Desigual, danza tribale per le diversità e la pace

Pubblicato il 08 settembre 2017 da ansa

Desigual ha sfilato a New York presentato la sua collezione primavera-estate 2018 MEHDI TAAMALLAH/AFP/Getty Images)

NEW YORK. – Una danza tribale in nome della diversità e della pace. Desigual ha sfilato a New York presentato la sua collezione primavera-estate 2018 mandando in passerella modelle-ballerine che hanno messo da parte i tacchi per sbizzarrirsi in contorsioni e salti come in una danza tribale. Il brand spagnolo ha inaugurato anche la sua collaborazione con l’illustratore e regista francese Jean-Paul Goude nel nome della giungla, con tutta la diversità e i colori che un setting del genere può offrire.

Desigual era alla ricerca di un autore e in Goude, nominato direttore creativo, ha trovato un’ estensione del suo Dna. Goude ha tutta la credibilità estetica che serve al brand spagnolo, il quale, nonostante dal 2013 sfili alla fashion week di New York e ha 500 negozi in cento paesi con un fatturato di 860 milioni di euro nel 2016 (fonte New York Times) ancora non manca della dovuta considerazione dall’industria della moda.

“Questa collezione – ha detto all’ANSA Daniel Perez, direttore della comunicazione Desigual – è una giungla, una giungla urbana, esotica e psichedelica con un messaggio finale che è quello della diversità. Le danze, inoltre, il rito, l’esplosione di colore vogliono celebra la vita”.

Di fronte ad una platea stupita della meraviglia di vedere uno spettacolo nello spettacolo, le modelle hanno anche interagito con il pubblico sfoggiando, tra gli altri accessori, occhiali con visibile il segno della pace. La collezione comprendeva anche 16 pezzi di una capsule collection chiamata ‘Desigual Couture’, disegnata dallo stesso Goude e che ha ulteriormente rappresentato l’intersezione tra il suo approccio estetico e quello di Desigual.

“Diversità culturale – ha detto il creativo francese in una dichiarazione ufficiale – street-chic come una forma di couture democratizzata, la festività, il ritmo e l’umore, questi sono valori a cui non solo fa riferimento il Dna di Desigual ma anche il mio. Diciamo che siamo sulla stessa lunghezza d’onda”.

La collaborazione con Goude, come ha sottolineato la direzione del brand, servirà a integrare ogni singolo aspetto dell’immagine di Desigual. Negli ultimi decenni, Goude è diventato famoso per la sua capacità di creare vignette di alta moda, mantenendo e attirando un pubblico anche esterno al mondo della moda.

Il suo ampio portfolio, che spazia dalla creazione di pubblicità per brand di fascia alta alla partecipazione in film riconosciuti a livello internazionale e alla collaborazione con artisti di fama mondiale, supporta l’obiettivo finale di Desigual di diventare un marchio di moda più diversificato, più dinamico e, in definitiva, più al servizio dei propri clienti.

(di Gina Di Meo/ANSA)

Ultima ora

05:05Curry, ‘giornata surreale, Trump non si comporta da leader’

NEW YORK - ''Una giornata surreale'': cosi' la stella della Nba Stephen Curry commenta l'affondo del presidente americano Donald Trump che gli ha ritirato l'invito alla Casa Bianca. ''Non so perche' sente la necessita' di prendere di mira certe persone piuttosto che altre. Io un'idea ce l'ho, ma questo non e' quello che fa un leader''.

04:56James ancora contro Trump, usa sport per dividere Paese

NEW YORK - LeBron James torna ad attaccare Donald Trump, stavolta con un video: ''Mi sento frustrato, perche' questa persona che abbiamo messo al potere dopo quello che e' successo dopo Charlottesville sta tentando di usare lo sport per dividere ancor di piu' il popolo americano. E non e' una cosa che posso tollerare, non e' una cosa su cui posso tacere''. Oltre al caso del suo collega della Nba Stephen Curry, James critica Trump anche per aver chiesto di licenziare i giocatori di football americano che non cantano l'inno in segno di protesta.

04:41Londra: 6 feriti in attacchi con acido, no terrorismo

LONDRA - Sei persone sono state ferite ieri sera in diversi attacchi con acido in un centro commerciale a Stratford, nella zona orientale di Londra. La polizia ha arrestato un uomo, sospettato di lesioni personali gravi e ne sta cercando altri. Un portavoce ha dichiarato che la polizia esclude il movente terroristico e ha aggiunto che le persone ferite non sono in pericolo di vita.

04:36Trump, test dimostra accordo Iran non e’ un granche’

NEW YORK - "L'Iran ha appena testato un missile balistico capace di raggiungere Israele. E stanno anche lavorando con la Corea del Nord. Non e' un granche' di accordo quello che abbiamo": cosi' il presidente americano, Donald Trump, commenta il test su un nuovo missile balistico eseguito da Teheran.

23:38Calcio: Udinese in ritiro da lunedì

(ANSA) - UDINE, 23 SET - L'Udinese andrà in ritiro da lunedì. Lo ha deciso la società dopo la sconfitta di questo pomeriggio con la Roma, la quinta in sei gare da inizio campionato. Il ritiro, annunciato in serata dal club con una breve nota, è stato deciso "per preparare al meglio l'importante sfida di sabato prossimo con la Sampdoria". Una partita dal risultato che appare obbligato per i bianconeri, ancora fermi a 3 punti in classifica.

23:30Calcio: Baselli si scusa, ‘troppa voglia derby,ho sbagliato’

(ANSA) - TORINO, 23 SET - "Avevo troppo voglia di derby, tenevo troppo a questa partita. Ho sbagliato". Daniele Baselli commenta così, su Twitter, l'espulsione che ha condizionato la prestazione del Torino, battuto 4-0 dalla Juventus. "Chiedo scusa ai miei compagni, ai nostri tifosi, alla società", aggiunge il giocatore granata, che posta la foto in cui esce dal campo. "Superfluo aggiunge altro. Momento durissimo - scrive il centrocampista -. Mi assumo tutte le responsabilità. Sempre e comunque forza Toro".

23:18Serie A: Juve padrona, demolisce Toro 4-0 e fa suo il derby

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Una Juve padrona all'Allianz Stadium fa suo il derby della Mole, cancellando il Torino 4-0. Primo tempo sontuoso degli uomini di Allegri che prima a passano in vantaggio grazie al 9/o gol stagionale di Dybala e poi approfittano di uno sciagurato fallo di Baselli che costa al centrocampista granata il doppio giallo e l'inevitabile espulsione. Era il 25' e da lì la partita è corsa su un unico binario: il raddoppio di Pjanic al 40', il tris firmato da Alex Sandro al 12' st e il sigillo ancora del n.10 argentino allo scadere. Il punteggio sarebbe addirittura potuto essere ancora più severo per i granata, ma i pali, le parate di Sirigu e l'imprecisione degli attaccanti bianconeri hanno limitato i danni. Higuain ha iniziato in panchina per poi entrare negli ultimi dieci minuti. La squadra di Mihajlovic paga caro l'errore di Baselli ma già l'approccio alla gara non era stato dei migliori, sentendo forse troppo il match a cui per la prima volta dopo anni erano arrivata senza i panni dell'eterna sconfitta.

Archivio Ultima ora