Usa, hashtag #45 invade Twitter: “Trump non è mio presidente”

NEW YORK. – L’hashtag #45 dilaga su Twitter dopo la presa di posizione del vice sindaco di Charlottesville Wes Bellamy che rifiuta di pronunciare le parole “presidente Trump” e chiama invece il capo della Casa Bianca “Quarantacinque”, dal numero di serie nell’elenco dei presidenti americani.

Nelle interviste televisive dopo le violenze del fine settimana in cui un militante di estrema destra ha caricato la folla con la sua Dodge uccidendo una giovane donna e provocando numerosi feriti, Bellamy ha spiegato la sua scelta: “Non è degno del titolo di cui è investito. Quando comincerà a comportarsi meritando quel posto e a guidare l’America con lo spirito di chi unifica un popolo, soltanto allora lo chiamerò Presidente Trump”.

Su Twitter l’hashtag #45 ha preso piede: se ne è appropriato oggi Christopher Jackson, che nel musical Hamilton ha la parte del primo presidente Usa, George Washington: “Non sai niente di #GeorgeWashington. Niente dell’America. Sei fuori di testa, inetto ciarlatano. Noi siamo contro di te”, ha twittato l’attore corredando il micromessaggio con un #45.