Buoni Pasto: ok a cumulo di otto ticket per fare la spesa

Pubblicato il 08 settembre 2017 da ansa

Entra in vigore il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico che permette di spendere anche otto buoni pasto alla volta

ROMA. – Nuove regole per i buoni pasto. Da domani entra in vigore il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico che permette di spendere anche otto buoni pasto alla volta per fare la spesa, ad esempio in un supermercato, e che allarga anche le possibilità del loro utilizzo. Potranno infatti essere usati nei mercatini, negli agriturismi, negli spacci aziendali, negli ittiturismo oltre a bar, ristoranti, pizzerie, negozi.

“Poterli usare per la spesa in campagna e negli agriturismi che aderiranno, potrà essere una nuova opportunità per i produttori e i consumatori”, commenta Cia-Agricoltori Italiani, mentre Coldiretti sottolinea che si tratta di “una opportunità per 4 italiani su 10 che fanno la spesa dal contadino negli agriturismi e nei mercati degli agricoltori”.

Finora, ufficialmente, era possibile usare un solo ticket al giorno per fare la spesa ma in realtà è da tempo che i clienti staccano più di un buono pasto per pagare la spesa nei supermercati. Quindi il decreto del Mise, pubblicato lo scorso 10 agosto in Gazzetta Ufficiale, rende “lecita” una pratica che era già ampiamente diffusa e fissa una soglia di cumulabilità a otto ticket. Resta però in vigore il divieto di cederli a terzi ed è anche esclusa la possibilità di avere il resto.

I buoni pasto, recita l’articolo 4 del decreto, “non sono cedibili” né “commercializzabili o convertibili in denaro”,sono “utilizzabili solo dal titolare” ed “utilizzabili esclusivamente per l’intero valore facciale”, ossia il valore dell’importo specificato sul ticket. Per i buoni elettronici valgono le stesse regole.

Il provvedimento del Ministero precisa poi che “le società di emissione sono tenute ad adottare idonee misure antifalsificazione e di tracciabilità del buono pasto”. “Bene, era ora. E’ dall’agosto 2015 che chiediamo di liberalizzare i buoni pasto, rendendoli cumulabili e permettendo al lavoratore di spenderli anche in un’unica soluzione”, afferma l’Unione Nazionale Consumatori, sottolineando che in questo modo si mette fine anche alla “cresta” che alcuni esercenti facevano, trattenendo una percentuale, di solito il 10%.

Critico, invece, il Codacons che chiede una “liberalizzazione totale” dei buoni pasto che “permetta ai cittadini di scegliere quando e come spenderli, senza limitazione” e giudica “incomprensibile” il tetto degli otto ticket. In origine i buoni pasto dovevano sostituire il servizio mensa delle aziende ma nel corso degli anni sono diventati una nuova forma di sostegno al reddito per milioni di italiani.

Infatti, secondo i dati, circa 80 mila aziende li distribuiscono a 2,5 milioni di dipendenti del settore pubblico e privato, generano un volume d’affari di tre miliardi di euro e sono accettati da 120mila esercizi convenzionati, numero questo destinato ad aumentare con l’entrata in vigore della nuova normativa del Mise. I ticket cartacei sono esentasse fino a 5,29 euro mentre quelli elettronici fino a sette euro.

Ultima ora

21:28Venezia: denuncia turisti, 4 bistecche e frittura 1100 euro

(ANSA) - VENEZIA, 20 GEN - Quattro bistecche, poi frittura mista di pesce, acqua e servizio: totale 1100 euro. E' il conto da infarto che si sarebbero visti presentare in un'osteria di Venezia quattro turisti giapponesi, che avevano pranzato nel locale in zona Mercerie, vicino a San Marco. La disavventura è stata raccontata dalla guida giapponese che accompagnava i quattro - e che aveva mangiato in un altro locale - al portavoce della piattaforma civica 'Gruppo 25 Aprile', Marco Gasparinetti, che l'ha resa pubblica sui social. I turisti orientali, un gruppo di giovani universitari, hanno già lasciato Venezia per raggiungere Bologna e qui, secondo quanto sostiene Gasparinetti, avrebbe presentato denuncia su quanto accaduto loro nella città lagunare. Il gestore della trattoria, un egiziano, ha detto di non ricordare "di avere avuto problemi con clienti giapponesi in questi giorni".

21:17Di Battista, farò comizi ad Arcore, Rignano e Laterina

(ANSA) - PESCARA, 20 GEN - "Io il 1 febbraio parto in tour, farò un comizio ad Arcore, uno a Rignano sull'Arno e uno a Laterina, l'ultimo che farò. L'obiettivo, da non candidato è fare arrivare il più possibile consensi al M5S". Lo annuncia Alessandro Di Battista a margine del Villaggio Rousseau di Pescara. Le tre località sono rispettivamente legate a Silvio Berlusconi, Matteo Renzi e Maria Elena Boschi.

21:09Kosovo: presidente serbo a Mitrovica

(ANSAmed) - BELGRADO, 20 GEN - A pochi giorni dall'assassinio in Kosovo di Oliver Ivanovic, uno dei più autorevoli leader politici della minoranza serba, il presidente serbo Aleksandar Vucic si è recato oggi sul luogo dell'agguato nel settore nord (serbo) di Kosovska Mitrovica dove ha deposto una corona di fiori. Ivanovic, su posizioni moderate e concilianti, guidava un partito diverso da Srpska lista, la maggiore formazione politica dei serbi del Kosovo, legata a doppio filo al partito Sns di Vucic. Il presidente ha poi raggiunto l'Università dove ha incontrato le autorità locali e i leader politici delle varie comunità della minoranza serba in Kosovo. 'Serbia, Serbia' ha scandito a lungo la folla. Il presidente ha effettuato la visita in Kosovo per mostrare vicinanza alla popolazione serba, fortemente disorientata dopo l'assassinio di Ivanovic, freddato martedì scorso da sei colpi di arma da fuoco mentre si recava al lavoro. In precedenza Vucic era stato al monastero ortodosso di Banjska, accolto dal vescovo Teodosije.

20:39Quarantenne accoltellato a Napoli, 30 giorni di prognosi

(ANSA) - NAPOLI, 20 GEN - Un uomo di 40 anni è stato accoltellato vicino allo stadio San Paolo di Napoli, in piazza Gabriele d'Annunzio, da una persona che lo ha sorpreso alle spalle nei pressi di un chiosco. Secondo quanto rende noto la Questura la vittima dell'aggressione - che non è in pericolo di vita - è stata colpita quattro volte: ha ricevuto tre fendenti al dorso e uno al viso. É stato immediatamente soccorso e trasportato nel vicino ospedale San Paolo dove i sanitari lo hanno medicato e giudicato guaribile in 30 giorni. Sull'accaduto sono in corso indagini da parte della Polizia di Stato.

20:33Afghanistan: Kabul, hotel Intercontinetal sotto attacco

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Almeno quattro uomini armati hanno attaccato a Kabul l'hotel Intercontinental. Lo scrive la Bbc online precisando che gli assalitori hanno sparato contro gli ospiti dell'albergo. Dalle immagini che circolano sui social si vedono fiamme dall'hotel. Alcuni media parlano di vittime e ostaggi.

20:29Incidenti sci: due bambini fuori pista al Corno alle Scale

(ANSA) - BOLOGNA, 20 GEN - Due bambini di 8 e 10 anni che stavano sciando al Corno alle Scale, sull'Appennino Bolognese, sono rimasti feriti dopo essere finiti fuori pista, in un canalone, nei pressi della seggiovia della direttissima a quattro posti. Uno ha riportato traumi ad una gamba e al bacino, l'altro traumi facciali e interni. I bambini sono stati soccorsi accanto alla pista e caricati in elicottero d'urgenza. Una volta arrivati all'ospedale Maggiore di Bologna i medici li hanno visitati e le loro condizioni sono state giudicate di "media gravità". I soccorsi sono scattati immediatamente e sul posto è arrivato il 118, con un'ambulanza e due elicotteri. All'intervento hanno partecipato anche gli uomini del soccorso alpino dell'Emilia-Romagna, stazione del Corno alle Scale. (ANSA).

20:06Sudafrica: media, in Anc cresce spinta per dimissioni Zuma

(ANSA) - IL CAIRO, 20 GEN - All'interno dell'Anc, il partito di governo in Sudafrica, sta crescendo la pressione per spingere il presidente Jacob Zuma alle dimissioni al fine di evitare che gli scandali in cui è implicato possano danneggiare il nuovo leader Cyril Ramaphosa nelle elezioni dell'anno prossimo. "Fonti" hanno riferito che nel massimo organo del partito, il 'Comitato esecutivo nazionale' (Nec), c'è consenso per avviare le sue dimissioni, scrive il sito sudafricano dell'Huffington Post. Una fonte vicina a Ramaphosa ha riferito che è stato formato un comitato per agevolare una "rapida transizione" e che una nozione in tal senso è stata discussa in una riunione del Nec. Nella prima delle due giornate della riunione, ieri, è stata discussa anche una mozione per le dimissioni del presidente e ci sarebbe stato accordo affinchè Zuma non sia in carica durante la campagna per le presidenziali dell'anno prossimo, scrive ancora il sito riportando fonti di altri media sudafricani (News24 e TimesLive).

Archivio Ultima ora