Il Tavolo dell’Unità (Mud) parteciperà alle “regionali”

El Comando de Defensa del Voto anunciado por la MUD busca blindar al blindado opositor frente a eventuales irregularidades en las parlamentarias.
El Comando de Defensa del Voto anunciado por la MUD busca blindar al blindado opositor frente a eventuales irregularidades en las parlamentarias.

 

 

CARACAS – Dopo Acción Democrática, Voluntad Popular e Primero Justicia, anche il Tavolo dell’Unità Democratica iscriverà i propri candidati per le regionali che, se non dovessero esserci inconvenienti, si svolgerebbero il 10 dicembre.

Il leader di Causa R, Andrés Velasquez, dopo aver spiegato che la decisione è stata presa “per consenso”, ha assicurato che l’Opposizione non abbandonerà le piazze. Anzi, ha garantito che le proteste continueranno con maggior impeto.

– La decisione di partecipare alle regionali, e quindi di iscrivere i propri candidati – ha spiegato Velásquez – sarà accompagnata da una maggiore pressione sociale. Non farlo sarebbe dare le spalle a chi lo ha dato tutto nella lotta contro il governo.

Velasquez ha anche informato che le candidature saranno il prodotto di “accordi interni”. Nei casi in cui questi fossero possibili, si procederebbe alle primarie.

– La scelta dei nostri candidati non deve trasformarsi in un carnevale di aspiranti – ha precisato il sindacalista leader di Causa R -. Per questo, ci presenteremo uniti.

Si presume che anche in quegli Stati in cui il Tavolo dell’Unità democratica non potrà presentarsi, comunque l’Opposizione sarà presente con un solo candidato, per non disperdere voti ed energia.

Il Consiglio Nazionale Elettorale, come si ricorderà, ha proibito al Tavolo dell’Unità Democratica di presentare candidati negli Stati Zulina, Paure, Ragazza gas, Bolivar, Trujillo, Ajagua e Carambolo. Sono 7 Stati, un terzo del Paese, molto importanti ai fini elettorali.

L’organismo elettorale avrebbe deciso l’esclusione del Tavolo dell’Unità Democratica in sette Stati in “ottemperanza di decisioni giudiziarie emesse in questi stati e collegate con processi che si stanno svolgendo dall’anno scorso”.

Condividi: