Pallacanestro, Gallinari rissa e caso: “Solo un errore, chiedo scusa”

Pubblicato il 31 luglio 2017 da ansa

Gallinari, rissa con l’olandese Kok: espulsione e mano rotta

ROMA. – Il danno (per l’Italia), la beffa (per il diretto interessato). Il pugno di reazione scagliato da Danilo Gallinari all’olandese Jito Kok durante l’ ‘amichevole’ preparatoria di Trento verso gli Europei lascia orfana l’Italbasket del suo elemento più rappresentativo che, paradossalmente, è riuscito anche a farsi male seriamente (frattura della base del primo metacarpo della mano destra), cercando di farsi giustizia da solo in campo dopo la gomitata non proprio sportiva del tulipano.

“E’ stato solo un errore, enfatizzato dal fatto che purtroppo mi sono fatto male: sono dispiaciuto più che altro per i miei compagni di squadra, ai quali chiedo scusa”, le prime parole dell’azzurro al telefono con l’Ansa dopo il parapiglia (soprattutto mediatico) per il suo folle gesto. “Ribadisco, i miei compagni non meritavano tutto questo – aggiunge – Adesso devo stare fermo con la mano immobile per un po’ e starò a casa. Poi quando finisce la riabilitazione torno a Los Angeles”.

La cronaca racconta di un gesto non certo esemplare che però sferrato da un nuovo giocatore dei Los Angeles Clippers, franchigia NBA, ha scatenato reazioni e unanime condanna (anche se col beneficio della provocazione). Già nella notte, dopo il match della Trentino Cup, il ‘Gallo’ si era scusato “con i compagni e con tutti” per il folle gesto che gli costerà 40 giorni di stop e l’Europeo.

“Danilo ha compreso di aver sbagliato. Mi dispiace che in una giornata di trionfo per lo sport italiano finiamo sui media per un gesto non edificante di un nostro atleta”, la tirata d’orecchi del presidente della Federbasket, Gianni Petrucci, in una dichiarazione all’Ansa dove non nasconde la sua amarezza per la rissa che nega gli Europei all’ala dei Clippers: “Ora sta alla squadra compattarsi per reagire positivamente”, aggiunge cercando di motivare il gruppo privo di una delle sue stelle.

“Purtroppo ormai quello che è successo è il passato – gli ha fatto eco il ct azzurro Ettore Messina – è stato un errore molto grave perché il concetto di farsi giustizia da soli non è in nessun modo condivisibile. Non è condivisibile soprattutto quando si hanno grosse responsabilità nei confronti degli altri. Gli errori si pagano e questo lo pagheremo tutti insieme – ha aggiunto il ct che al suo posto ha già convocato Diego Flaccadori, guardia dell’Aquila Trento – Sono sicuro che Danilo imparerà da ciò che è successo e che la prossima volta che indosserà la maglia azzurra potrà dare un contributo alla squadra per ottenere buoni risultati”.

E a guardare avanti invita anche il capitano azzurro Gigi Datome: “Avanti a testa alta con responsabilità ambizione e coraggio. Uniti e compatti, c’è ancora tanto da fare ma è stato un buon raduno”, ha scritto l’ala del Fenerbache che poi replica alla pioggia di critiche piovute addosso al suo compagno d’azzurro: “So che son tante parole, ma nel mentre, almeno sin qui, ci stiamo mettendo anche i fatti. E dobbiamo continuare a farlo. Non ho fatto questo post per accumulare commenti su quello che è successo. Ci sono tante altre pagine, forum, bar predisposti per quello. Il mio era un messaggio propositivo per il futuro. Piangersi addosso e/o colpevolizzare lasciano il tempo che trovano e soprattutto non ci aiutano sul campo, che è il nostro compito”.

E da domani gli azzurri si spostano a Cagliari, dove resteranno in raduno fino al 13 agosto: e Gallinari non ci sarà.

Ultima ora

16:06Zimbabwe: ‘Mugabe vada via’, lo slogan della protesta

(ANSA) - IL CAIRO, 18 NOV - Si sta cristallizzando su "Mugabe must go" (Mugabe se ne deve andare) lo slogan della manifestazione di oggi ad Harare, in Zimbabwe. La frase, in inglese, viene usata in particolare per i loro aggiornamenti da tre dei maggiori siti di informazione del paese tra cui quello dello quotidiano governativo Herald. "I cittadini hanno parlato: #MugabeMustGo!!!", ha twittato un ex-ministro dell'Istruzione e avvocato impegnato per la difesa dei diritti umani. David Coltart. In un video sull'hashtag #MugabeMustGo si vedono giovani esultare a braccia levate, urlare e cantare.

15:45Allegri, Italia? fra qualche anno, se mi vogliono…

(ANSA) - TORINO, 18 NOV - Allenare la Nazionale italiana? "In questo momento assolutamente non è la mia ambizione, mi tolgo di scena. Tra qualche anno, invece sì, se me ne daranno la possibilità, altrimenti vado al mare, dove anche sto bene". Così Massimiliano Allegri sul dopo-Ventura alla guida degli azzurri. "Alla Juve sto bene, ho un contratto, dobbiamo fare ancora tante cose insieme - ha detto il tecnico bianconero - ci sono molti obiettivi da raggiungere, c'è da costruire la squadra per il futuro".

15:44Salvini,non capisco Cav,voto a maggio è troppo tardi

(ANSA) - MILANO, 18 NOV - "Spero si voti il prima possibile e che nessuno voglia tirare a campare. Non capisco perché Berlusconi parli di un voto più avanti a maggio". Lo dice il segretario della Lega Salvini alla fiera 'G! Come giocare' a Milano. Salvini ribadisce che "prima si vota e meglio è, visto che si andrà a un governo di centrodestra dove le idee della Lega saranno determinanti. Chiedete al Cav perché voglia votare a maggio, per me è già troppo tardi". "Entro novembre definiamo il programma della Lega. Poi lo confronteremo con quello degli altri", aggiunge.

15:43Elezioni: Meloni, ok Cav ma no a posticipare data

(ANSA) - L'AQUILA, 18 NOV - "Facciamo un appello alla Corte Europea dei diritti dell'uomo perché la sentenza possa arrivare il prima possibile, Silvio Berlusconi ha tutto il diritto di presentarsi alle prossime elezioni, e lo speriamo perché è un valore aggiunto, però credo che gli italiani debbano andare a votare". Così Giorgia Meloni, presidente nazionale di Fratelli d'Italia, a margine di un evento all'Aquila, rispondendo ai cronisti sulla possibilità di posticipare la data delle prossime elezioni politiche.

15:42Picchiata e costretta in casa, liberata da polizia

(ANSA) - PISTOIA, 18 NOV - E' stata rintracciata dalla polizia e liberata, una ragazza milanese di 21 anni picchiata e costretta in casa da due marocchini trentenni, in Toscana, a Ponte Buggianese. La giovane, la cui scomparsa era stata denunciata dalla sorella a Milano, secondo quanto emerso, avrebbe accettato l'invito di trascorrere alcuni giorni in Toscana da due marocchini trentenni, con uno dei quali in precedenza aveva avuto una breve relazione sentimentale. Ma, dopo una lite per motivi di gelosia, sarebbe stata picchiata, privata del passaporto italiano, dei soldi e del telefono e costretta a restare in casa. Solo quando, dopo alcuni giorni, uno dei due marocchini, avrebbe acconsentito a portarla fuori con sé per fare la spesa, la giovane è stata rintracciata da pattuglie di polizia già in azione sul territorio, dopo una serie di indagini che ne confermavano la presenza a Ponte Buggianese. L'uomo che era con lei è stato arrestato. Ricercato il secondo marocchino che è stato denunciato.

15:33Cc uccide sorella, cognato e padre e si spara, è grave

(ANSA) - SAVA (TARANTO), 18 NOV - Un carabiniere di 53 anni ha ucciso con colpi di pistola la sorella, il cognato e il padre. Poi ha rivolto l'arma contro se stesso e si è sparato. Il militare è ora in fin di vita. E' successo a Sava (Taranto), in via Giulio Cesare. Il carabiniere è in servizio al reparto radiomobile di Manduria. Al momento non si conosce il movente della tragedia.

15:25Moto: tragedia al Gp di Macao, muore Dan Hegarty

(ANSA-AP) - MACAO, 18 NOV - Il pilota britannico Daniel Hegarty è morto oggi sul circuito di Macao durante il Gran Prix di motociclismo che si corre sul tracciato cittadino di Guia. Il 31enne Hegarty, in gara per la Topgun Racing Honda, è uscito improvvisamente di strada, perdendo il congtrollo della sua moto e finendo violentemente contro le barriere protettive e perdendo il caso. Sebbe ei soccorsi siano arrivati tempestivi, Hegarty è morto durante il trasporto in ospedale. La gara è stata immediatamente sospesa.

Archivio Ultima ora