Maturità: 5.494 diplomati con lode, in Puglia top di superbravi

Studenti consultando i tabelloni con i risultati degli esami di maturità
Studenti consultando i tabelloni con i risultati degli esami di maturità

ROMA. – Tutti promossi, o quasi, anche alla Maturità edizione 2017 che fa registrare un incremento dei 100 e dei 100 e lode ma anche un aumento di chi ha portato a casa il diploma strappando appena la sufficienza. Il ministero dell’Istruzione ha diffuso oggi i primi dati sugli esami di Stato e sugli scrutini finali dell’anno scolastico da poco concluso (il quadro completo e definitivo sarà pubblicato a ottobre). Dati dai quali emerge pure che quasi il 25% degli studenti delle Superiori è stato “rimandato” a settembre.

IN PUGLIA MAGGIOR NUMERO DI SUPERBRAVI

All’esame di maturità è stato ammesso il 96,2% degli studenti e il 99,5% degli esaminati è stato promosso. Il 62,5% ha ottenuto un voto superiore a 70/100. In particolare, i 100 sono il 5,3% del totale, in lieve aumento rispetto all’anno scorso (5,1%). Le votazioni 91-99 si confermano all’8,5% del totale; coloro che prendono un voto fra 81 e 90 scendono al 18,9% rispetto al 19,1% del 2016; in calo anche le votazioni 71-80: quest’anno sono il 28,6%, erano il 29,2% nel 2016. L’andamento delle votazioni 61-70 sale leggermente: 29,1% rispetto al 29% dello scorso anno. I 60 passano all’8,4% dall’8% dell’anno scorso. Lieve aumento delle lodi: sono l’1,2% rispetto all’1,1% del 2016. In Italia sono in tutto 5.494 i diplomati con lode.

In termini di dati assoluti le Regioni con il maggior numero di ‘super bravi’ sono Puglia (944 diplomati con lode), Campania (802) e Sicilia (516). Guardando al rapporto percentuale fra diplomati con lode e popolazione scolastica territoriale, in Puglia si diploma con lode il 2,6% dei maturandi della regione, in Umbria il 2,4%, nelle Marche il 2,3%. Le votazioni dei liceali sono mediamente più alte: il 2% ha conseguito la lode, il 7,6% ha avuto 100, il 10,9% tra 91 e 99, il 22,2% tra 81 e 90. Tra le ragazze e i ragazzi dei Tecnici e dei Professionali, le lodi rimangono stabili e aumentano i 100. Nei Licei, a primeggiare nelle votazioni più alte, è il Classico.

ALLE SUPERIORI 1 SU 4 RIMANDATO

Meno bocciati, ma quasi il 25% degli studenti deve “riparare” almeno una materia. Le bocciature passano dal 7,9% dello scorso anno all’attuale 7,3% e sono concentrate soprattutto al primo anno (11,5% contro il 12,6% nel 2016) confermando la difficoltà che i ragazzi incontrano nel passare dalle medie alle superiori. I non promossi sono l’11,9% nei Professionali, il 9,5% nei Tecnici e il 4,1% nei Licei, percentuali comunque tutte in calo rispetto al 2016.

Aumentano però gli studenti con giudizio sospeso, dal 22,3% del 2016 al 22,7% di quest’anno, frequentanti soprattutto gli indirizzi Tecnici (27,2%),seguiti da Professionali (24,9%) e Licei (19,2%). Per quasi una ragazza o un ragazzo su quattro dunque, si prospetta un’estate di ripassi.

IN TERZA MEDIA PROMOZIONI SFIORANO IL 100%

La percentuale di ammessi all’esame del I grado quest’anno sale al 98% dal 97,6% del 2016. Confermato, invece, il 99,8% di promozioni all’Esame. Aumenta, infine, il numero di alunni ammessi alla classe successiva: 97,7% rispetto al 97% dello scorso anno.