Aeroporti: arriva robot che taglia le code ai check-in

A renderlo possibile potrebbe essere il robot 'Kate'
Aeroporti: arriva robot che taglia le code ai check-in

ROMA. – Basta code ai check-in. A renderlo possibile potrebbe essere il robot ‘Kate’, un vero e proprio chiosco intelligente per il check-in, che si muove da solo verso le aree più affollate dell’aeroporto, così da ridurre le code di passeggeri in attesa.

Il robot, realizzato da Sita (fornitore di servizi di comunicazione e soluzioni It presente in più di 1000 aeroporti in tutto il mondo), incrociando diverse fonti di dati (comprese informazioni su voli e flussi di passeggeri), identifica le aree dello scalo in cui l’afflusso di un gran numero di passeggeri rende consigliabile la presenza di più chioschi per il check-in e le raggiunge, per permettere ai passeggeri di fare il check-in e stampare le etichette per il bagaglio in minore tempo.

“Picchi e depressioni nei flussi di passeggeri sono una sfida per compagnie aeree e aeroporti: noi oggi forniamo una soluzione, lanciando chioschi intelligenti che possono essere facilmente disposti nello scalo, quando e dove sono necessari”, spiega il direttore di Sita Lab, il dipartimento di ricerca e sviluppo di Sita, Jim Peters, CTO, SITA. Il robot è stato presentato a maggio a Bruxelles e per il disegno dei chioschi – si legge in una nota – è attualmente in corso una richiesta di brevetto.