Aumento del salario minimo del 40 per cento

Pubblicato il 07 settembre 2017 da redazione

Il presidente Maduro ha decretato un nuovo aumento salariale

Il presidente Maduro ha decretato un nuovo aumento salariale

 

CARACAS.- Aumento del salario minimo del 40 per cento. Lo ha annunciato, tra gli applausi dei costituenti, il presidente della Repubblica, Nicolás Maduro. Il capo dello Stato, intervenendo in una sessione speciale dell’Assemblea Nazionale Costituente trasmessa a reti unificate, ha reso noto la decisione. L’incremento, ha detto il presidente Maduro, “sarà retroattivo”.

– Il salario minimo – ha precisato il capo dello Stato – sarà ora di 136mila 544 bolívares.
Anche i cestaticket hanno subito un incremento. I buoni per comprare generi alimentari e medicine, che accompagnano lo stipendio senza gravare sul calcolo dei contributi che l’azienda deve versare, passeranno a 189mila bolívares.

– In totale – ha commentato il presidente Maduro tra gli applausi dei presenti alla sessione della Costituente – i lavoratori riceveranno 325mila 544 bolívares.

L’ultimo incremento decretato dal governo risale a luglio di quest’anno. Era stato il terzo del 2017, e aveva portato il salario globale (la somma tra salario minimo e cestaticket) a 250mila 531 bolívares.

Anche la pensione ha subito un incremento. I pensionati riceveranno 136mila 544 bolívares e un “buono” di 40mila 963 bolívares. Continuano a reclamare, comunque, anche loro il diritto di ricevere il cestaticket.

L’aumento dei salari non è l’unico provvedimento economico annunciato dal presidente Maduro. Il capo dello Stato, che attribuisce a una ipotetica guerra economica la crisi del Paese, ha annunciato la creazione di un paniere di monete.

Le monete che vi faranno parte saranno principalmente lo yen, la rupia, il rublo. Stando al presidente Maduro, questo paniere permetterà di aggirare le difficoltà create dalle sanzioni economiche decise dal presidente americano Donald Trump. Da oggi, quindi, chi parteciperà all’asta Dicom per ottenere valuta estera potrà ricevere yen, rupia o rublo invece di dollari.

Aumento salariale e guerra economica

Il capo dello Stato ha accusato il presidente del Parlamento, Julio Borges, di “traditore alla Patria”. E ha chiesto ai costituenti di privarlo dell’immunità parlamentare e castigarlo con tutto il peso della legge. Il presidente del Parlamento, che in questi giorni ha avuto incontri con leader europei, sarebbe responsabile della guerra economica che ha provocato la crisi. Julio Borges è accusato di chiedere ai paesi di mezzo mondo sanzioni economiche e l’isolamento internazionale.

Ultima ora

21:28Venezia: denuncia turisti, 4 bistecche e frittura 1100 euro

(ANSA) - VENEZIA, 20 GEN - Quattro bistecche, poi frittura mista di pesce, acqua e servizio: totale 1100 euro. E' il conto da infarto che si sarebbero visti presentare in un'osteria di Venezia quattro turisti giapponesi, che avevano pranzato nel locale in zona Mercerie, vicino a San Marco. La disavventura è stata raccontata dalla guida giapponese che accompagnava i quattro - e che aveva mangiato in un altro locale - al portavoce della piattaforma civica 'Gruppo 25 Aprile', Marco Gasparinetti, che l'ha resa pubblica sui social. I turisti orientali, un gruppo di giovani universitari, hanno già lasciato Venezia per raggiungere Bologna e qui, secondo quanto sostiene Gasparinetti, avrebbe presentato denuncia su quanto accaduto loro nella città lagunare. Il gestore della trattoria, un egiziano, ha detto di non ricordare "di avere avuto problemi con clienti giapponesi in questi giorni".

21:17Di Battista, farò comizi ad Arcore, Rignano e Laterina

(ANSA) - PESCARA, 20 GEN - "Io il 1 febbraio parto in tour, farò un comizio ad Arcore, uno a Rignano sull'Arno e uno a Laterina, l'ultimo che farò. L'obiettivo, da non candidato è fare arrivare il più possibile consensi al M5S". Lo annuncia Alessandro Di Battista a margine del Villaggio Rousseau di Pescara. Le tre località sono rispettivamente legate a Silvio Berlusconi, Matteo Renzi e Maria Elena Boschi.

21:09Kosovo: presidente serbo a Mitrovica

(ANSAmed) - BELGRADO, 20 GEN - A pochi giorni dall'assassinio in Kosovo di Oliver Ivanovic, uno dei più autorevoli leader politici della minoranza serba, il presidente serbo Aleksandar Vucic si è recato oggi sul luogo dell'agguato nel settore nord (serbo) di Kosovska Mitrovica dove ha deposto una corona di fiori. Ivanovic, su posizioni moderate e concilianti, guidava un partito diverso da Srpska lista, la maggiore formazione politica dei serbi del Kosovo, legata a doppio filo al partito Sns di Vucic. Il presidente ha poi raggiunto l'Università dove ha incontrato le autorità locali e i leader politici delle varie comunità della minoranza serba in Kosovo. 'Serbia, Serbia' ha scandito a lungo la folla. Il presidente ha effettuato la visita in Kosovo per mostrare vicinanza alla popolazione serba, fortemente disorientata dopo l'assassinio di Ivanovic, freddato martedì scorso da sei colpi di arma da fuoco mentre si recava al lavoro. In precedenza Vucic era stato al monastero ortodosso di Banjska, accolto dal vescovo Teodosije.

20:39Quarantenne accoltellato a Napoli, 30 giorni di prognosi

(ANSA) - NAPOLI, 20 GEN - Un uomo di 40 anni è stato accoltellato vicino allo stadio San Paolo di Napoli, in piazza Gabriele d'Annunzio, da una persona che lo ha sorpreso alle spalle nei pressi di un chiosco. Secondo quanto rende noto la Questura la vittima dell'aggressione - che non è in pericolo di vita - è stata colpita quattro volte: ha ricevuto tre fendenti al dorso e uno al viso. É stato immediatamente soccorso e trasportato nel vicino ospedale San Paolo dove i sanitari lo hanno medicato e giudicato guaribile in 30 giorni. Sull'accaduto sono in corso indagini da parte della Polizia di Stato.

20:33Afghanistan: Kabul, hotel Intercontinetal sotto attacco

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Almeno quattro uomini armati hanno attaccato a Kabul l'hotel Intercontinental. Lo scrive la Bbc online precisando che gli assalitori hanno sparato contro gli ospiti dell'albergo. Dalle immagini che circolano sui social si vedono fiamme dall'hotel. Alcuni media parlano di vittime e ostaggi.

20:29Incidenti sci: due bambini fuori pista al Corno alle Scale

(ANSA) - BOLOGNA, 20 GEN - Due bambini di 8 e 10 anni che stavano sciando al Corno alle Scale, sull'Appennino Bolognese, sono rimasti feriti dopo essere finiti fuori pista, in un canalone, nei pressi della seggiovia della direttissima a quattro posti. Uno ha riportato traumi ad una gamba e al bacino, l'altro traumi facciali e interni. I bambini sono stati soccorsi accanto alla pista e caricati in elicottero d'urgenza. Una volta arrivati all'ospedale Maggiore di Bologna i medici li hanno visitati e le loro condizioni sono state giudicate di "media gravità". I soccorsi sono scattati immediatamente e sul posto è arrivato il 118, con un'ambulanza e due elicotteri. All'intervento hanno partecipato anche gli uomini del soccorso alpino dell'Emilia-Romagna, stazione del Corno alle Scale. (ANSA).

20:06Sudafrica: media, in Anc cresce spinta per dimissioni Zuma

(ANSA) - IL CAIRO, 20 GEN - All'interno dell'Anc, il partito di governo in Sudafrica, sta crescendo la pressione per spingere il presidente Jacob Zuma alle dimissioni al fine di evitare che gli scandali in cui è implicato possano danneggiare il nuovo leader Cyril Ramaphosa nelle elezioni dell'anno prossimo. "Fonti" hanno riferito che nel massimo organo del partito, il 'Comitato esecutivo nazionale' (Nec), c'è consenso per avviare le sue dimissioni, scrive il sito sudafricano dell'Huffington Post. Una fonte vicina a Ramaphosa ha riferito che è stato formato un comitato per agevolare una "rapida transizione" e che una nozione in tal senso è stata discussa in una riunione del Nec. Nella prima delle due giornate della riunione, ieri, è stata discussa anche una mozione per le dimissioni del presidente e ci sarebbe stato accordo affinchè Zuma non sia in carica durante la campagna per le presidenziali dell'anno prossimo, scrive ancora il sito riportando fonti di altri media sudafricani (News24 e TimesLive).

Archivio Ultima ora