Il Governo s’impegna alla rivalutazione delle pensioni. Ape social, sconto per madri

Pubblicato il 07 settembre 2017 da ansa

Una lavoratrice della camiceria Italproduzioni di Noci (Bari). ANSA / Vincenzo Chiumarulo

ROMA. – Il Governo ha confermato la volontà di tornare, a partire dal 2019, al sistema di rivalutazione delle pensioni, per l’adeguamento degli assegni al costo della vita, antecedente alla stretta imposta con il Salva Italia, la cosiddetta riforma Fornero del 2012. Così si alzerebbero, diventerebbero più generose, le percentuali per l’aggancio ai prezzi. A prendere l’impegno, davanti ai sindacati, è il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

Al tavolo dedicato alla ‘fase due’ sulla previdenza è anche stata avanzata una proposta precisa per allargare la platea delle donne che possono accedere all’Anticipo pensionistico social: uno ‘sconto’ di sei mesi di contributi per figlio, per un massimo di due anni.

“Sull’Ape social c’è un numero di domande da parte delle donne significativamente più basso rispetto agli uomini” ha spiegato il ministro. Ma ai sindacati la soluzione non convince, perché limitata al bacino dell’Ape social, ovvero ad alcune categorie svantaggiate: disoccupate (che vedrebbero scendere da 30 a 28 l’anzianità necessaria) e quelle impiegate in attività gravose (da 36 a 34 anni). Tanto che Cgil, Cisl e Uil rilanciano, mettendo sul tavolo l’ipotesi di rivedere, allargandone le maglie, la legge Dini, che consente un anticipo sull’uscita di quattro mesi a figlio per un massimo di un anno a chi ricade interamente nel sistema contributivo.

La proposta sindacale, che il governo si è riservato di valutare (anche perché deve essere ancora ufficializzata), fa valere lo sconto per tutte, anche se nel sistema misto e per un totale di due anni. Per ora quindi si raccoglie l’apertura sull’indicizzazione: “è sostanzialmente confermato l’impegno”, ha detto Poletti. Si tratta di riportare in vigore il meccanismo Prodi, messo a punto nel 2000, che, rispetto all’inflazione, rivaluta al 100% le pensioni sotto i 1.500 euro (3 volte il minimo), al 90% quelle tra i 2.000 e i 2.500 (da 4 a 5 volte) e al 75% quelle che vanno oltre. Tutto ciò in base a un calcolo basato sugli “scaglioni”, come accade con le aliquote Irpef, per cui il ricalcolo avviene solo per la parte che eccede i vari scalini.

Oggi invece invece c’è un sistema basato su più “fasce”, erede della riforma Fornero anche se significativamente ammorbidito a confronto con il ‘modello puro’, che adeguava ai prezzi solo le pensioni sotto i 1.500 euro. Ora la rivalutazione è al 90% tra 3 volte e 4 volte il minimo e la percentuale scende al salire dell’importo fino ad attestarsi al 45% per gli assegni superiori a 6 volte il trattamento di base. Tornare al sistema che c’era prima del Salva Italia, introdotto da Prodi nel 2000, consente adeguamenti più pesanti, con una particolare convenienza per i redditi medio-alti.

C’è da ricordare che il blocco della manovra Monti-Fornero è stato giudicato incostituzionale dalla Consulta. Sentenza da cui è scaturito un primo cambiamento delle regole. Ma anche un rimborso, che però adesso è oggetto di appello alla Corte. Il tavolo al ministero si aggiornerà al 13 settembre ma per il momento “siamo ancora in un quadro di incertezza, abbiamo chiesto di esplicitare le risorse” da destinare al capitolo pensioni “ma non ci sono state dare risposte”, dice la leader della Cgil, Susanna Camusso, secondo cui l’intervento sulle donne non basta: “amplierebbe la platea solo di 4 mila unità” se l’obiettivo è passare dal 29% al 40% sul totale di domande per l’Ape social.

Sulla stessa linea la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan: “è una risposta parziale ai bisogni delle donne” e non affronterebbe l’aspetto più generale del lavoro di cura, legato non solo ai figli. La richiesta, infatti, è quella di una “contribuzione figurativa” da riconoscere a tutti coloro che assistono familiari.

Il numero uno della Uil, Carmelo Barbagallo, considera “minimale” l’intervento a favore delle lavoratrici ma giudica “positiva” la disponibilità a un incontro “prima che la legge di bilancio venga incardinata”. Resta, infatti da affrontare la questione più scottante: l’adeguamento dell’età pensionabile all’aspettativa di vita, con il rischio di salire a 67 anni dal 2019. Da quel che trapela, per adesso, l’apertura dell’esecutivo sarebbe circoscritta alle categorie di lavoratori che svolgono attività gravose (come macchinisti, facchini, operatori ecologici).

Molto dipenderà dalle risorse, che a loro volta saranno assegnate in base alle priorità. E, come noto, i capitoli urgenti da finanziare sono già almeno due: sgravi per i giovani e contratti della P.A. Nel frattempo si attiveranno gruppi di lavoro misti (governo, sindacati e le altre istituzioni coinvolte) per ragionare sulla governance dell’Inps, separare l’assistenza dalla previdenza e definire un ‘paniere’ ad hoc per la rivalutazione.

(di Marianna Berti/ANSA)

Ultima ora

01:34Calcio: Mkhitaryan dice sì all’Arsenal, Sanchez allo United

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Il centrocampista armeno del Manchester United Henrikh Mkhitaryan ha accettato la proposta di trasferirsi all'Arsenal, aprendo la strada allo scambio con il cileno Alexis Sanchez, molto atteso da Jose Mourino. Il 28enne centrocampista, 28 anni, si sottoporrà alle visite mediche tra domani e lunedì dopo aver trovato nella giornata di oggi l'accordo con il club londinese, di cui al momento non si conoscono i termini. Secondo i media inglesi, il trasferimento avverrà 'alla pari', avendo trovato i club un accordo su una valutazione di 35 milioni di sterline per entrambi i giocatori.

01:14Calcio: pari Atletico e Valencia ko, sabato pro-Barcellona

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Barcellona domina la Liga anche senza giocare, visto che le rivali fanno a gara per gettare punti e perdere ulteriore terreno sulla capolista. L'Atletico Madrid, impegnato col Girona, si è fatto bloccare sull'1-1 e praticamente può dire addio alle pur flebili speranze di contendere il titolo ai blaugrana. I punti di distacco tra prima e seconda sono ora otto, con il Barca che ha una partita in meno (domani col Betis). Il Valencia, terzo in graduatoria, ha addirittura perso a Las Palmas, sprecando l'occasione di affiancare la squadra di Simeone. Vince invece il Villarreal, 2-1 a Levante, e sale al quarto posto in attesa della partita domenicale del Real Madrid.

01:13Liberia: presidente Weah in campo per partita di beneficenza

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - L'ex fuoriclasse George Weah torna al calcio per un giorno, in occasione degli eventi che precedono il suo insediamento come presidente della Liberia: l'ex milanista è sceso in campo per una partita di beneficenza con una squadra creata per l'occasione - la Weah All Stars Team, con molti ex colleghi calciatori - , sfidata in campo dai militari delle forze armate liberiane. Il match - finito 2 a 1 per la squadra del neo presidente - si è svolto al Barclay Training Center di Monrovia. Weah, 51 anni, giurerà da presidente il 22 gennaio.

00:35Calcio: serie B, Cesena-Bari 1-1

(ANSA) - CESENA, 20 GEN - Finisce in parità la sfida dell'"Orogel Stadium Manuzzi" tra Cesena e Bari, ultima sfida del sabato nella 22/a giornata di serie B. All'acuto di Laribi nel primo tempo risponde il Bari con un'autorete di Suagher. Pareggio alla fine giusto giunto al termine di una gara vivace in cui non sono mancate le occasioni da una parte e dall'altra, la più clamorosa la traversa colpita dal barese Cissè a 5' dal termine. Il Bari è sesto con 35 punti, il Cesena raggiunge l'Entella a quota 24.

22:33Calcio: Lipsia ko, raggiunto da Bayer e M.Gladbach

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Lipsia perde 2-1 a Friburgo e viene agganciato al secondo posto dal Bayer Leverkusen, vittorioso 4-1 sul campo dell'Hoffenheim, e dal Borussia Moenchengladbach, impostosi 2-0 sull'Augusta. Dopo 19 turni di Bundesliga, la capolista Bayern Monaco ha 13 punti di vantaggio con una partita in meno e domani riceve il Werder Brema. Molto affollata la zona Champions-Europa League. Alle spalle del terzetto a 31 punti, ci sono a quota 30 il Borussia Dortmund, oggi un pareggio 1-1 a Berlino in casa dell'Hertha, lo Schalke 04, che battendo domani l'Hannover scavalcherebbe tutti portandosi al secondo posto da solo, e l'Eintracht, vittorioso per 3-1 a Wolfsburg. In coda, il Magonza batte lo Stoccarda 3-2 e lo raggiunge al quart'ultimo posto. Nella sfida Amburgo-Colonia ha la meglio il fanalino di coda, che vince 2-0 in trasferta.

22:27Calcio: tripletta di Aguero, il City riprende a correre

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Niente cambia in vetta alla Premier League dopo il sabato di incontri della 24/a giornata. Vince 3-0 il Manchester City nell'impegno tardo pomeridiano col Newcastle e mantiene 12 punti di vantaggio sul Manchester United, che si impone 1-0 in casa del Burnley, e 15 sul Chelsea, vittorioso 4-0 a Brighton. Il Liverpool giocherà lunedì a Swansea per riagganciare, in caso di vittoria, la squadra di Conte al terzo posto. Il Tottenham gioca domani e nel frattempo l'Arsenal, con un liberatorio 4-1 al Crystal Palace dopo due pareggi e una sconfitta, gli si è avvicinato. All'Ethiad Stadium il primo gol dei Citizens è stato assegnato ad Aguero, che su cross di De Bruyne ha sfiorato di testa il pallone. Nella ripresa, El Kun ha segnato altre due reti, la prima su rigore. Ed il City riparte dopo il ko con il Liverpool. Lo United ha capitalizzato al massimo una rete di Martial al 9' della ripresa, mentre l'Arsenal ha dilagato sul Palace segnando con Monreal, Iwobi, Koscielny e Lacazette.

22:16Incidenti montagna: alpinista scivola e muore

(ANSA) - PANIA DELLA CROCE (LUCCA), 20 GEN - Un alpinista è morto a seguito delle ferite riportate per una caduta nel Vallone dell'Inferno sul versante occidente della Pania della Croce (Lucca). L'uomo, secondo quanto si appreso, sarebbe finito nella Buca della neve. A dare l'allarme al 118, intorno alle 17, gli altri componenti del gruppo che si trovavano con l'uomo. L'elicottero Pegaso 3 a causa delle condizioni atmosferiche e dell'approssimarsi del buio non ha potuto raggiungere l'alpinista ma è riuscito a trasportare gli uomini della stazione di Lucca, insieme con il medico, a circa 1 ora e 20 minuti di distanza, lungo il sentiero del pastore che sale al Rifugio Rossi. Sul posto si è diretta anche la squadra di Querceta(Lucca). L'uomo era in condizioni disperate. In corso le operazioni di recupero della salma. Il Sast (Soccorso alpino e speleologico Toscano) ricorda che in quota le condizioni della neve non sono buone: vento e pioggia hanno fatto affiorare strati di neve molto ghiacciata.

Archivio Ultima ora