Kim: “Cancelleremo gli Usa”. Trump: “Pronti a colpire”

Pubblicato il 11 agosto 2017 da ansa

Pyongyang ora fa paura, prodotta mini-testata nucleare. EPA/Rodong Sinmun SOUTH KOREA OUT

NEW YORK. – I venti di guerra tra Stati Uniti e Corea del Nord soffiano sempre più forti. Un incubo per l’intera comunità internazionale e per i mercati, che ora temono di potersi davvero trovare sull’orlo di un conflitto atomico. E gli ultimi scambi verbali tra Pyongyang e Washington non lasciano spazio all’ottimismo. “Vi spazzeremo via, vi cancelleremo, ridurremo gli Stati Uniti in cenere”, è l’ultima tremenda provocazione lanciata dal regime di Kim Jong-un, che accusa Donald Trump di portare il mondo “sull’orlo di una guerra nucleare”.

“L’America è pronta a colpire”, replica il presidente americano, che nonostante le divisioni all’interno della sua amministrazione mantiene una posizione durissima, soprattutto dopo la minaccia di un attacco all’isola di Guam, nel Pacifico, territorio Usa che ospita una delle principali basi militari e navali americane.

Parole di fuoco dall’una e dall’altra parte, dunque, che non aiutano a fermare un’escalation senza precedenti. E non aiutano nemmeno il tentativo di trovare una soluzione diplomatica che – nonostante tutto – va avanti dietro le quinte. “Ci stiamo lavorando con i nostri alleati”, ha confermato il capo del Pentagono James Mattis, parlando di “catastrofe” in caso di conflitto ma sottolineando gli sforzi compiuti con Giappone e Corea del Sud per risolvere la situazione pacificamente.

Del resto – spiegano fonti di Washington ben informate – l’amministrazione Trump da parecchi mesi ha avviato un canale di dialogo segreto con Pyongyang. Dialogo per affrontare sia la questione dei prigionieri americani detenuti nel Paese sia quella del deterioramento delle relazioni. Un canale che si spera possa diventare la base per una discussione più seria, anche sul programma nucleare nordcoreano.

Ma la preoccupazione nel mondo cresce inevitabilmente. “Ritengo che i rischi di una guerra siano molto alti”, ammette il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov, con Mosca che lancia un appello ad abbassare i toni e che intanto ha deciso di rafforzare i sistemi anti-aerei dislocati nell’Estremo Oriente del Paese, proprio nelle aree limitrofe alla Corea del Nord.

Anche il Giappone – uno dei Paesi più a rischio in caso di una guerra – sta rafforzando le sue difese e procedendo allo schieramento di missili intercettori nella parte occidentale del Paese, in risposta al piano di Kim per attaccare il territorio Usa di Guam.

In Europa si alza la voce della cancelliera tedesca Angela Merkel, che dopo l’ultimo tweet di Donald Trump avverte: “Non c’è una soluzione militare nella crisi della Corea del Nord. E la retorica dell’escalation è sbagliata”. Il presidente Usa incassa il colpo, ma ciò che lo preoccupa di più è la Cina: “Basta dimostrazioni di forza. Tutte le parti dovrebbero fare di più per allentare le tensioni”, tuona il portavoce del ministero degli esteri di Pechino Geng Shuang.

Per fare il punto il presidente americano ha quindi riunito nella sua residenza estiva di Bedminster, in New Jersey, un vertice di crisi con il segretario di stato Rex Tillerson, quello alla difesa James Mattis e i suoi piu’ stretti collaboratori sul fronte dell sicurezza nazionale. Allo studio tutte le opzioni, comprese quelle militari.

“Vedremo…”, aveva del resto risposto Trump a chi ieri gli chiedeva dell’ipotesi di un attacco preventivo. Per seguire la crisi, il presidente farà ritorno a Washington il 14 agosto in giornata, la vigilia dell’annunciato attacco nord coreano su Guam.

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

22:06Calcio: Mondiale club, 1-0 al Pachuca dts, Gremio in finale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - I brasiliani del Gremio si sono qualificati alla finalissima del Mondiale per club battendo 1-0 i messicani del Pachuca dopo i tempi supplementari del match giocato ad Al Ain, stadio Hazza bin Zayed, negli Emirati Arabi Uniti. Decisivo il gol di Everton al 5' del primo tempo supplementare dopo che i 90' regolamentari si erano conclusi a reti inviolate. La squadra allenata dall'ex romanista Renato affronterà la vincente dell'altra semifinale tra Real Madrid e l'Al-Jazira in programma domani.

21:53Terremoto: Boldrini a delegazione Camerino,vi resterò vicina

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 12 DIC - "Quello che ho visto nelle vostre terre non lo dimenticherò mai, anche perché la vostra terra è anche la mia terra. Abbiamo fatto molto e sono consapevole che molto di più c'è ancora da fare. Siamo arrivati a fine legislatura, ma io, qualunque sarà il mio ruolo in futuro, continuerò a esservi vicina. Questa è la mia promessa". Sono le parole, si legge in una nota del Comune di Camerino, che la presidente della Camera Laura Boldrini ha rivolto a una delegazione di cittadini camerti, ricevuta in visita a Montecitorio. Insieme al sindaco Gianluca Pasqui c'erano rappresentanti di scuole, associazioni e dell'Università. Pasqui ha anche preso parte alla riunione del Comitato legislativo, ricordando che ''se davvero si vuole fare il bene dei Comuni terremotati bisogna entrare nello specifico delle singole realtà''. "Ho chiesto di rivedere il cratere sismico - ha detto il sindaco -. Non è possibile che ogni comune venga curato alla stessa maniera, che a più malati venga data la stessa medicina. Dobbiamo intervenire con decisione affinché il cratere venga rivisto, senza escludere nessuno, ma intervenendo con le necessarie indicazioni in base alle necessità. Le differenze ci sono e le istituzioni le devono evidenziare affinché parta quella ricostruzione che oggi sembra ancora un miraggio".

21:52Ap: direzione vota documento separazione consensuale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il documento per la separazione consensuale di Ap, che mantiene al momento invariati i gruppi parlamentari, è stato votato all'unanimità dalla Direzione Nazionale.

21:51Migranti: domani vertice a Parigi Macron-Gentiloni-Merkel

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni sarà domani, mercoledì 13 dicembre, a Parigi, per il vertice con il presidente francese Emmanuel Macron, la cancelliera tedesca Angela Merkel e i capi di Stato e di governo del G5 Sahel Burkina Faso, Ciad, Mali, Mauritania e Niger. L'incontro, presso il castello di La Celle-Saint-Cloud, avrà inizio alle ore 12. Al termine è prevista una conferenza stampa congiunta. E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.

21:48Usa: Roy Moore va a votare a cavallo

(ANSA) - WASHINGTON, 12 DIC - Il candidato senatore per il partito repubblicano Roy Moore si è recato a votare in Alabama a cavallo. Lo riportano i media americani. Roy Moore è favorito nonostente le accuse di molestie sessuali nei confronti di minorenni. A sostenerlo si è schierato con decisione anche il presidente americano Donald Trump.

21:35Liberia: elezioni, il 26 dicembre ballottaggio Weah-Boakai

(ANSA) - IL CAIRO, 12 DIC - Si terrà il 26 dicembre il ballottaggio delle elezioni presidenziali in Liberia fra George Weah, ex-attaccante del Milan, e il vicepresidente uscente Joseph Boakai. La data è stata annunciata oggi pomeriggio dalla Commissione elettorale dopo che venerdì scorso la Corte Suprema aveva stabilito che nel primo turno delle elezioni svoltesi il 10 ottobre c'erano state irregolarità e brogli, ma non così gravi da giustificare una ripetizione del voto. In origine era previsto che per eleggere il successore della presidente Ellen Johnson Sirleaf, nel primo passaggio dei poteri senza traumi da oltre 70 anni, il ballottaggio si tenesse il 7 novembre. Vi era stato però un ricorso del terzo classificato, Charles Brumskine, poi respinto dalla Corte suprema. Sirleaf, premio Nobel per la pace e prima donna capo di stato in Africa, è stata presidente dal 2006, dopo la cacciata (avvenuta nel 2003) del potente 'signore della guerra' Charles Taylor.

21:07Calcio: Colantuono è il nuovo allenatore della Salernitana

(ANSA) - SALERNO, 12 DIC - Stefano Colantuono è il nuovo allenatore della Salernitana: rileva sulla panchina granata Alberto Bollini esonerato nella giornata di ieri. Ne dà notizia il sito ufficiale della società granata. Colantuono che ha raggiunto Salerno nel pomeriggio ha voluto rivolgere, attraverso il sito ufficiale della società "un doveroso ringraziamento alla proprietà nelle persone di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma "per averlo scelto. Non ho esitato un momento ad accettare - ha detto - e sono onorato di poter allenare in una piazza così calda e importante come Salerno. Sono molto felice - ha concluso - per questa nuova avventura e non vedo l'ora di iniziare". La prima seduta d'allenamento che dirigerà il nuovo allenatore granata è prevista per domattina alle ore 10:30 al campo "Volpe".

Archivio Ultima ora