Fmi vede ripresa nell’Eurozona, ora Italia spinga sulle riforme

Pubblicato il 25 luglio 2017 da ansa

International Monetary Fund (IMF) Christine Lagarde. EPA/MICHAEL REYNOLDS

NEW YORK. – La ripresa di Eurolandia si rafforza. E l’Italia, così come altri paesi europei, deve approfittarne per spingere sull’acceleratore delle riforme, portando avanti politiche pro-crescita senza perdere di vista la riduzione del debito. Il Fondo Monetario Internazionale vede rosa per l’economia Eurozona, trainata dalla locomotiva tedesca e dalla Spagna. Più indietro Francia e Italia, sulla quale continuano a pesare gli effetti più persistenti della crisi. Se infatti il Pil della Germania è già riuscito saldamente a tornare ai livelli pre-crisi, l’Italia dovrà attendere fino alla metà degli anni 2020 per vedere la sua economia recuperare il terreno perso.

Su Eurolandia il Fmi è ottimista almeno nel breve periodo. A medio-lungo termine restano però “significativi rischi al ribasso”, fra i quali la crisi dei migranti: da qui l’invito a non abbassare la guardia e a non compiacersi, soprattutto sul fronte finanziario. L’ammontare dei crediti deteriorati nell’area euro è calato negli ultimi due anni di 160 miliardi di euro, ma lo stock – osserva il Fondo – resta elevato a circa 1.000 miliardi di euro. I progressi nella riduzione degli npl sono stati “lenti” in Italia, il paese che ne ha di più: sono calati solo del 5% rispetto al picco del 2015.

“Servono ulteriori sforzi per affrontare i crediti deteriorati e la bassa produttività delle banche” afferma il Fmi, incoraggiando le autorità europee a continuare a lavorare per centrare l’obiettivo dell’unione bancaria. Lodando l’azione della Bce, il Fmi ritiene “prematura” un’uscita dalle misure di stimolo, gettando di fatto un’ombra sul tapering. La politica della Bce dovrebbe restare accomodante fino a che l’inflazione non rialzerà la testa e non mostrerà segnali evidenti di avvicinamento all’obiettivo del 2%. Un target che, secondo il Fmi, non sarà centrato almeno fino al 2022, a fronte di una crescita all’1,9% quest’anno e all’1,7% il prossimo, con un tasso di disoccupazione in calo all’8,8% nel 2018.

Mario Draghi ha rassicurato nell’ultima riunione della Bce sul tapering ma senza successo: le sue parole non hanno convinto gli investitori, che scommettendo su una revisione a breve del quantitative easing hanno messo le ali all’euro, salito oggi ai massimi dall’agosto 2015 a 1,17 dollari. La ripresa dell’Eurozona offre ai paesi membri la possibilità di accelerare sulle riforme. Gli stati che hanno spazio di bilancio dovrebbero usarlo per aumentare il potenziale di crescita con investimenti pubblici e riforme strutturali.

“I paesi che non ne hanno dovrebbero andare avanti con il consolidamento per avviare il debito su una traiettoria di calo. Tutti i paesi, a prescindere dalla spazio fiscale a disposizione, dovrebbero rendere la loro politica di bilancio pro-crescita”, afferma il Fmi nell’Article Iv per l’area euro, sottolineando che l’Italia, così come la Francia e il Portogallo, dovrebbe approfittare dell’attuale ripresa per avviare il debito su una traiettoria di riduzione. E dovrebbe continuare sulla strada delle riforme, con priorità all’aumento della concorrenza nei mercati dei servizi e dei prodotti e a una maggiore efficienza del settore pubblico.

Il Fmi ribadisce per l’Italia la sua ricetta, che passa per una razionalizzazione delle spese fiscali, un ampliamento della base imponibile e una tassa moderna sulle proprietà immobiliari. Interventi che consentirebbero al Belpaese di ridurre il cuneo fiscale.

(Di Serena Di Ronza/ANSA)

Ultima ora

16:07Incendi: fiamme in Valle di Susa, evacuate alcune borgate

(ANSA) - TORINO, 22 OTT - Un incendio è divampato a Bussoleno, in Valle di Susa, nella frazione Campo Benetton. Le fiamme hanno raggiunto i 1.900 metri di quota, bruciando un centinaio di ettari di vegetazione. I vigili del fuoco, impegnati a domare il rogo, anche con l'ausilio di due canadair, hanno evacuato alcune borgate e tratto in salvo un'anziana da un casolare di Chianocco. La donna è stata prelevata dalla sua abitazione e portata via su un'auto dei carabinieri, costretta ad attraversare la strada in fiamme. Sul posto anche i carabinieri forestali di Bussoleno, impegnati a verificare l'eventuale presenza negli alpeggi della zona di allevatori. Ancora da stabilire le cause dell'incendio, alimentato dal forte vento.(ANSA).

16:01Calcio: Milan-Genoa, Bonucci espulso con la Var

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - La prima volta di un cartellino rosso deciso dalla Var costa l'espulsione a Leonardo Bonucci. Il capitano del Milan è stato sanzionato al 23' pt dall'arbitro Giacomelli per una gomitata, inizialmente non vista, nell'area del Genoa al difensore rossoblu Aleandro Rosi.

15:58Renzi, spero sia scelto migliore, se vogliono Visco facciano

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Nella mozione Pd c'è un giudizio sul passato, ma per il futuro sceglierà Gentiloni. Io non ho nomi. Ho un profilo: vorrei che chiunque fosse scelto sia il migliore o la migliore possibile". Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più". "Volete nominare Visco? Fatelo. Volete nominare un altro? Fatelo. Ma il giudizio su quanto accaduto deve essere il più laico possibile", sottolinea.

15:57Bankitalia: Renzi, rivendico sia merito che metodo

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Sia nel merito che nel metodo rivendico quanto fatto" con la mozione Pd su Bankitalia. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più".

15:52Gb: all’asta l’ultimo quadro dipinto da Winston Churchill

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Va all'asta l'ultimo dipinto realizzato da Winston Churchill: lo annuncia l'agenzia Pa citando un dirigente della celebre casa d'aste Sotheby's. L'opera, raro esempio d'arte 'astratta' nella produzione di sir Winston, s'intitola 'The Goldfish Pool At Chartwell'. Fu completata nel 1962 e donata poco prima della morte del primo ministro britannico della Vittoria (nel '65) al sergente Edmund Murray, sua storica guardia del corpo. Rievoca il luogo che Churchill definì "il più speciale al mondo" per rilassarsi durante la II guerra mondiale. Stando alle previsioni, dovrebbe essere aggiudicata per una cifra attorno alle 80.000 sterline, circa 90.000 euro. Pittore dilettante quanto prolifico, oltre che statista, storico, giornalista e premio Nobel per la letteratura, Churchill dipinse in un quarantennio - dopo essersi appassionato all'hobby del pennello a partire dagli anni '20, come strumento per uscire dalla depressione in un momento politico e personale buio - 544 fra acquerelli e altre opere.

15:38Catalogna: Dastis,molte immagini violenza polizia sono false

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Finora, molte delle immagini diffuse sono dei fake, se c'è stato uso della forza da parte della polizia è stato limitato e comunque rispettava le disposizioni delle autorità" per il rispetto della legge. Lo ha detto il ministro degli Esteri spagnolo Alfonso Dastis alla Bbc, rispondendo ad una domanda sulla violenza della polizia il primo ottobre in Catalogna, durante le operazioni di voto del referendum indipendentista. "Se c'è stato uso della forza, e alcune immagini in effetti lo testimoniano, non è stato deliberato, ma è stato provocato", ha aggiunto Dastis.

15:36Namibia: rivincita del rinoceronte, azzoppato un bracconiere

(ANSA) - IL CAIRO, 22 OTT - Un cacciatore di frodo ha avuto la peggio in una battuta al rinoceronte in un parco nazionale del nord della Namibia: è stato gravemente ferito ad una gamba dall'animale e poi arrestato. La vittoria del rinoceronte sul suo persecutore consumatasi nell'Etosha National Park è stata descritta dal sito del quotidiano "The Namibian" basandosi su informazioni della polizia di Kunene. L'uomo, Luteni Muharukua, di età imprecisata, era penetrato nel parco assieme ad altri bracconieri per cacciare rinoceronti. Mentre erano sulle tracce di un esemplare, l'altrimenti mansueto mammifero è "sbucato dal nulla e ha caricato" i criminali: nella fuga, Muharukua è caduto e il rinoceronte "lo ha gravemente ferito alla gamba". A minacciare l'esistenza di questi animali imponenti ma "dall'indole pacifica" è il commercio di corni che ha causato la morte della metà dei rinoceronti durante gli anni Settanta.

Archivio Ultima ora