Delcy Rodriguez: “Nessun potere potrà contestare le decisioni dell’Anc”

La ANC estaría usurpando indebidamente las funciones del CNE, al adelantar de ese modo la fecha de las elecciones presidenciales.
La ANC estaría usurpando indebidamente las funciones del CNE, al adelantar de ese modo la fecha de las elecciones presidenciales.

CARACAS.- Tutti i poteri subordinati all’Assemblea Nazionale Costituente. Lo ha decretato l’Assemblea Nazionale Costituente stessa stabilendo che, per assicurare l’armonia tra poteri pubblici e quindi la loro coesistenza pacifica, nessuno potrà contraddire quanto deciso dell’Anc.
Delcy Rodríguez, presidente dell’Assemblea nazionale Costituente ha precisato che attraverso il decreto emanato si vuole inviare un “messaggio chiaro di cordialità, di convivenza e di comprensione tra venezuelani”.
Rodríguez ha anche precisato che una volta assunta la presidenza dell’organismo si è comunicata con Julio Borges, presidente del Parlamento, “per spiegare la necessità della convivenza tra Anc e il potere costituito”.
– La sua risposta – ha detto – è stata che loro non contribuiranno.
Aristóbulo Isturiz, vicepresidente dell’Anc, ha commentato che esiste un netto rifiuto al dialogo da parte degli integranti del Parlamento.
– Non stiamo mancando di rispetto a nessuno – ha assicurato Istúriz -. Stiamo definendo regole, sottolineando il carattere “plenipotenziario” del Parlamento. Ma con i deputati non è stato possibile stabilire un dialogo.