Ramos Allup: “A settembre le primarie della Mud”

CARACAS.- Le primarie si faranno, ma senza la presenza del Consiglio Nazionale Elettorale. Fatta eccezione per Nueva Esparta, Anzoategui e Vargas, Stati in cui si è riusciti a raggiungere un accordo, nel resto del Paese il Tavolo dell’Unità Democratica sceglierà il proprio candidato, il candidato dell’Unità, attraverso primarie autonome, così come si fatto qualche settimana fa con la “consulta popolare”. Lo ha assicurato, in conferenza stampa, Henry Ramos Allup. L’ex presidente del Parlamento, che ha letto un comunicato della eterogenea coalizione dell’Opposizione, ha anche detto che il Tavolo dell’Unità Democratica – Mud per le sue iniziali in spagnolo – ha iscritto i suoi candidati in ognuno degli Stati del Venezuela.
– L’aspirante sconfitto nelle primarie ritirerà la candidatura – ha spiegato il Segretario Generale di Acción Democrática -. quello che trionferà parteciperà alle regionali.
Le primarie ha detto Ramos Allup, potrebbero realizzarsi tra il 3 e il 10 settembre.
– Partecipare alle regionali – ha tenuto a sottolineare Ramos Allup – non vuol dire abbandonare altre forme di lotta. E, soprattutto, non le piazze.
Ramos Allup ha spiegato che “le elezioni sono anch’esse una forma di lotta politica, non parteciparvi sarebbe convalidare la dittatura”.
– E’ nostra responsabilità dare battaglia su ogni fronte – ha commentato.
Il leader dell’Opposizione ha poi informato che i candidati del Tavolo dell’Unità Democratica parteciperanno alle regionali ognuno col simbolo del proprio partito.
– Il governo aveva già pensato di proibire l’uso di quello del Tavolo dell’Unità – ha denunciato Ramos Allup -. Ciò non toglie che l’obiettivo non sia sempre lo stesso: sconfiggere questa dittatura.

Condividi: