L’italo-venezuelano Claverie Borgiani alla conquista di Budapest

Pubblicato il 20 luglio 2017 da redazione

Nuoto

Carlos Clavería in azione.

CARACAS – La capitale ungherese sta ospitando da quasi una settimana il mondiale di nuoto e tra i protagonisti in vasca c’è l’italo-venezuelano Carlos Claverie Borgiani (20 anni). Lo squalo caraqueño é tesserato dall’Universitá di Louisvelle in Kentucky negli Stati Uniti. “Mi sento in forma, gli allenamenti sono stati duri in vista della kermesse iridata e dei Juegos Bolivarianos che si disputeranno a novembre. Da quando sono tornato dai giochi olimpici di Rio la preparazione è stata più intensa”.

Durante i giochi di Rio de Janeiro 2016 ha preso parte prima alla gara dei 100 metri rana, chiudendo la sua partecipazione al 30esimo posto con un tempo di 1:01.13 e poi nei 200 metri rana, dove ha stabilito un nuovo record nazionale con un crono di 2:10.35, centrando così le semifinali.

Glaverie Borgiani ha parlato degli allenamenti in vista della manifestazionate natatoria di Butapest. “Non solo ci sono stati allenamenti in vasca, ma anche fuori, è un lavoro completo in palestra ed anche a livello nutrizionale, tutto questo senza tralasciare gli studi”.

Durante i primi mesi dell’anno ha anche rappresentato la sua casa di studio partecipanto al Grand Prix Meza, in Arizona e nel Grand Prix Santa Clara. “Queste prove mi hanno aiutato per testare i miei tempi. A me piace gareggiare, e negli Stati Uniti ci sono i piú bravi. Queste prove servono anche per conoscere meglio il mio corpo e la strategia che sto preparando. Cosi posso conoscere come dosare le energie e capire fino a dove posso arrivare quando sono al top della forma”.

La manifestazione natatoria si svolgerà in tre impianti nel raggio di pochi chilometri. I siti iridati di Budapest saranno collegati tra loro da una flotta di shuttlebus, cui si aggiungono il lago Balaton, che riceve il nuoto in acque libere, e Batthyany Square, che si affaccia sul Danubio, per i tuffi dalle grandi altezze. La location destinata a nuoto e tuffi è il Cubo, il nuovo e modernissimo impianto del Danube Arena con 5.000 posti a sedere fissi e 8.000 aggiuntivi.

Il sincronizzato ha un’isola tutta sua creata appositamente all’interno di Varosliget Park, il parco pubblico di 100 ettari che si trova al centro della città e nei mesi invernali ospita la più grande pista di pattinaggio su ghiaccio d’Europa. I tornei di pallanuoto maschile e femminile si disputano alla Alfred Hajos, la storica piscina dell’Isola Margherita, costruita nel 1930 e che dal 1975 porta il nome del nuotatore e architetto ungherese che la progettò. I campionati mondiali si concludono il 30 luglio.

Lo squalo nato 20 anni fa a Caracas inizierà la sua partecipazione nel mondiale domenica quando sarà impegnato 100 metri rana, poi il 26 luglio nei 50 rana e chiuderà la sua partecipazione nei 200 metri il 28, in quest’ultima modalità ha stabilito il record nazionale nei giochi di Rio 2016.

Questa sarà la terza presenza in un mondaiele per Carlos Claverie Borgiani dopo le presenze nelle edizioni Barcellona nel 2013 e Kazan nel 2015. “Conosco il ritmo di un mondiale. La mia meta è rappresentare nel migliore dei modi il mio paese e sento che sono preparato per questo”.

Lo squalo caraqueño annovera nel suo palmares una presenza nei Giochi Olimpici Giovanili che si sono svolti nel 2014 a Nanchino. In Cina l’italo-venezuelano é salito tre volte sul podio, record per un atleta proveniente dalla terra di Bolívar.

“Essere il primo venezuelano che centra questa impresa nei Giochi Olimpici Giovanili mi riempe di gioia. – confessò in quel momento il campione a una tivvu locale, aggiungendo – Spero que arrivino altre vittorie importanti in carriera e che nei prossimi giochi il mio record sia battuto da un altro connazionale, questo vorrá dire che Venezuela sta crescendo a livello sportivo.”

Nei Giochi Panamericani che si sono svolti nel 2015 a Toronto, in Canada, chiuse la sua partecipazione al sesto posto. Attualmente, lo squalo di Caracas é al dodicesimo posto nel ranking mondiale nei 200 metri rana.

Ma stando ai risultati ottenuti fino ad oggi, il futuro di Carlos Claverie Borgiani si prospetta pieno di medaglie e sicuramente sará una delle certezze venezuelane per le olimpiadi che si svolgeranno a Tokio nel 2020

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

13:16Scuola a Bolzano intitolata a Ilaria Alpi

(ANSA) - BOLZANO, 22 NOV - Viene intitolata a Ilaria Alpi, la giornalista Rai assassinata a Mogadiscio insieme al suo cineoperatore Miran Hrovatin, la scuola secondaria di via Cassa di Risparmio a Bolzano. La cerimonia è in programma venerdì prossimo. In mattinata sarà presente il regista del il film "Somalia 94, il caso Ilaria Alpi" Marco Giolo. Verso le 11.30, guarderà il film d'animazione con gli alunni e parlerà con loro del suo lavoro di giornalista. Nel pomeriggio, sarà organizzata per gli studenti delle scuole superiori una performance cinematografica e alle ore 18.00 si svolgerà la cerimonia di inaugurazione in presenza della dirigente scolastica il capo dell'amministrazione scolastica e altri membri del dipartimento di educazione della scuola.

13:07Sindaco Chioggia (M5s) indagato per abuso d’ufficio

(ANSA) - VENEZIA, 22 NOV - Il sindaco di Chioggia (Venezia) Alessandro Ferro del M5s, risulta indagato dalla Procura di Venezia per abuso d'ufficio. A renderlo noto lo stesso Ferro che ne dà notizia su Fb. "Mi è stato notificato un avviso di richiesta di proroga indagini da parte della Procura di Venezia per il reato di abuso d'ufficio - si legge sul suo profilo con il post tutt'ora in rete -. Prima d'ora non avevo ricevuto alcuna comunicazione, né ero a conoscenza di alcuna attività nei miei confronti". "Per trasparenza nei confronti di tutti i cittadini, in ossequio a uno dei pilastri fondanti del Movimento 5 stelle - rileva -, ne do comunicazione a tutti. Ho naturalmente piena fiducia nella giustizia. Vi terrò aggiornati su eventuali sviluppi". Ferro era stato oggetto di critiche per una sua presunta partecipazione azionaria nella gestione di una spiaggia e i relativi permessi.

12:52Zimbabwe: tv, Mnangagwa giura venerdì come presidente

(ANSA) - IL CAIRO, 22 NOV - Si terrà dopodomani venerdì la cerimonia di giuramento del nuovo presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa: lo scrive il sito dell'emittente pubblica del paese, la Zbc, il giorno dopo le dimissioni dell'ormai ex capo di Stato Robert Mugabe. "Il compagno Mnangagwa arriverà nel paese oggi alle sei del pomeriggio alla base aerea di Manyame, ad Harare", precisa il sito citando proprie "buone" fonti ufficiali.

12:47Libano: Hariri sospende dimissioni su richiesta Aoun

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 NOV - Il premier libanese Saad Hariri ha detto che il presidente Michel Aoun gli ha chiesto di riflettere sulla decisione di dimettersi. Hariri ha parlato poco fa dal palazzo presidenziale di Baabda in un discorso trasmesso in diretta dai media libanesi. "Ho presentato le dimissioni al presidente e lui ha auspicato che si prenda tempo per riflettere sulle cause (delle dimissioni). Ho risposto a questo auspicio, con la speranza che si arrivi a un dialogo e che si risolvano i problemi del paese".

12:46Migranti: da Prefetto Venezia i 55 partiti dal padovano

(ANSA) - PADOVA, 22 NOV - Gli ultimi 55 migranti che, nei giorni scorsi avevano lasciato il centro di Conetta nel veneziano, saranno ricevuti dal Prefetto di Venezia Carlo Boffi. I 'superstiti' della lunga marcia che li ha portati a girovagare dal veneziano fino al padovano dove hanno trascorso la notte in una struttura religiosa a Rubano, stamane con un bus messo a disposizione dalla Prefettura sono stati accompagnati a Venezia dove porteranno le loro ragioni e si deciderà della loro sorte in Prefettura. I migranti avevano lasciato Conetta in massa perché ritenevano inadeguata l'ospitalità che si protraeva da tempo nella struttura da loro ritenuta scomoda ma anche per le lunghezze burocratiche nel decidere il loro status. Alcuni di loro sono stati sistemati in luoghi alternativi ma la maggior parte di loro, alla fine, ha fatto ritorno a Conetta dove gli ospiti, ad oggi, sono meno di un migliaio.

12:28Australia: si dimette ct Postecoglou, niente Mondiali

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - C'è chi ai Mondiali non può partecipare per non essersi riuscito a qualificare e chi, invece, non andrà per scelta personale. E' il caso del ct dell'Australia, Ange Postecoglou, che ha deciso di rassegnare le dimissioni una settimana dopo avere staccato il biglietto - alla guida dei 'socceroos' - per Russia 2018. Una decisione che ha colto tutti di sorpresa, dopo il successo sull'Honduras nello spareggio intercontinentale. Da quattro anni Postecoglou, vittorioso della Coppa d'Asia 2015, era alla guida della Nazionale australiana di calcio, che adesso dovrà affrontare i Mondiali con un'altra guida tecnica. "Ho speso troppo a livello mentale e nervoso, non me la sento di continuare - le parole che il ct dimissionario ha affidato al sito ufficiale della Federcalcio australiana -: è stato un privilegio allenare la Nazionale del mio Paese, ma non me la sento di continuare.

12:09Calcio: ds Monchi a Berizzo “Forza Mister, non arrenderti”

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Forza Mister, sei nel posto migliore del mondo per non arrenderti e non mollare mai, vincerai sicuramente questa battaglia. Un abbraccio di cuore. #animoToto ". Così, dal proprio account di Twitter, Ramon Rodríguez Verdejo, detto Monchi, direttore sportivo della Roma, manifesta il proprio sostegno all'allenatore del Siviglia, Eduardo Berizzo, che ha reso noto - tramite il proprio club di appartenza - di essere malato di cancro. Tanti gli attestati di solidarietà al tecnico argentino da parte di altri ex tesserati per il Siviglia, come Monchi. Fra essi Unai Emery, attuale allenatore del PSG ("supporto e amore non ti mancheranno in questa lotta"). Tweet di sostegno anche da parte dell'altra società di Siviglia, il Betis, che invita Berizzo ad avere "molta forza e grande carattere".

Archivio Ultima ora