Capriles: “il governo riveda subito la sua posizione riguardo la Costituente”

CARACAS.- L’instancabile Governatore di Miranda segue la crociata contro la Costituente  e avverte che ci saranno pesanti sanzioni economiche da parte di molti paesi se Maduro non la sospende.

Secondo Capriles, le sanzioni economiche non faranno altro che sprofondare il paese sempre di più nella povertà perciò è imprescindibile che la Costituente non si concreti.

Il governatore ha ribadito che il paese sta vivendo giorni cruciali. “Martedì dovremo prepararci per iniziare uno sciopero generale di 48 ore previsto da mercoledì alle 6 am fino a venerdì alla stessa ora.” E ha aggiunto che venerdì avrà luogo la Gran Toma de Caracas, una protesta generale che potrebbe significare arrivare fino a Miraflores.

Miraflores,  è la sede del governo e posto emblematico al quale l’opposizione non è più riuscita ad arrivare dopo il 2001.

Capriles si è riferito all’ordine di cattura che il governo ha emesso contro i 33 nuovi magistrati designati dall’ Assemblea Nazionale come un’altra azione intimidatoria perché il popolo non partecipi alle proteste programmate per sospendere la Costituente.

Non ha risparmiato la sua critica alle parole proferite dalla Rettore del Cne Socorro Hernández, la quale secondo il Governatore, avrebbe fatto capire che dopo la Costituente non ci saranno più elezioni libere nel paese.