Irma si abbatte sui Caraibi e anche i vip e i ricchi tremano

Uragano Irma sull'isola Saint Marteen. (LaPresse/REUTERS)
Uragano Irma sull’isola Saint Marteen. (LaPresse/REUTERS)

NEW YORK. – Irma si abbatte sui Caraibi e anche i vip e i ricchi tremano. Case prestigiose da milioni di dollari e, in alcuni casi, intere isole di proprietà dei Paperoni non sono risparmiate dalla furia dell’uragano di categoria 5. Non si salva neanche Donald Trump, con varie proprietà in Florida e ai Caraibi, tutte nella traiettoria di Irma: è stata colpita la casa di St.Martin, una magione con 11 camere da letto. Mentre ora nel mirino c’è Mar-a-Lago – la Casa Bianca d’inverno, come è stata ribattezzata – insieme ai diversi campi da golf e alle altre case presidenziali della Florida.

Paradiso per chi cerca pace e riservatezza, le isole dei Caraibi sono una delle mete preferite delle star di Hollywood e non solo, che in massa le hanno scelte almeno come ‘seconda’ casa per le vacanze. Richard Branson, il miliardario di Virgin, è proprietario dell’isola di Necker nelle Vergini Britanniche: isola nella quale di recente ha ospitato l’ex presidente Barack Obama e che non ha abbandonato neanche per Irma, trovando rifugio con tutto lo staff nella cantina della casa.

John Travolta ha invece una casa da mille e una notte alle Bahamas: una proprietà imponente dove è in grado di atterrare con il suo Boeing, quello che indossando i panni da pilota usa per i suoi spostamenti. Le Bahamas sono fra le mete preferite dei vip: Nicolas Cage ha un’isola di 16 ettari, mentre l’illusionista David Copperfield è proprietario di alcune isole private chiamate Musha Cay nel sud dell’arcipelago.

Oprah Winfrey ha invece una magione ad Antigua. Bruce Willis, Keith Richards e Donna Karan preferiscono Turks and Caicos, dove hanno acquistato negli anni scorsi abitazioni che si affacciano sul mare. Saint-Barth è la più privilegiata dai miliardari, con i suoi resort e il suo porto: l’isola è salita alle cronache negli anni ’50, quando David Rockfeller vi acquistò un’imponente proprietà, attirando immediatamente altri miliardari, dai Ford ai Rothschild. Un’aura che ancora domina.