Ira di Trump per rimozione statue sudiste: “E’ assurdo”

Pubblicato il 17 agosto 2017 da ansa

Una statua di George Washington a New York © ANSA/AP. (ANSA/AP Photo/Mark Lennihan, File)

WASHINGTON. – Solo. Come asserragliato nel suo ‘fortino’, il golf club di sua proprietà a Bedminster, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si erge a paladino della storia americana, difendendo l’eredità dell’esperienza confederata e la memoria ‘sudista’: “assurdo” per lui rimuoverne statue e simboli. Mentre tutto intorno la polemica su Charlottesville non si placa.

“Triste – scrive su Twitter Trump – vedere la storia e la cultura del nostro Paese fatta a pezzi con la rimozione delle nostre bellissime statue e monumenti. Non potete cambiare la storia ma potete imparare da essa. Robert Lee, Stonewall Jackson, chi sarà il prossimo, Washington o Jefferson? Così assurdo…”.

Era già trapelato che il tycoon non si fosse per nulla pentito dei commenti sui fatti di Charlottesville, evocando la responsabilità di entrambe le parti nella violenza esplosa in Virginia. Ma che tornasse a parlarne e twittarne nonostante le critiche incessanti sorprende anche chi dal presidente ‘diverso’ non si aspetta certo ortodossia istituzionale.

Sta di fatto che se la controversia continua con un rimpallo di iniziative dall’alto valore simbolico (adesso la leader della minoranza democratica alla Camera, Nancy Pelosi, chiede la rimozione delle statue sudiste dal Capitol, sede del Congresso). Comincia a diventare palpabile il vuoto che va formandosi attorno al Commander in Chief in risposta alla sua caparbia nel mantenere il punto, come sprezzante del pericolo che quei commenti rivelatisi così divisivi possano comportare.

La risposta del Congresso prima di tutto, con i repubblicani fin qui ‘indecisi’ rispetto al tycoon diventato presidente, che potrebbero sbarrare la strada alla sua agenda. Fino a mettere a repentaglio dossier cruciali per ‘rendere l’America di nuovo grande’, visto che su Obamacare è ancora nulla di fatto e per i capitoli infrastrutture e tasse le aspettative montano per il rientro dalla pausa estiva.

Del resto che lo scontro si consumi tra i due estremi di Pennsylvania Avenue non sarebbe nemmeno una novità assoluta. Al contrario del clamoroso strappo della ‘business community’, degli imprenditori, dopo che Ceo e dirigenti di azienda hanno in queste ore voltato le spalle al tycoon. Un fatto nuovo, e il nervosismo è nell’aria: lo registra anche Wall Street, con i mercati che dopo i massimi di sempre registrati dall’insediamento di Trump alla Casa Bianca adesso risultano preoccupati, cominciando a mettere in dubbio che il tycoon riesca davvero a realizzare la sua agenda economica.

E poi c’è quel silenzio, e la tensione palpabile che genera, da parte dell’entourage del presidente e anche della sua famiglia. La mancata condanna netta, senza se e senza ma, dei ‘suprematisti’ che a Charlottesville scandivano anche slogan contro gli ebrei, fa spostare lo sguardo su Ivanka e Jared Kushner, la figlia prediletta convertita all’ebraismo e il marito, che è tra i più stretti consiglieri del presidente.

Loro non parlano. Ma lo fa il rabbino che nel 2009 convertì Ivanka prima del suo matrimonio con Jared, Haskel Looksteinha, che in una lettera alla sua congregazione si è detto “spaventato da questa rinascita di fanatismo e antisemitismo, e dal rinnovato vigore di neonazisti, Ku Klux Klan e Alt-Right”.

“Evitiamo la politica – ha spiegato – ma siamo profondamente turbati dall’equivalenza morale che Trump ha offerto nella sua risposta a questo atto di violenza”. “Preghiamo che il nostro Paese ascolti le voci della tolleranza e rimanga fedele alla sua visione dei diritti umani e dei diritti civili”.

Intanto Steve Bannon, il consigliere più controverso di Trump di cui molti vorrebbero le dimissioni, stupisce definendo “una massa di clown” e “buffoni” i suprematisti bianchi. Mentre dopo le critiche della Siliconm Valley anche il ceo di Apple, Tim Cook, attacca la Casa Bianca a dona due milioni di dollari ai gruppi anti-razzismo.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

19:58Adescava ragazze minorenni con regali, arrestato

(ANSA) - COMO, 18 GEN - I Carabinieri della Compagnia di Como hanno arrestato su disposizione della Procura della Repubblica di Milano un uomo di 36 anni residente in Piemonte, ritenuto gravemente indiziato dei reati di prostituzione minorile e violenza sessuale. Le indagini hanno avuto inizio dopo la denuncia sporta da un minore e i carabinieri hanno accertato il modus operandi con cui l'indagato operava: consapevole della minore età, contattava le ragazzine attraverso social network o tramite passaparola, proponendo loro di uscire, dietro il compenso fisso di 80 euro, pagando lo shopping e, successivamente, avanzando richieste sessuali con ulteriore offerta di denaro, fino a 800 euro, proponendo anche iPhone, macchine fotografiche e trucchi. I rapporti sono stati consumati in auto o in hotel, dove l'uomo andava nascondendo le minori nel baule della vettura. L'indagine ha permesso di accertare, in otto mesi, 16 episodi in cui l'indagato è rimasto coinvolto, tra atti di voyerismo e consumazione di rapporti sessuali.

19:57Antagonisti su tetto palazzo occupato fino a pomeriggio

(ANSA) - FIRENZE, 18 GEN - Hanno trascorso la giornata sul tetto per impedire lo sgombero di un palazzo occupato a Firenze, in via Foggini, da parte della polizia: protagonisti un ragazzo e una ragazza, che stamani erano saliti in cima allo stabile dove sono stati sorvegliati a distanza dalle forze dell'ordine fino alla loro discesa, intorno alle ore 17. Gli altri antagonisti occupanti dello stabile, una decina, sono stati portati in questura e denunciati per invasione di terreni ed edifici. Alcuni di loro, che durante il blitz della polizia hanno tentato di opporsi allo sgombero, dovranno rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale. Lo stabile era stato occupato il 28 dicembre scorso da una ventina di militanti di area antagonista. Di proprietà di un privato e destinato a ospitare un fast food, in passato il palazzo è stato sede di uffici dell'Inps. Lo scorso anno era già stato occupato da alcuni antagonisti e poi sgomberato dalle forze dell'ordine.

19:46Maltempo: ancora venti forti in regioni del Centro-Nord

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Un nuovo flusso di correnti di origine atlantica provocherà a partire dalle prossime ore un aumento dei venti su molte regioni italiane del centro-nord: lo rende noto la Protezione Civile che ha emesso una allerta meteo a partire dal tardo pomeriggio di oggi con venti forti o di burrasca su Toscana, Emilia-Romagna e Marche, specie sui settori appenninici. Previste anche mareggiate lungo le coste esposte della Toscana. Per la giornata di domani, venerdì 19 gennaio, sarà allerta gialla sui settori appenninici di Abruzzo e Molise. Permane l'allerta arancione per rischio idrogeologico sul Veneto.(ANSA).

19:37Tiro a volo: GP Emiro, argento Chianese in Kuwait

(ANSA) - KUWAIT CITY, 18 GEN - Il Gran Premio dell'Emiro del Kuwait si chiude con un argento per la nazionale italiana di tiro a volo. Ad ottenerlo è stato Alessandro Chianese nel Double Trap, la specialità che mesi fa è stata cancellata dal programma delle Olimpiadi. Il marinaio di Casandrino è stato il migliore delle serie di qualifica con il totale di 141/150. Poi nella corsa per il podio l'unico ad aver mantenuto il ritmo dell'azzurro è stato il kuwaitiano Ahamd Alafasi, bronzo al Mondiale di Lonato del Garda nel 2015. Chianese e Alafasi si sono fronteggiati per l'oro e il tiratore di casa ha sfruttato il 'fattore campo' imponendosi per 76-73. Fuori dalla finale gli altri azzurri Ferdinando Rossi e Ignazio Maria Tronca, nono e 11/o. Tronca è un poliziotto e figlio dell'ex commissario straordinario di Roma, Paolo Francesco. Nello skeet bronzo per l'azzurro di Caserta Giancarlo Tazza, dietro ai due rappresentanti del Kuwait Abdullah Al-Rashidi, ex campiobne del mondo e falconiere dell'Emiro Al Sabah, e Abdulaziz Alfaihan.

19:35Scoperti 7,5 quintali cocaina nascosta in ananas in Spagna

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Un carico di quasi sette quintali e mezzo di cocaina nascosta all'interno di ananas freschi è stato scoperto dalla polizia in Spagna e Portogallo. La polizia dei due Paesi, citata dalla Cnn, ha spiegato che gli ananas venivano completamente svuotati e i gusci riempiti con cilindri di cocaina rivestiti di cera gialla, che a un controllo superficiale apparisse come polpa. Secondo la polizia, la droga veniva trattata nella città di Terrassa, in Catalogna, e trasportata verso Madrid ogni 25-30 giorni. Almeno nove persone sono state arrestate.

19:27Igor: giudice spagnolo proroga la secretazione degli atti

(ANSA) - BOLOGNA, 18 GEN - Il giudice del tribunale spagnolo di Alcaniz ha deciso di prorogare la secretazione degli atti sul triplice omicidio commesso da Norbert Feher alias 'Igor il russo', arrestato a metà dicembre e ora in carcere a Saragozza. Lo riportano media spagnoli, secondo cui da fonti giudiziarie si apprende che non è stata fissata una data per questa proroga, disposta per salvaguardare l'indagine. 'Igor' è accusato di aver ucciso i due agenti della Guardia Civil Víctor Romero e Víctor Caballero e l'allevatore Josè Luis Iranzo. La Procura di Bologna lo indaga invece per gli omicidi del barista Davide Fabbri e del volontario Valerio Verri. (ANSA).

19:21Biathlon: a norvegese Eckhoff sprint Anterselva, Wierer 7/a

(ANSA) - BOLZANO, 18 GEN - La tappa di Coppa del mondo di biathlon di Anterselva si apre con una vittoria della norvegese Tril Eckhoff. Per la Eckhoff, campionessa mondiale nella sprint due anni fa ad Oslo, è un grande ritorno ai vertici. E' stata infallibile al tiro, ha preso il comando della gara dopo la sezione in piedi e si è imposta con un tempo di 21:05.3 e con 12,0 secondi di vantaggio sulla tedesca Laura Dahlmaier. Terza, a 20,6 secondi la ceca Veronika Vitkova. La migliore azzurra in gara è stata l'altoatesina Dorothea Wierer, settima. Per la Wierer, 3/a in classifica generale, è il settimo piazzamento stagionale tre le top 10.

Archivio Ultima ora