Colombia, nota di protesta per presunta incursione della GN

CARACAS – In questa occasione è stata una formale nota di protesta. Colombia, con la quale il Paese condivide una frontiera di oltre 2mila 200 chilometri, ha manifestato il proprio malessere per l’ennesima incursione della Guardia Nazionale nel proprio territorio. La nota di protesta è stata ufficialmente consegnata all’Ambasciata del Venezuela a Bogotà.
In coincidenza con l’esercitazione militare realizzata il fine settimana scorso, stando alle denunce del Governato colombiano del Dipartimento della Guajira, Weildler Guerra, una ventina di motociclisti della Guardia Nazionale sarebbe entrata in territorio colombiano per circa dieci minuti e rubato telefonini e denaro ai cittadini che abitano nella frontiera. Non contenti, per intimorire i malcapitati avrebbero anche sparato in aria.
La notizia di un’incursione venezuelana in territorio colombiano è stata smentita dal ministro della Difesa, Vladimir Padrino Lòpez. L’ennesimo incidente rende ancora più difficile il delicato equilibrio nella frontiera dove spesso esercito venezuelano o colombiano si accusano reciprocamente di non rispettare i limiti e di angherie nei confronti di cittadini indifesi.

Condividi: