E’ morto Filippo Vagnoni, marchigiano “doc” e anima di Fundavag

Filippo Vagnoni, fallecido en día pasados en Italia, estuvo al frente de la Editorial Fundavag desde su creación
Filippo Vagnoni, una presenza costante in seno al nostro associazionismo

CARACAS – E’ morto in Italia, dove si era recato alcuni giorni fa per trascorrere brevi vacanze assieme ai figlioli, Filippo Vagnoni, marchigiano “doc”. Assai noto e stimato in seno alla nostra comunità, Filippo Vagnoni è sempre stato molto attivo nell’ambito dell’associazionismo.
Collaboratore dinamico del nostro Giornale, per il quale ha scritto con frequenza; Direttore della Corte dei Conti del Venezuela negli anni ’90; scrittore di romanzi, lo si ricorda per la sua attività in pro della nostra Comunità.
Nell’ambito sportivo, negli anni ’70, con l’industriale Erminio Staccioli, proprietario dell’azienda “Tiquires Flores”, per anni fu l’anima del “Deportivo Italia”, la storica squadra di calcio che accompagnò la nostra Collettività per decenni. La sua presenza fu permanente nell’associazione marchigiana “Alma Laureatana”, di cui fu anche presidente e promotore de numerosissime iniziative culturali. Era membro della Giunta Direttiva della Scuola Agostino Codazzi, istituzione anch’essa storica della nostra comunità. Ma il fiore all’occhiello, l’istituzione che più gli stava a cuore, era la “Fondazione Rosa e Giuseppe Vagnoni” (Fundavag), una sua creatura alla quale si dedicava anima e corpo.
Attraverso la Fundavag, Filippo Vagnoni promuoveva iniziative culturali, soprattutto nell’ambito letterario: pubblicazione di libri, presentazione di scrittori e conferenze. Da quest’anno, poi, Fundavag aveva dato vita ad una importante iniziativa: il Concorso Letterario aperto a scrittori venezuelani e stranieri; concorso che ha riscosso subito un grande successo. Sempre attraverso Fundavag, poi, Vagnoni ha collaborato in molteplici iniziative culturali della nostra Ambasciata e dell’Istituto Italiano di Cultura.
Nel nostro Giornale, Vagnoni era di casa. Ha collaborato a lungo con articoli d’opinione e note culturali. I suoi consigli, le sue critiche sempre costruttive, la sua presenza sono stati una costante e ci mancheranno in futuro.
L’improvvisa scomparsa di Filippo Vagnoni lascia un vuoto immenso in seno alla nostra Comunità.

La nostra Redazione, in questo momento di grande dolore, è accanto alla famiglia dell’amico Filippo.