Petrolio: Aie alza le stime della domanda mondiale ma taglia la quota Opec

Operaio camminando sopra dei barili di petrolio accatastati
Oro nero in tensione in vista prossima riunione Opec del 22 giugno

ROMA. – La domanda mondiale di petrolio crescerà più del previsto quest’anno, contribuendo a riequilibrare il mercato. Così l’Agenzia internazionale dell’energia ha rivisto a rialzo – nel rapporto mensile – le proprie stime per il 2017 e vede un incremento di 1,5 milioni di barili al giorno (contro 1,4 milioni stimati in precedenza) a quota 97,6 milioni di barili al giorno. Per l’anno prossimo, l’Agenzia prevede un’espansione della domanda per ulteriori 1,4 milioni di barili al giorno.

Tuttavia – rileva l’Aie – il livello delle scorte di petrolio resta elevato e per quest’anno e per il 2018 servirà un minore volume di produzione dei Paesi Opec rispetto a quanto previsto in precedenza, alla luce del ridimensionamento delle stime sul consumo di greggio da parte di Cina e India. L’agenzia ha dunque tagliato di circa 400.000 barili al giorno le proiezioni sulla produzione Opec necessaria per il 2017 e 2018.
CAR/