India: 70 anni d’indipendenza, Trump telefona a Modi

FOTO EPA/RAMINDER PAL SINGH
India: 70 anni indipendenza

NEW DELHI. – Alla vigilia del 70/o anniversario dell’indipendenza dell’India il presidente americano, Donald Trump, ha telefonato al primo ministro Narendra Modi per presentargli personalmente i suoi auguri. Lo ha reso noto lo stesso premier indiano. In un tweet dal suo account Modi ha detto di “apprezzare le calorose felicitazioni di @POTUS (Presidente degli Stati Uniti) che ha chiamato stasera per presentarmi i suoi auguri per la ricorrenza della nostra indipendenza”.

Domani, come ogni anno dal 1947, la cerimonia principale nel giorno dell’indipendenza si svolgerà nel Red Fort (Forte Rosso) di New Delhi, luogo che da secoli (comprese le epoche dell’impero Mughul e del colonialismo britannico) è stato il centro politico per eccellenza della capitale e dell’intera India.

Modi entrerà nel Forte dal Lahori Gate e, dopo aver passato in rassegna una guardia d’onore, si recherà verso i bastioni. Qui dispiegherà la bandiera tricolore indiana mentre saranno sparati 21 colpi di cannone. Quindi rivolgerà il tradizionale discorso alla nazione.

Per l’occasione oggi il presidente della Repubblica, Ram Nath Kovind, ha inviato agli indiani un messaggio sostenendo che il popolo e il governo “devono lavorare in unità e obiettivi comuni per assicurare che i benefici delle politiche governative raggiungano tutti i settori della società”.