Papa Francesco: “Promuovere Solidarietà, giustizia e Concordia”

Papa Francesco y el presidente Juan Manuel Santos
Papa Francesco y el presidente Juan Manuel Santos
Papa Francesco y el presidente Juan Manuel Santos
Papa Francesco y el presidente Juan Manuel Santos

 

CARACAS – Papa Francesco, mentre il volo che lo ha portato in Colombia sorvolava il territorio venezuelano, ha inviato un breve messaggio diretto al presidente Maduro.

“Prego – afferma nel messaggio – affinché tutti nel Paese promuovano strade di solidarietà, giustizia e concordia”.

Ad attendere Papa Francesco al suo arrivo in Colombia una folla entusiasta di credenti. All’aeroporto è stato accolto dal presidente della Colombia Juan Manuel Santos dal cardinale di Bogotá, Ruben Salazar Gomez, e il nunzio apostolico, Ettore Balestrero. Il Sommo Pontefice ha salutato un gruppo di bambini, tra i quali vi era Emmanuel, figlio di Clara Rojas. Oggi parlamentare liberale, Clara Rojas fu sequestrata nel 2002 e restò ostaggio per anni delle Farc nella selva colombiana.

 

Papa Francesco e la missione pastorale

Il Sommo pontefice, nel secondo giorno della sua missione pastorale, si riunito con il presidente Santos nella Casa Nariño, sede del Governo. All’inizio della cerimonia, un bambino, tra la folla, è riuscito a consegnare al Papa una bandierina del Venezuela.

Nel suo primo discorso, il Pontefice ha sottolineato che la “la pace è un continuo lavoro, un compito che non ha tregua”.

Nei prossimi giorni, sia negli incontri privati, che nelle manifestazioni pubbliche, è probabile Papa Bergoglio non si limiti alla predica pastorale. Ma affronti anche altri temi di attualità: la pace in Venezuela, l’inserimento delle Farc nella società colombiana e la transizione politica a Cuba.

Monsignor José Octavio Ruis Arenas, vescovo emerito di Villavicencio, aveva detto che il Papa non andava in Colombia a «benedire» l’Accordo tra governo e guerriglia. E che avrebbe evitato ogni strumentalizzazione politica. Ma sarà molto difficile che la politica resti fuori dai colloqui con le autorità locali e con l’incontro previsto con i vescovi venezuelani. D’altronde, il Vaticano, nel bene e nel male, negli ultimi mesi è stato protagonista politico in America Latina. Lo è stato a Cuba, nel dialogo di pace tra Farc e governo Santos; lo è stato in Venezuela, promuovendo il dialogo tra forze politiche.