Corea del Nord: nuove sanzioni Trump, ira Cina e Russia

Pubblicato il 22 agosto 2017 da ansa

Esercitazioni militari in Corea del Nord

NEW YORK. – È di nuovo ‘guerra di parole’ sull’asse Pyongyang-Washington, col regime di Kim Jong-un che minaccia “una rappresaglia spietata” contro gli Stati Uniti, impegnati in esercitazioni congiunte con le forze armate sudcoreane. Ma i toni dello scontro salgono anche fra Stati Uniti, Cina e Russia, con l’amministrazione Trump che vara nuove sanzioni contro Pechino e Mosca accusandole di continuare a sostenere il regime di Kim Jong-un.

La reazione della Russia è immediata : “stiamo iniziando a lavorare a misure di ritorsione, che sono inevitabili in questa situazione” afferma il vice ministro degli esteri russo, Sergei Ryabkov. Non si fa attendere neanche l’ira di Pechino: “Gli Usa devono correggere immediatamente il loro errore di sanzionare le aziende cinesi per la Corea del Nord”, è il monito che arriva dal portavoce dell’ambasciata cinese a Washington.

Le misure annunciate dal Dipartimento al tesoro americano prendono di mira dieci aziende e sei individui cinesi e russi: tutti responsabili di continuare a fare affari con Pyongyang, nonostante i divieti imposti dalle Nazioni Unite. Affari che per Washington di fatto favoriscono – direttamente o indirettamente – l’avanzamento del programma missilistico e nucleare del regime di Kim Jong-un.

Nel mirino in particolare sono alcune aziende cinesi che hanno di recente raggiunto accordi col governo nordcoreano per l’acquisto e la vendita di carbone, petrolio e altre risorse minerali. Sanzionate anche alcune società che hanno fornito servizi bancari al regime di Pyongaynag rendendo così possibili transazioni finanziarie.

“E’ inaccettabile che aziende e individui in Russia e in Cina continuino ad alimentare la capacità della Corea del Nord di generare reddito. Reddito che poi viene usato per sviluppare armi di distruzioni di massa e per destabilizzare la regione”, ha affermato il segretario al tesoro americano Steve Mnuchin. Assicurando come “gli Usa continueranno ad esercitare una forte pressione sulla Corea del Nord, prendendo di mira tutti coloro che sostengono i programmi missilistico e nucleare di Pyongyang e isolando sempre più il regime dal sistema finanziario americano”.

Intanto due spedizioni dalla Corea del Nord ad un’agenzia governativa siriana responsabile del programma di armi chimiche nel Paese mediorientale sono state intercettate negli ultimi sei mesi. A rivelarlo il rapporto di un gruppo di esperti indipendenti dell’Onu che monitora le violazioni delle sanzioni a Pyongyang. Il dossier, che è stato presentato al Consiglio di Sicurezza, non ha fornito però alcuna informazione su quando o dove si sono verificate le spedizioni o su cosa contenessero. Il gruppo di esperti, nel rapporto di 37 pagine, ha spiegato che “sta indagando su informazioni riguardanti una cooperazione tra Siria e Nord Corea su missili chimici e balistici e armamenti convenzionali.

Ultima ora

12:28Scontro in galleria nel bresciano, 7 feriti

(ANSA) - BRESCIA, 21 GEN - Sette persone sono rimaste ferite, di cui tre in modo grave, in un incidente che si è verificato all'alba all'interno della galleria Trentapassi a Pisogne, in provincia di Brescia. Tre le auto coinvolte in una carambola probabilmente nata a causa dell'alta velocità e per una manovra azzardata. La galleria è stata riaperta al traffico dopo alcune ore nelle quali sono stati effettuati i rilievi di polizia. Tre feriti sono, condizioni critiche, sono stati trasportati in ospedale con l'elisoccorso.

12:24Sci: Brignone con la febbre, diserta superG Cortina

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO, 21 GEN - L'azzurra Federica Brignone, vincitrice una settimana fa dell'ultimo superG di cdm a Bad Kleinkirchheim, ha la febbre e cosi' non partecipa al superG di oggi a Cortina con inizio alle 11.45. L'atleta italiana ha infatti 38 di febbre ed una forte debolezza. Ha cosi' preferito rinunciare alla gara di oggi per guarire e poter tornare in pista martedi' nel gigante di San Vigilio di Marebbe che l'azzurra vinse lo scorso.

12:21Israele: in arrivo Pence, deputati arabi contro suo discorso

(ANSAmed) - TEL AVIV, 21 GEN - I deputati arabo israeliani boicotteranno - anche se ancora non si sa con quali modalità - il discorso del vicepresidente Usa Mike Pence di domani alla Knesset. Lo ha confermato il leader della 'Lista Araba Unita' Ayman Odeh definendo Pence "pericoloso" e dotato di "una visione messianica" che mette in pericolo la regione. Il vicepresidente americano arriverà oggi pomeriggio in Israele dalla Giordania dopo essere stato in Egitto. Domani mattina il primo incontro con il premier Benyamin Netanyahu e quindi nel pomeriggio l'intervento alla Knesset. In serata cena nella residenza del premier e il giorno successivo, martedì, visita al presidente Reuven Rivlin, al Museo della Shoah di Yad Vashem a Gerusalemme e quindi al Muro del Pianto. Pence arriva in Israele a più di un mese dalla decisione di Trump su Gerusalemme capitale dello stato ebraico e al trasferimento dell'ambasciata da Tel Aviv che hanno portato alla rottura delle relazioni con i palestinesi e gran parte del mondo arabo.

12:19Germania: Schulz, ‘oggi c’è molto in gioco’

(ANSA) - BERLINO, 21 GEN - "Oggi è uno di quei giorni in cui c'è molto in gioco, per l'Spd, per il nostro Paese e per l'Europa. Sono fiducioso e auspico che vi sia un dibattito onesto. Si devono imporre gli argomenti migliori". È quello che ha scritto su twitter Martin Schluz, prima del congresso straordinario del partito ,che si apre fra poco a Bonn, dove il leader dei socialdemocratici terrà un discorso alle 11.30. I delegati dell'Spd dovranno votare sull'accordo uscito dai colloqui esplorativi con l'Unione di Angela Merkel, per consentire un ingresso nella fase delle consultazioni in vista della formazione di un governo. Il partito è diviso e il risultato è aperto.

11:50Tennis: Australia, Nadal ai quarti, resterà n.1

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Rafa Nadal ha raggiunto i quarti di finale degli Australian Open. Il 31enne mancino di Manacor ha dovuto però impiegare quasi 4 ore per avere ragione dell'argentino Diego Schwartzman, n.26 Atp, superato 6-3 6-7(4) 6-3 6-3. L'affermazione consente al maiorchino di conservare la prima posizione mondiale anche dopo il primo Slam della stagione, comunque vada a finire. Il suo prossimo avversario sarà Marin Cilic, n.6 Atp, che ha regolato pure lui in quattro set (6-7 6-3 7-6 7-6), lo spagnolo Pablo Carreno Busta, n.11 Atp.

11:49Tennis: Australia, Seppi si ferma agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Si ferma agli ottavi la corsa di Andreas Seppi agli Australian Open. Il 33enne altoatesino si è dovuto arrendere al 23enne britannico Kyle Edmund, n.49 Atp, che lo ha superato in 4 set: 6-7(4) 7-5 6-2 6-3, in due ore e 57 minuti. Per i colori azzurri resta in pista negli ottavi Fabio Fognini che stanotte troverà il ceco Tomas Berdych, 19ma testa di serie.

11:44Siria: media, forze turche entrano in enclave curda

(ANSA)- ANKARA, 21 GEN - Le forze turche sono entrate nell'enclave curda di Afrin in Siria. Lo riferiscono media ufficiali di Ankara. L'offensiva finale della Turchia contro i curdi siriani era cominciata nella notte tra venerdì e sabato con mezzi terrestri e aerei.

Archivio Ultima ora