Il Met rispolvera dagherrotipi dell’eclissi di sole in Usa del 1854

Met rispolvera dagherrotipi eclissi sole Usa del 1854
Met rispolvera dagherrotipi eclissi sole Usa del 1854

NEW YORK. – Il Metropolitan Museum di New York ha mostrato in esclusiva ad alcuni media, tra cui l’ANSA, le uniche foto della prima eclissi solare visibile in nord America nel 1854: si tratta di sette preziose dagherrotipi, gli unici rimasti di una serie di otto che rappresentano rari esempi fotografici del fenomeno celeste che ancora una volta oscurerà gran parte del nord America oggi 21 agosto.

Le foto, non riproducibili, furono scattate il pomeriggio del 26 maggio del 1854 dai fratelli William e Frederick Langenheim, di origini tedesche ma trapiantati a Filadelfia, in Pennsylvania. Quel pomeriggio riuscirono nell’impresa di fotografare la prima eclissi di sole totale in Usa dall’ invenzione della fotografia nel 1839. Essendo dagherrotipi, ognuna delle sette immagini è stata catturata su una lastra di rame ricoperta da ioduro d’argento.

Si ritiene che i fratelli Langenheim abbiano usato una serie di otto fotocamere, all’epoca delle scatole di legno con un obiettivo fisso, per catturare in sequenza il movimento della luna sul sole. L’evento, infatti, accadde in modo così rapido che sarebbe stato quasi impossibile catturarlo in diversi stadi usando solo un’apparecchiatura.

Secondo quanto ha raccontato all’ANSA Jeff Rosenheim, curatore responsabile del dipartimento di fotografia del museo di New York, per completare l’opera i Langenheim decisero di usare diverse fotocamere in legno di taglia diversa, serbando le piastre più piccole per le immagini che avrebbero catturato i momenti più vicini alla totalità dell’eclissi.

“L’ultima volta che queste immagini sono state mostrate al pubblico – ha spiegato Rosenheim – è stato nel 2012. Da allora sono sotto custodia perché estremamente delicate. Riteniamo che il dagherrotipo mancante sia quello dell’eclissi totale. Le immagini sono uniche perché per la prima volta è stata fotografata una sequenza, la luna mentre oscura il sole. In Europa furono scattate delle immagini nel 1851 ma non sono una sequenza”.

I dagherrotipi sono estremamente piccoli, in particolare tre di essi. I Langenheim furono costretti ad usare fotocamere molto piccole perché richiedevano meno luce. Ci fu, infatti, totale assenza di luce quando la luna oscurò la maggior parte del sole.

(di Gina Di Meo/ANSA)

Condividi: