Ultima ora

13:16Scuola a Bolzano intitolata a Ilaria Alpi

(ANSA) - BOLZANO, 22 NOV - Viene intitolata a Ilaria Alpi, la giornalista Rai assassinata a Mogadiscio insieme al suo cineoperatore Miran Hrovatin, la scuola secondaria di via Cassa di Risparmio a Bolzano. La cerimonia è in programma venerdì prossimo. In mattinata sarà presente il regista del il film "Somalia 94, il caso Ilaria Alpi" Marco Giolo. Verso le 11.30, guarderà il film d'animazione con gli alunni e parlerà con loro del suo lavoro di giornalista. Nel pomeriggio, sarà organizzata per gli studenti delle scuole superiori una performance cinematografica e alle ore 18.00 si svolgerà la cerimonia di inaugurazione in presenza della dirigente scolastica il capo dell'amministrazione scolastica e altri membri del dipartimento di educazione della scuola.

13:07Sindaco Chioggia (M5s) indagato per abuso d’ufficio

(ANSA) - VENEZIA, 22 NOV - Il sindaco di Chioggia (Venezia) Alessandro Ferro del M5s, risulta indagato dalla Procura di Venezia per abuso d'ufficio. A renderlo noto lo stesso Ferro che ne dà notizia su Fb. "Mi è stato notificato un avviso di richiesta di proroga indagini da parte della Procura di Venezia per il reato di abuso d'ufficio - si legge sul suo profilo con il post tutt'ora in rete -. Prima d'ora non avevo ricevuto alcuna comunicazione, né ero a conoscenza di alcuna attività nei miei confronti". "Per trasparenza nei confronti di tutti i cittadini, in ossequio a uno dei pilastri fondanti del Movimento 5 stelle - rileva -, ne do comunicazione a tutti. Ho naturalmente piena fiducia nella giustizia. Vi terrò aggiornati su eventuali sviluppi". Ferro era stato oggetto di critiche per una sua presunta partecipazione azionaria nella gestione di una spiaggia e i relativi permessi.

12:52Zimbabwe: tv, Mnangagwa giura venerdì come presidente

(ANSA) - IL CAIRO, 22 NOV - Si terrà dopodomani venerdì la cerimonia di giuramento del nuovo presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa: lo scrive il sito dell'emittente pubblica del paese, la Zbc, il giorno dopo le dimissioni dell'ormai ex capo di Stato Robert Mugabe. "Il compagno Mnangagwa arriverà nel paese oggi alle sei del pomeriggio alla base aerea di Manyame, ad Harare", precisa il sito citando proprie "buone" fonti ufficiali.

12:47Libano: Hariri sospende dimissioni su richiesta Aoun

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 NOV - Il premier libanese Saad Hariri ha detto che il presidente Michel Aoun gli ha chiesto di riflettere sulla decisione di dimettersi. Hariri ha parlato poco fa dal palazzo presidenziale di Baabda in un discorso trasmesso in diretta dai media libanesi. "Ho presentato le dimissioni al presidente e lui ha auspicato che si prenda tempo per riflettere sulle cause (delle dimissioni). Ho risposto a questo auspicio, con la speranza che si arrivi a un dialogo e che si risolvano i problemi del paese".

12:46Migranti: da Prefetto Venezia i 55 partiti dal padovano

(ANSA) - PADOVA, 22 NOV - Gli ultimi 55 migranti che, nei giorni scorsi avevano lasciato il centro di Conetta nel veneziano, saranno ricevuti dal Prefetto di Venezia Carlo Boffi. I 'superstiti' della lunga marcia che li ha portati a girovagare dal veneziano fino al padovano dove hanno trascorso la notte in una struttura religiosa a Rubano, stamane con un bus messo a disposizione dalla Prefettura sono stati accompagnati a Venezia dove porteranno le loro ragioni e si deciderà della loro sorte in Prefettura. I migranti avevano lasciato Conetta in massa perché ritenevano inadeguata l'ospitalità che si protraeva da tempo nella struttura da loro ritenuta scomoda ma anche per le lunghezze burocratiche nel decidere il loro status. Alcuni di loro sono stati sistemati in luoghi alternativi ma la maggior parte di loro, alla fine, ha fatto ritorno a Conetta dove gli ospiti, ad oggi, sono meno di un migliaio.

12:28Australia: si dimette ct Postecoglou, niente Mondiali

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - C'è chi ai Mondiali non può partecipare per non essersi riuscito a qualificare e chi, invece, non andrà per scelta personale. E' il caso del ct dell'Australia, Ange Postecoglou, che ha deciso di rassegnare le dimissioni una settimana dopo avere staccato il biglietto - alla guida dei 'socceroos' - per Russia 2018. Una decisione che ha colto tutti di sorpresa, dopo il successo sull'Honduras nello spareggio intercontinentale. Da quattro anni Postecoglou, vittorioso della Coppa d'Asia 2015, era alla guida della Nazionale australiana di calcio, che adesso dovrà affrontare i Mondiali con un'altra guida tecnica. "Ho speso troppo a livello mentale e nervoso, non me la sento di continuare - le parole che il ct dimissionario ha affidato al sito ufficiale della Federcalcio australiana -: è stato un privilegio allenare la Nazionale del mio Paese, ma non me la sento di continuare.

12:09Calcio: ds Monchi a Berizzo “Forza Mister, non arrenderti”

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Forza Mister, sei nel posto migliore del mondo per non arrenderti e non mollare mai, vincerai sicuramente questa battaglia. Un abbraccio di cuore. #animoToto ". Così, dal proprio account di Twitter, Ramon Rodríguez Verdejo, detto Monchi, direttore sportivo della Roma, manifesta il proprio sostegno all'allenatore del Siviglia, Eduardo Berizzo, che ha reso noto - tramite il proprio club di appartenza - di essere malato di cancro. Tanti gli attestati di solidarietà al tecnico argentino da parte di altri ex tesserati per il Siviglia, come Monchi. Fra essi Unai Emery, attuale allenatore del PSG ("supporto e amore non ti mancheranno in questa lotta"). Tweet di sostegno anche da parte dell'altra società di Siviglia, il Betis, che invita Berizzo ad avere "molta forza e grande carattere".

Archivio Ultima ora