Corea Nord: pronti ad attaccare Guam a metà agosto

Pubblicato il 10 agosto 2017 da ansa

(ANSA) – ROMA, 10 AGO – Le minacce di Trump sono “un mucchio di sciocchezze”, e “solo la forza assoluta” può funzionare con qualcuno “privo di ragione” come il presidente Usa. Pyongyang torna ad alzare la posta, dopo il monito del capo del Pentagono James Mattis contro “azioni che potrebbero portare a una fine del suo regime e alla distruzione della sua gente”. Ma soprattutto dopo quell’avvertimento di “fuoco e furia” se la minaccia nucleare non si fermerà lanciato direttamente dal presidente Usa. Parole che un comunicato dell’esercito bolla come “sciocchezze”, annunciando che il piano per l’attacco alle acque di Guam a metà agosto andrà avanti. E anche se Mattis ha assicurato che gli Usa stanno comunque “lavorando a una soluzione diplomatica” convinti che Pyongyang “perderebbe” ogni tipo di guerra, la Corea del Nord non sembra avere intenzione di abbassare i toni. Intanto il Giappone ha fatto sapere che e’ in condizione di intercettare e abbattere i missili che la Corea del Nord dice di voler lanciare contro il territorio Usa.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

18:12Ex generale suicida: Rigopiano in lettera ritrovata

(ANSA) - SULMONA (L'AQUILA), 19 NOV - La vicenda dell'hotel Rigopiano compare sullo sfondo del suicidio del generale dei Carabinieri Forestali, Guido Conti, nelle campagne di Pacentro (L'Aquila) due giorni fa. "Da quando è accaduta la tragedia di Rigopiano la mia vita è cambiata. Quelle vittime mi pesano come un macigno. Perché tra i tanti atti ci sono anche prescrizioni a mia firma. Non per l'albergo, di cui non so nulla, me per l'edificazione del centro benessere. Vivo con cruccio", aveva scritto Conti in una delle due lettere ai familiari il cui testo è stato pubblicato su diversi organi di stampa. "Stupisce che questa correlazione sia stata da taluno ipotizzata in assenza di qualsiasi collegamento diretto e indiretto. Tutto ciò aggiunge dolore al dolore", dice un familiare di Conti. Camera ardente aperta nella sala d'udienze del tribunale di Sulmona. Lunedì 20 novembre i funerali alla presenza dei vertici dei Carabinieri che lo hanno ricordato con commozione nella Virgo Fidelis Abruzzo e Molise.

18:00Renzi, combattiamo lo schifo della svastica a Pesaro

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - "Siamo tutti insieme a fianco del sindaco Matteo Ricci, della sua comunità, dei nostri fratelli ebrei. Questo gesto contro la scuola elementare Anna Frank ha un nome tecnico: si chiama schifo. E noi combatteremo lo schifo senza tregua a Pesaro come ovunque, tutti insieme". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Matteo Renzi, commentando la svastica comparsa sul cartello della scuola Anna Frank di Pesaro.

17:59C.sinistra: Bersani, non si va anti con accrocchi e teatrini

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - "Per dirla con Catalano: l'unità è meglio... ma le cose sono un po' più complicate. A Walter e agli altri che come lui fanno appelli, ricordo che non ho sentito nessuno segnalare problemi nonostante le sconfitte degli ultimi 3 anni..mi si vuol riconoscere di avere uno straccio di idea di come battere la destra? Che avevo avvertito che c'era la mucca nel corridoio? Se restiamo in superficie con accrocchi e teatrini, la gente che ha ci ha mollati penserà: 'eccoli qua, portano acqua al solito mulino e il giorno dopo ricominciano..". Lo ha detto Pierluigi Bersani, a "1/2 ora in più" su Rai 3 dove ripete: "proporre aggregazioni senza contenuti, senza mettere una riga, senza rimettere in discussione politiche e metodi di governo, quella gente che vota altrove continuerà a votare altrove". Insomma, la gente "che è andata nel bosco, resterà nel bosco".

17:59Speranza, è Pisapia che ha cambiato idea

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - "Noi stiamo sempre dalla stessa parte, lavoriamo a costruire un progetto alternativo alle politiche sbagliate degli ultimi anni. Più che cambiare idea noi non vorrei che sia Pisapia ad aver cambiato idea, spero proprio di no". Lo dice Roberto Speranza all'assemblea di Mdp in corso a Roma, rispondendo a chi gli chiede di Giuliano Pisapia a "ripensarci".

17:58C.Sinistra: Pisapia, Mdp e SI ci ripensino

(ANSA) - BOLOGNA, 19 NOV - Mdp e altri "ci ripensino. Trovino o troviamo insieme il modo di non regalare il nostro Paese a chi l'ha rovinato tante volte". L'ha detto il leader di Campo Progressista, Giuliano Pisapia, a Bologna. Pisapia ha rivolto un "richiamo affettuoso di amicizia, gentile e non polemico e senza entrare nelle scelte degli altri. Perché in questo momento storico, si trovi il modo di fare, magari non tutta la marcia, ma almeno un pezzo di strada insieme".

17:47Virgilio: Fedeli, al liceo romano fatti preoccupanti

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - "I fatti emersi in questi giorni dalle cronache sono preoccupanti e meritano i dovuti approfondimenti. Abbiamo letto di episodi di spaccio, di bombe carta lanciate in cortile, di video rubati con minorenni coinvolti. Sono episodi che vanno condannati e affrontati con fermezza": così la ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, interviene su quanto accaduto al liceo Virgilio di Roma. "E' urgente ripristinare il dialogo che si è interrotto fra le varie componenti della comunità scolastica" aggiunge Fedeli. "Ci sono gli strumenti - sottolinea - per prevenire e sanzionare, anche in ambito scolastico"."Sono certa che - afferma - la comunità educante del Virgilio saprà trovare le modalità per farlo. E che tutte le istituzioni coinvolte faranno la loro parte per aiutare a fare chiarezza. Per questo è urgente ripristinare il dialogo che si è interrotto fra le varie componenti della comunità scolastica. Arginando immediatamente anche la fuga di studenti che stanno chiedendo il nulla osta per cambiare istituto".

17:10Figc: Stirpe “Niente ribaltoni domani, servono Lega A e B”

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - "Il Consiglio Federale della Figc di domani deve costituire una pietra miliare per la riforma del calcio italiano, ma penso anche che per prendere delle decisioni non si possa prescindere dalle Leghe di B e di A": per cui - dice il presidente del Frosinone, Maurizio Stirpe, "prima di assumere ogni decisione si dovrebbe attendere l'appuntamento di giovedì della B ma anche il rinnovo della governance della Serie A, altrimenti si rischia che il Consiglio federale decida rimedi peggiori dei mali. Inutile prendere decisioni di parte, giustizialiste e non ragionate - insiste - mentre bisogna aprire un profondo dibattito all'interno del mondo del calcio. Inutile chiedere la testa di una persona, quando invece ci sono responsabilità collettive e gravi che solo un dibattito a tutto campo può risolvere". Quindi, conclude Stirpe, "per domani non auspico alcun ribaltone, in questo momento non si risolvono i problemi cacciando Tavecchio".

Archivio Ultima ora