Lezione Spagna, il Mondiale dell’Italia ora passa per lo spareggio

Pubblicato il 02 settembre 2017 da ansa

Gli azzurri escono dal Bernabeu a testa bassa.
ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

MADRID. – Altro che revival del 1982. Il ritorno dell’Italia al Santiago Bernabeu, questa volta contro la squadra di casa, ha avuto il sapore amaro di una disfatta che spinge gli azzurri verso i play off per Russia 2018. E’ una sconfitta per 3-0 senza attenuanti, per la gioia di un pubblico che già al 43′ del primo tempo ha fatto scattare gli ‘olè’ per sottolineare il dominio della Spagna sugli avversari.

Altro che conquista di un titolo mondiale, come accadde 35 anni nel ‘coliseo madridista’: questa volta gli azzurri, oggi umiliati, dovranno rincorrere la qualificazione a Russia 2018 attraverso gli spareggi delle migliori seconde. A favorirli ci sarà il fatto che la Fifa, in base al ranking, li inserirà fra le teste di serie, a meno di tracolli nei restanti impegni con Israele, Macedonia e Albania.

Ma potrebbero trovare comunque rivali insidiosi, come Grecia, Slovacchia e Ucraina. Intanto però la sfida del Bernabeu contro la ‘Roja’ del falso ‘nueve’, con Isco a fare il match winner e Asensio a mostrare tutto il talento di cui è dotato, ha avuto il sapore di una bocciatura pesante. Il 4-2-4 del Ventura – del quale il ct non si e’ pentito, nonostante le evidenti pecche – ha prodotto una sola occasione pericolosa nei primi 45′, un colpo di testa di Belotti su cross di Darmian. Per il resto c’è stata impotenza di fronte al sapiente fraseggio e alla disinvoltura degli spagnoli nel possesso palla, con un Iniesta superlativo nel distribuire il gioco.

Come se non bastasse, Buffon ci ha messo del suo, visto che ha dato l’impressione di essere poco reattivo sulle gambe sulla punizione di Isco per l’1-0, e probabilmente anche sul raddoppio del madridista. In precedenza il talento del Real, osannato dal pubblico quasi quanto Piqué è stato fischiato, aveva realizzato l’1-0 con la perfetta esecuzione di una punizione dal limite dopo che Asensio, lanciato a rete, era stato atterrato da Bonucci.

Da brividi la standing ovation quando Isco è uscito all’89’ pr regalare spiccioli di partita al veterano David Villa, altro beniamino della tifoseria spagnola. Stessa storia, ovvero zero gioco dell’Italia (bloccato Verratti) nella ripresa, con le furie rosse tali di soprannome e di fatto, e Bonucci e soci a fare quasi da spettatori in campo, in preda forse al ‘miedo escenico’ che al Bernabeu è costato pesanti ko a tanti, e da oggi anche a quest’Italia del dopo Conte che secondo Ventura è stata rifondata.

Gli effetti di ciò qui non si sono visti, e dopo il 3-0 del subentrato Morata, al quale è anche stato annullata la rete del poker per un fuorigioco, l’unico lampo azzurro, si fa per dire, è stato un tiro a fuori di Insigne su cui De Gea si è esibito in una parata ‘plastica’ per il pubblico.

Così undici anni dopo lo stop contro la Francia a Parigi, da freschi campioni del mondo, l’Italia incassa la prima sconfitta in un match di qualificazione europea o mondiale: il vero problema è che fa male il modo in cui è successo, pur tenendo conto del valore degli avversari.

Da quando hanno Lopetegui come commissario tecnico gli spagnoli non hanno mai perso: con questa ‘toreada’ a spese di una pessima Italia, è arrivato a 8 vittorie e 3 pareggi lo ‘score’ della gestione del post-Del Bosque, ed è una striscia positiva che promette di continuare, con o senza ‘falso nueve’.

(dell’inviato Alessandro Castellani/ANSA)

Ultima ora

05:05Curry, ‘giornata surreale, Trump non si comporta da leader’

NEW YORK - ''Una giornata surreale'': cosi' la stella della Nba Stephen Curry commenta l'affondo del presidente americano Donald Trump che gli ha ritirato l'invito alla Casa Bianca. ''Non so perche' sente la necessita' di prendere di mira certe persone piuttosto che altre. Io un'idea ce l'ho, ma questo non e' quello che fa un leader''.

04:56James ancora contro Trump, usa sport per dividere Paese

NEW YORK - LeBron James torna ad attaccare Donald Trump, stavolta con un video: ''Mi sento frustrato, perche' questa persona che abbiamo messo al potere dopo quello che e' successo dopo Charlottesville sta tentando di usare lo sport per dividere ancor di piu' il popolo americano. E non e' una cosa che posso tollerare, non e' una cosa su cui posso tacere''. Oltre al caso del suo collega della Nba Stephen Curry, James critica Trump anche per aver chiesto di licenziare i giocatori di football americano che non cantano l'inno in segno di protesta.

04:41Londra: 6 feriti in attacchi con acido, no terrorismo

LONDRA - Sei persone sono state ferite ieri sera in diversi attacchi con acido in un centro commerciale a Stratford, nella zona orientale di Londra. La polizia ha arrestato un uomo, sospettato di lesioni personali gravi e ne sta cercando altri. Un portavoce ha dichiarato che la polizia esclude il movente terroristico e ha aggiunto che le persone ferite non sono in pericolo di vita.

04:36Trump, test dimostra accordo Iran non e’ un granche’

NEW YORK - "L'Iran ha appena testato un missile balistico capace di raggiungere Israele. E stanno anche lavorando con la Corea del Nord. Non e' un granche' di accordo quello che abbiamo": cosi' il presidente americano, Donald Trump, commenta il test su un nuovo missile balistico eseguito da Teheran.

23:38Calcio: Udinese in ritiro da lunedì

(ANSA) - UDINE, 23 SET - L'Udinese andrà in ritiro da lunedì. Lo ha deciso la società dopo la sconfitta di questo pomeriggio con la Roma, la quinta in sei gare da inizio campionato. Il ritiro, annunciato in serata dal club con una breve nota, è stato deciso "per preparare al meglio l'importante sfida di sabato prossimo con la Sampdoria". Una partita dal risultato che appare obbligato per i bianconeri, ancora fermi a 3 punti in classifica.

23:30Calcio: Baselli si scusa, ‘troppa voglia derby,ho sbagliato’

(ANSA) - TORINO, 23 SET - "Avevo troppo voglia di derby, tenevo troppo a questa partita. Ho sbagliato". Daniele Baselli commenta così, su Twitter, l'espulsione che ha condizionato la prestazione del Torino, battuto 4-0 dalla Juventus. "Chiedo scusa ai miei compagni, ai nostri tifosi, alla società", aggiunge il giocatore granata, che posta la foto in cui esce dal campo. "Superfluo aggiunge altro. Momento durissimo - scrive il centrocampista -. Mi assumo tutte le responsabilità. Sempre e comunque forza Toro".

23:18Serie A: Juve padrona, demolisce Toro 4-0 e fa suo il derby

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Una Juve padrona all'Allianz Stadium fa suo il derby della Mole, cancellando il Torino 4-0. Primo tempo sontuoso degli uomini di Allegri che prima a passano in vantaggio grazie al 9/o gol stagionale di Dybala e poi approfittano di uno sciagurato fallo di Baselli che costa al centrocampista granata il doppio giallo e l'inevitabile espulsione. Era il 25' e da lì la partita è corsa su un unico binario: il raddoppio di Pjanic al 40', il tris firmato da Alex Sandro al 12' st e il sigillo ancora del n.10 argentino allo scadere. Il punteggio sarebbe addirittura potuto essere ancora più severo per i granata, ma i pali, le parate di Sirigu e l'imprecisione degli attaccanti bianconeri hanno limitato i danni. Higuain ha iniziato in panchina per poi entrare negli ultimi dieci minuti. La squadra di Mihajlovic paga caro l'errore di Baselli ma già l'approccio alla gara non era stato dei migliori, sentendo forse troppo il match a cui per la prima volta dopo anni erano arrivata senza i panni dell'eterna sconfitta.

Archivio Ultima ora