Onu: “Nessuno dovrebbe essere obbligato a votare il 30 luglio”

La asamblea de la Onu

GINEVRA.- Circolano voci che il governo voglia obbligare i cittadini a votare per la Costituente e l’Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite pensa che nessun cittadino debba essere obbligato a votare per la Costituente voluta da Maduro e criticata dall’opposizione.

La portavoce del Commissario, Liz Throssell, ha comunicato che all’organismo internazionale sono molto preoccupati per il Venezuela e i momenti di tensione che si stanno vivendo nel paese alle porte della Costituente.

Secondo quanto riporta l’agenzia Afp, la Throssel ha ribadito che “si deve rispettare la volontà del popolo venezuelano di partecipare o meno a questa elezione.”

Throssel ha aggiunto che “nessuno dovrebbe essere obbligato a votare e che chiunque decida di farlo, dovrebbe farlo in piena libertà.”

E non ha dimenticato di riferirsi al fatto che sono preoccupati anche perchè tutte le manifestazioni sono state proibite fino al 1mo di agosto. A questo riguardo, Maduro ha minacciato con il carcere da 5 a 10 anni per chi volesse boicottare le elezioni.

È risaputo che l’opposizione non parteciperà a questi comizi perché considera che Maduro vuole la Costituente per perpetuarsi nel potere e così evitare le elezioni previste per il 2018.

Ma il governo insiste che la Costituente servirà per portare pace nel paese e ricuperare la debole economia.