Tour: la quarta volta di monsieur Froome, ora la leggenda

Pubblicato il 23 luglio 2017 da ansa

Froome festeggia il poker con la famiglia. EPA/IAN LANGSDON

ROMA. – Chris Froome trionfa per la quarta volta a Parigi, come voleva il pronostico e come ha meritato da quando, il primo luglio scorso, il 104/o Tour de France è scattato da Duesseldorf. Il nome del vincitore era scritto sull’asfalto, ma la sua affermazione – rispetto alle altre – non è stata scontata. Anzi, il keniano bianco fa bene a ringraziare i compagni del Team Sky, che lo hanno scortato e protetto, nelle fasi cruciali di una corsa il cui tracciato, mai come quest’anno, era assai duro.

Dopo il poker sui Campi Elisi, a monsieur Froome resta la leggenda: è, infatti, a un passo dalla cinquina, che è riuscita solo ad Anquetil, Merckx, Indurain e Hinault, ultimo profeta in patria (1985). Froome ha vinto con il contribuito determinante dello squadrone inglese Sky, ma ovviamente ci ha messo del suo, pur senza apparire imbattibile come negli anni scorsi.

Ha vinto il Tour senza strafare, soffrendo, mentre nel 2013 e 2015 era apparso un marziano; l’anno scorso la sua maglia gialla era stata messa a repentaglio da Nairo Quintana, che quest’anno ci ha riprovato, ma è apparso l’ombra di se stesso. Altro che doppietta Giro-Tour: né Giro, né Tour.

“E’ stata sicuramente la vittoria più difficile, perché i miei rivali erano a un passo. Sono contento di averla conquistata e stasera ci sarà una festa vera”, le parole della maglia gialla.

L’Italia ha sognato a lungo, riponendo le speranze nelle gambe di Fabio Aru, reduce da una stagione sfortunatissima: dopo essere stato costretto a rinunciare al Giro d’Italia 100, per infortunio, è stato catapultato al Tour. Il sardo ha vinto ed entusiasmato in maglia tricolore a La planche des belles filles, vincendo come Nibali, ha pure avuto l’onore di indossare la maglia gialla a Peyragudes, l’ha tenuta per un paio di giorni e poi l’ha restituita al ‘legittimo proprietario’ Froome, che non l’ha più mollata.

Aru, anche al Tour, non è stato fortunato: chiude al quinto posto, a oltre 3′ dal vincitore, ma ha dovuto fare tutto da solo, perché ha perso due compagni tatticamente e strategicamente importanti come Fuglsang e Cataldo. Il primo dei due gli ha addirittura conteso lo scettro di capitano dell’Astana per diversi giorni, prima di tornare nei ranghi e uscire di scena per caduta. Aru, dopo avere coltivato addirittura qualche ambizione gialla, è rimasto a lungo sul podio, prima di scendere per fare spazio al colombiano Rigoberto Uran, secondo, e a Romain Bardet, terzo, collocandosi alle spalle del quarto classificato, lo spagnolo Mikel Landa.

“Visto com’era andata la stagione sono veramente contento di questo quinto posto – le parole del sardo -: c’è stato un netto miglioramento rispetto all’anno scorso e qua tornerò presto a gareggiare”.

Altri big hanno dovuto salutare la corsa anzitempo: il primo è stato Valverde, finito sulle transenne nella crono d’apertura, poi è toccato a Geraint Thomas e a Richie Porte, uno dei favoriti. Il campione del mondo Peter Sagan è stato squalificato dalla giuria con l’accusa di avere volutamente spinto sulle transenne Cavendish, anche lui ritiratosi. Il tedescone Kittel, che ha vinto cinque tappe allo sprint, ha dovuto salutare la maglia verde della classifica a punti – e sempre dopo una caduta – che è finita sulle spalle di Matthews.

Il miglior scalatore è risultato Warren Barguil che, assieme a Bardet, rappresenta la speranza del ciclismo francese. A Simon Yates, che succede al fratello Adam, va la maglia bianca di miglior giovane. Infine, la tappa di oggi, vinta dall’olandese Dylan Groenewegen allo sprint. Ma domani nessuno se lo ricorderà.

Ultima ora

23:42Trovati corpi madre e figlio, omicidio-suicidio nel Cuneese

(ANSA) - CHERASCO (CUNEO), 19 NOV - I corpi di un uomo di 56 anni e della madre di 84 sono stati trovati, questa sera, in una casa di una frazione di Cherasco, nel Cuneese. Secondo gli investigatori, non vi è dubbio che si è trattato di un caso di omicidio-suicidio. L'uomo ha sparato alla madre con una pistola poi si è puntato la stessa arma alla testa e si è ucciso. Madre e figlio, secondo quanto si è appreso, vivevano insieme. Le due vittime sono Giovanni Abrate, idraulico, e la madre Maddalena Favole. Vivevano in una villetta della frazione Bricco. A scoprire i corpi senza vita è stata la sorella dell'anziana e zia dell'omicida che, non avendo risposta al telefono dai familiari, si è recata nell'abitazione in serata. Le indagini sono condotte dai carabinieri della compagnia di Bra (Cuneo). (ANSA).

22:41Zimbabwe: Mugabe parla in tv ma non si dimette

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Il presidente dello Zimbabwe Robert Mubage in un discorso alla nazione non ha annunciato le sue dimissioni, come invece si prevedeva. Ed ha annunciato che il mese prossimo presiederà il congresso del suo partito. Il presidente dell'associazione dei veterani di guerra in Zimbabwe, Chris Mutsvangwa, ha annunciato che la procedura per l'impeachment nei confronti del presidente Robert Mubage andrà avanti domani.

22:28Pallavolo: Superlega, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Risultati dell'8/a giornata della Superlega di pallavolo: Diatec Trentino - Taiwan Latina giovedì 23 Azimut Modena - Revivre Milano 3-2 Wixo Piacenza - Kioene Padova 1-3 Gi Group Monza - Lube Civitanova 1-3 Callipo Vibo Valentia - Sir Safety Perugia 0-3 Bunge Ravenna - BCC Castellana Grotte 3-0 Biosì Indexa Sora - Calzedonia Verona 0-3 - Classifica: Perugia 24; Modena e Civitanova 20; Ravenna 17; Piacenza e Padova 13; Verona 12; Milano 9; Vibo Valentia e Latina 8; Trentino 7; Monza 6; Castellana Grotte 4; Sora 1.

22:22Calcio: Ausilio, Pastore? Staremo attenti alle occasioni

(ANSA) - MILANO, 19 NOV - "Pastore? Siamo l'Inter, abbiamo il dovere di dover stare attenti a quei giocatori che possono fare al caso nostro. Il mercato di gennaio non mi fa impazzire, perché le occasioni sono rare". Il direttore sportivo dell'Inter Piero Ausilio, prima della partita contro l'Atalanta a San Siro, non si sbilancia sul futuro dell'attaccante del Psg Javier Pastore che ieri sera ha aperto ad un possibile ritorno in Italia proprio nel mercato di riparazione. "Ci sono ragazzi che lavorano per un'occasione - spiega Ausilio commentando la chance che Spalletti ha concesso a Santon - arriva il momento per tutti, come stasera con Santon e sarà lo stesso per Joao Mario".

21:17Calcio: Hamsik, con il Milan vittoria della pazienza

(ANSA) - NAPOLI, 19 NOV - "Dopo il pareggio col Chievo, volevamo tornare a vincere, ma sapevamo di dover affrontare un buon avversario. Siamo stati pazienti, sapevamo che prima o poi avremmo superato il muro difensivo del Milan". Marek Hamsik, come è ormai consuetudine, affida al proprio sito ufficiale il commento della partita giocata ieri sera al San Paolo. "E' stato fondamentale - dice lo slovacco - segnare un gol nel primo tempo e alla fine abbiamo vinto ottenendo tre punti importanti contro una squadra di qualità". "Fino ad ora - conclude Hamsik - 11 vittorie e due pareggi. E' fantastico! Il campionato però è ancora lungo dobbiamo continuare così e rimanere concentrati. Martedì ci aspetta la sfida in Champions contro lo Shakhtar. Faremo di tutto per vincere".

21:14Pallavolo: Serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Risultati della 6/a giornata del campionato di serie A/1 donne di pallavolo: Imoco Conegliano - Saugella Monza 3-0 Igor Novara - Foppapedretti Bergamo 3-0 Unet Busto Arsizio - Sab Legnano 3-0 Il Bisonte Firenze - Pomì Casalmaggiore 3-2 Lardini Filottrano - Liu Jo Modena 0-3 Mycicero Pesaro - Del Bene Scandicci 2-3 - Classifica: Conegliano 18; Scandicci e Novara 17; Busto Arsizio 15; Modena 9; Pesaro 8; Monza e Legnano 6; Firenze 5; Casalmaggiore 4; Filottrano 3; Bergamo 0.

21:12Rugby: Eccellenza, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Risultati della settima giornata del campionato di rugby di Eccellenza: Femi-Cz Rovigo- Patarò Calvisano 23-20 Lafert San Donà - Petrarca Padova 14-22 Viadana - Conad Reggio Emilia 31-17 Aeroporti I Medicei - Fiamme Oro 16-20 Lazio - Mogliano 24-20 - Classifica: Patarò Calvisano 29; Femi-Cz Rovigo 27; Petrarca Padova 26; Viadana 20; Fiamme Oro 19; Lafert San Donà 18; I Medicei 17; Lazio 6; Conad Reggio E. 5; Mogliano 4.

Archivio Ultima ora