Pace a sinistra tra Pisapia e Speranza, assemblea a ottobre

Pubblicato il 03 agosto 2017 da ansa

Giuliano Pisapia con Pier Luigi Bersani (S) durante la manifestazione “Insieme, nessuno escluso”, convocata da Campo Progressista, in Piazza SS. Apostoli, Roma, 1 luglio 2017. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

ROMA. – Una “grande assemblea democratica” a ottobre. Con questo annuncio Giuliano Pisapia e Roberto Speranza siglano la pace tra Campo progressista e Mdp dopo la lite seguita all’abbraccio dell’ex sindaco a Maria Elena Boschi. Un colloquio al telefono di primo mattino, per chiarirsi. E una nota congiunta per affermare che va avanti il progetto di un soggetto di centrosinistra “nuovo e aperto” in “discontinuità” rispetto alle politiche renziane.

L’ambizione, spiegano da ambo i lati, è nell’aggettivo “inclusivo”. Tenere dentro la sinistra e il centro. La preda più ambita sono i “democristiani” che, assicura Pier Luigi Bersani, provano “disagio” crescente nel Pd. La telefonata della pace avviene all’indomani del ritorno di Pisapia da una breve vacanza e alla vigilia della partenza di Speranza per un viaggio. E segna un punto politico: “Insieme” va avanti.

Per i dettagli organizzativi ci si aggiorna alla fine di agosto, quando dovrebbe essere lanciato il manifesto (l’ossatura è nel discorso di Pisapia del primo luglio a Santi Apostoli). Tutti d’accordo – assicurano – sulla “partecipazione più larga possibile dal basso” per fare un “soggetto nuovo”, non una lista o una unione di ceti politici.

Resta da capire se ci si misurerà con le tessere, come vorrebbe parte di Mdp, o si sceglieranno formule più leggere, anche web, come auspicano da Cp. E resta una divergenza sull’opportunità di tenere dentro da subito SI. Ma non è importante, sottolineano da Mdp. Il dato politico – spiega un dirigente -è che l’assemblea è stata fissata a ottobre, senza aspettare quello che accadrà in casa Pd.

Perché se in Cp c’è chi crede, come la minoranza Pd, che una sconfitta di Renzi in Sicilia possa riaprire i giochi, i bersaniani sono convinti che non sarà così: bisogna muoversi prima, senza star fermi a farsi logorare, e farsi trovare pronti ad accogliere in un “soggetto politico progressista o popolare” chi è a “disagio” nel Pd di Renzi: “Non solo la sinistra – afferma Bersani – ma anche chi è di estrazione cattolica, democristiana”.

Alta, spiegano, è l’attenzione per le mosse di Dario Franceschini: con lui – e magari Romano Prodi – potrebbe nascere un soggetto di centrosinistra in grado di raggiungere percentuali a due cifre. Questo il progetto. Nella consapevolezza, dicono da Mdp, che se andrà male “per fare una ridotta di sinistra c’è sempre tempo”.

Dal Pd Andrea Orlando guarda con interesse al “disgelo” tra Pisapia e Speranza: l’auspicio è che una eventuale sconfitta in Sicilia apra un varco nel partito non solo per le alleanze ma per la contendibilità della leadership del centrosinistra. “Con il proporzionale non credo che il premier sarà Renzi – avverte il ministro dalla Versiliana – Se fossi in lui mi chiederei perché D’Alema vuole il proporzionale”.

Ma Matteo Renzi ribatte che comunque vada in Sicilia il congresso non si riaprirà e per ora non inverte la rotta rispetto al progetto di un Pd “largo”. Il segretario prosegue il tour per il suo libro in Emilia Romagna (subisce una piccola contestazione a Rimini) e si dice interessato ai “problemi della gente, non i posti in Parlamento”. Di Sicilia si occupa a Roma Graziano Delrio, che incontra Angelino Alfano per tenerlo dentro la coalizione di centrosinistra. Il ministro per ora non si sbilancia.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

19:30Merkel, volevamo esito migliore, ma noi al governo

(ANSA) - BERLINO, 24 SET - "Non ci gireremo attorno, avremmo voluto naturalmente un risultato migliore. Siamo però la forza maggiore del Paese, e contro di noi non può essere formato alcun governo". Lo ha detto Angela Merkel alla Adenauer Haus.

19:26Tav: No Tav in corteo in Val Susa, 250 per ribadire no opera

(ANSA) - TORINO, 24 SET - Corteo No Tav, oggi in Valle di Susa, per ribadire "il no determinato e incondizionato ad un'opera insensata e sciagurata". Circa 250 attivisti del movimento che si oppone alla realizzazione della Torino-Lione hanno raggiunto il varco 1 del cantiere di Chiomonte scandendo slogan contro la nuova linea ferroviaria ad Alta Velocità. La manifestazione, partita dalla stazione di Chiomonte, dopo la recente pubblicazione della variante di progetto che ha confermato lo scavo della parte italiana del tunnel proprio a partire da Chiomonte. "Per i prossimi 15 anni la vita dei valusini - sostengono i No Tav - sarà ostaggio di camion, polveri, esercito e polizia. Una grande mangiatoia di denaro pubblico". Il corteo ha concluso la WallSusa, iniziativa che nei giorni scorsi ha visto i No Tav impegnati nella realizzazione di graffiti contro il treno ad Alta Velocità. (ANSA).

19:23Calcio: Cagliari, Rastelli ammette “sconfitta meritata”

(ANSA) - CAGLIARI, 24 SET - L'allenatore del Cagliari, Massimo Rastelli, non cerca attenuanti. "Sconfitta meritata, il Chievo si è portato via la partita con il minimo sforzo. Solo i primi 20' sono discreti, poi le energie ci hanno lasciato. È stata una settimana molto intensa: i ragazzi hanno dato tutto, ma questo tutto non è servito. Sul primo gol del Chievo è stato bravo Inglese, ma Cacciatore non doveva fare quel cross così comodo". Barella regista? "Dovevo far rifiatare Cigarini - ha detto il tecnico - ma Barella evidentemente era stanco, scarico dopo aver dato tanto". Il futuro? "Dobbiamo essere bravi ad avere equilibrio, dobbiamo trovare le indicazioni giuste anche da queste sconfitte". La rosa? "È un gruppo che ha giocatori importanti, ci sono giovani che devono crescere, cerchiamo di ottenere il massimo, non dobbiamo scoraggiarci". "Cossu? È entrato molto bene in partita - ha detto Rastelli - ma poi, rimanendo in 10, ogni progetto è andato a farsi benedire".

19:19Calcio: Chievo, Maran “bravi a stare sempre sul pezzo”

(ANSA) - CAGLIARI, 24 SET - "Siamo stati bravi a stare sul pezzo. Arrivare alla terza partita in una settimana in questi condizioni ci ha permesso di avere una marcia in più". così l'allenatore del Chievo, Rolando Maran, commenta il successo dei veneti sul campo del Cagliari. E adesso i tifosi aspettano gol e vittorie anche in casa. "I nostri obiettivi sono chiari: noi contiamo di salvarci magari con un certo anticipo. Da quel momento in poi cercheremo di toglierci le nostre soddisfazioni", ha concluso Maran.

19:14Schulz, Afd in Bundestag è un dolore e una minaccia

(ANSA) - ROMA, 24 SET - L'ingresso dell'Afd nel Bundestag "per alcuni è doloroso" ed "è una cosa che può essere minacciosa, può rappresentare un pericolo". "Nessun democratico può guardare altrove di fronte a una cosa del genere nel nostro Paese". Lo ha detto Martin Schulz commentando i risultati elettorali in Germania.

19:12Calcio: Baroni, numeri Benevento terrificanti

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Per Marco Baroni, allenatore del Benevento, il momento è difficile. Dopo la sesta sconfitta di fila non resta che guardare il bicchiere mezzo pieno. "Se uno guarda i numeri - spiega - sono terrificanti. Noi dobbiamo partire dalla prestazione, dalla compattezza, dal recuperare calciatori che sono importanti. Abbiamo pagato a caro prezzo lo scotto della categoria. Credo che la squadra abbia risorse per lottare. Se facevamo il rigore in un momento in cui il Crotone era in difficoltà, forse si poteva anche sperare di recuperare il risultato. Dobbiamo crederci di più". Baroni non nega anche di essere a rischio: "Non c'è un allenatore che difende la panchina, ma voglio tirare fuori dalle sabbie mobili questi ragazzi. La mia attenzione è rivolta a non far mollare la tenuta mentale perché so che la squadra può fare di più. C'è da trovare un risultato che ci dia fiducia".

19:11Precipita caccia:ritrovato corpo pilota

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il corpo del pilota dell'Eurofighter precipitato a Terracina è stato ritrovato da pochi minuti. Lo si apprende dall'Aeronautica militare. Sono "ancora sconosciute" le cause dell'incidente aereo per l'Aeronautica militare. Il caccia Eurofighter del Reparto Sperimentale di Volo é precipitato in mare "nella fase finale del suo programma di volo". L'Aeronautica Militare ha "attivato le procedure per accertare le cause", sottolinea la Forza armata, aggiungendo che "le operazioni di soccorso sono iniziate immediatamente dopo l'impatto grazie ai mezzi presenti sul posto". Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti e il capo di Stato Maggiore della Difesa, Claudio Graziano "si uniscono al capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Enzo Vecciarelli nell'esprimere vicinanza e cordoglio alla famiglia ed alle persone più care e vicine al giovane pilota".

Archivio Ultima ora