Argentina revoca condecoración a Maduro

Pubblicato il 11 agosto 2017 da redazione

CARACAS – El gobierno argentino retiró de forma oficial la Orden del Libertador San Martín al presidente Maduro. La decisión fue tomada luego de que el presidente del interbloque de Diputados de Cambiemos, Mario Negri, presentara un proyecto para que el presidente Mauricio Macri le retirara la orden a su homólogo.

La Orden del Libertador San Martín es una distinción  que otorga la Repàublica Argentina, de forma exclusiva, a los funcionarios extranjeros que merezcan en alto grado, el honor y reconocimiento de la Nación. Esta orden posee diversos grados tales como Gran Cruz, Gran Oficial, Comendador, Oficial, y Caballero.

Según los argumentos expresados por el Gobierno argentino, el presidente de Venezuela – ha promovido el uso injustificado del instrumento militar y la justicia militar para reprimir protestas y enjuiciar a opositores, y ha demostrado carecer de los valores sanmartinianos de respeto a la libertad y a los pueblos de América latina.

El decreto expresó que Nicolás Maduro es responsable de agravar la crisis política, social y económica que atraviesa Venezuela; ha desconocido el llamado de los diversos sectores nacionales, y de la comunidad internacional; y además, no ha respetado los principios democráticos ni las libertades individuales. Estas conductas, a juicio de la diplomacia argentina, son incompatibles “con los valores fundamentales que representa la Orden del Libertador San Martín”.

Por tales razones, el Gobierno argentino aprobó el acta suscripta el pasado 2 de agosto, el cual expresa “se cancela el derecho del señor Presidente de la República Bolivariana de Venezuela D. Nicolás Maduro Moros a usar el Collar de la Orden del Libertador San Martín, por actos incompatibles con la dignidad de la Orden”, publicado en el artículo 1 del Decreto 640/2017 del Ministerio de Relaciones Exteriores y Culto, publicado en el Boletín Oficial.

La distinción había sido concebida el 8 de mayo de 2013 por la expresidenta de Argentina, Cristina Kirchner, en un acto realizado en la Casa Rosada. Hoy el gobierno de Macri, opositor al mandato de Maduro, ha dispuesto adoptar los recaudos pertinentes para solicitarle al presidente de Venezuela la devolución de las insignias de la Orden en el Grado de Collar por “haber dejado de ser acreedor de tan alto honor y reconocimiento de la Nación Argentina”.

Ultima ora

01:51Cnn, Pyongyang ‘diplomazia con Usa? Prima i missili’

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - La Corea del Nord non è al momento interessata alla diplomazia con gli Stati Uniti: prima vuole centrare l'obiettivo di un missile intercontinentale in grado di raggiungere la costa orientale degli Usa. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti di Pyongyang. "Prima di impegnarci in sforzi diplomatici con l'amministrazione Trump vogliamo inviare un chiaro messaggio sul fatto che abbiamo le capacità di rispondere a qualsiasi aggressione americana" dicono le fonti alla Cnn.

00:02Brexit: Juncker-May, serve accelerazione negoziati

(ANSA) - BRUXELLES, 16 OTT - Per il presidente della Commissione Jean Claude Juncker e per la premier Theresa May i negoziati "si devono accelerare nei mesi a venire". Lo fanno sapere in un comunicato congiunto al termine della cena che si è svolta "in un'atmosfera costruttiva e amichevole".

23:26Calcio: Verona batte Benevento 1-0

(ANSA) - VERONA, 16 OTT - Il Verona ha battuto il Benevento 1-0 nell'ultimo incontro dell'ottava giornata della serie A. Autore del gol partita Romulo nella ripresa. Il primo successo in campionato porta i gialloblù a 6 punti consentendogli di scavalcare in un sol colpo Genoa, Spal e Sassuolo. Il Benevento, che ha giocato in 10 dal 38' del primo tempo per l'espulsione di Antei (rosso diretto), resta a zero punti.

23:24Catalogna, arrestati due leader indipendentisti

(ANSA) - MADRID, 16 OTT - Un giudice spagnolo ha ordinato l'arresto dei presidenti delle due grandi organizzazioni indipendentiste della società civile catalana Anc e Omnium, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, accusati di "sedizione" per le manifestazioni pacifiche di Barcellona il 20 e il 21 settembre, riferisce Tv3. "La Spagna incarcera i leader della società civile della Catalogna per avere organizzato manifestazioni pacifiche. Purtroppo ci sono di nuovo prigionieri politici": così il presidente catalano Carles Puigdemont ha reagito su twitter all'arresto. Il vicepresidente della Anc Agustì Alcoberro ha condannato l'arresto e ha definito i due "ostaggi politici nelle mani del governo spagnolo". Alcoberro ha lanciato un appello alla mobilitazione del popolo della Catalogna.

21:03Gb: Kate balla con orso Paddington per evento beneficenza

(ANSA) - LONDRA, 16 OTT - Kate Middleton si è lanciata in un ballo improvvisato con tanto di piroette insieme al noto orso Paddington partecipando a un evento di beneficenza legato al secondo film sul celebre personaggio amato dai bambini. Con William ed Harry e il cast del film 'Paddington 2' ha festeggiato proprio nella stazione di Paddington, a Londra, che ha dato il nome al celebre 'bear' creato dallo scrittore Michael Bond. La duchessa di Cambridge sta meglio dopo le nausee che l'avevano colpita per la sua terza maternità anche se continua a soffrirne, secondo quanto ha affermato una portavoce di Kensington Palace. Come hanno notato i tabloid del Regno, Kate indossava un abito rosa dal quale inizia ad emergere una piccola pancia, segno della sua gravidanza.

20:50Champions: Sarri,’Calendario? In Lega sono inadatti’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - "Qualcuno in Lega ha sbagliato i criteri di formulazione dei calendari. È impossibile giocare sabato contro la Roma, a Manchester con il City tre giorni dopo e poi fra tre giorni contro l'Inter. Evidentemente, in questo momento in Lega sono inadatti a fare certe cose": così Maurizio Sarri alla vigilia del match di Champions con il City. "A dicembre - aggiunge - giocheremo l'ultima gara del girone col Feyenoord pochi giorni dopo Napoli-Juventus: per noi che dovremmo rappresentare l'Italia in Europa non è una bella cosa".

20:30Iraq: media, ‘Peshmerga decapitati a Kirkuk’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - Alcuni Peshmerga "sono stati decapitati" da elementi delle milizie filo-Iran a Kirkuk. Lo scrive la tv del Kurdistan Rudaw, citando un proprio reporter sul posto. I militari fedeli al governo di Erbil decapitati sarebbero "almeno 10".

Archivio Ultima ora