Cornetto Fresa Vainilla invita a todos los jóvenes a romper el hielo

Pubblicato il 11 settembre 2017 da redazione

CARACAS.- ¿Quién puede resistirse a la romántica invitación de degustar un festival de sabores, con una cremosa y crocante textura en un mismo bocado? Tío Rico invita a dar el primer paso para disfrutar el viaje del amor, con el lanzamiento de Cornetto Fresa Vainilla en el mercado venezolano. La deliciosa y crujiente barquilla rellena de helado de fresa y vainilla, con cubierta de chocolate crocante, maní, sirop de fresa, y su fantástica explosión de chocolate en la punta, promete ser un divertido snack y una experiencia cool entre las personas que se gustan. Así lo informó Adriana Siverio, Gerente de Mercadeo.

“Un gran placer en cada mordisco, es la excusa perfecta para ayudar a eliminar la ansiedad en la primera cita, ese primer paso tan difícil de dar”, explica Adriana Siverio. Cornetto incita a superar el miedo del primer amor, para que los jóvenes realmente se sumerjan en esa primera experiencia romántica. Por tanto Cornetto será el arma secreta de los jóvenes, que impulsará el hashtag #RompeElHielo junto a importantes influenciadores, alentando a los más audaces a compartir todos esos momentos inolvidables junto a esa persona especial.

Siverio señala que la marca dirige sus esfuerzos a la generación millennials, enfocados en la música y el entorno digital, que buscan explorar y conocer el amor. Sin embargo, no excluye a todos aquellos que sienten esas mariposas en el estómago y le brillan los ojos cuando ven a su persona ideal. “En ese preciso instante, nada mejor que un Cornetto para despertar una sonrisa en esa persona especial, que provoca los más profundos suspiros”.

Cautivando a todos, un delicioso bocado a la vez

Adriana Siverio indicó que Cornetto Fresa Vainilla es un helado elaborado 100% en Venezuela, específicamente en la fábrica de Tío Rico ubicada en Guacara, estado Carabobo. A su vez informó que el crujiente postre se vende desde el pasado 07 de agosto en todas las regiones de Venezuela.

Para conocer más detalles de este novedoso helado bisabor, la marca que regala felicidad pone a disposición del público sus redes sociales: @HeladosTíoRico en Twitter e Instagram.

En relación con la estrategia de medios de Tío Rico, Siverio comentó que promoverán el helado a través de divertidas actividades en redes sociales bajo el hashtag #RompeElHielo.

“A la par, tendremos un sampling experiencial con los estudiantes de distintas universidades para que disfruten la experiencia del Ice Cream Truck, y prueben el cremoso y crujiente Cornetto Fresa Vainilla.- También tendremos participación en eventos especiales, creando presencia de marca y a su vez ofreciéndoles a los consumidores la opción de consumir helados mientras disfrutan de un momento diferente”, comentó.

La invitación de Cornetto es #RompeElHielo, y vive una experiencia realmente irresistible e inolvidable junto a Cornetto Fresa Vainilla.

Ultima ora

16:05Zimbabwe: Mugabe espulso dal partito di governo

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Il presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe è stato espulso dal suo partito Zanu-PF ed è stato sostituito dal vicepresidente Emmerson Mnangagwa. Lo riporta la Bbc. Il partito ha intimato a Mugabe di dimettersi "entro domani a mezzogiorno, altrimenti si darà il via all'impeachment".

15:56Gb: 70 anni di matrimonio, foto celebra Elisabetta e Filippo

(ANSA) - LONDRA, 19 NOV - Un ritratto ufficiale e una serie di francobolli per celebrare 70 anni di matrimonio. Nozze di ferro per Elisabetta II e Filippo di Edimburgo, che domani segnano un altro traguardo record nella storia dei reali. Per la regina e il principe consorte - 91 anni lei, 96 lui - si tratta di un anniversario da festeggiare in privato, come già annunciato da Buckingham Palace. Ma la foto - in piedi e sorridenti, la regina in abito chiaro, Filippo con una giacca grigia e una cravatta bordeaux - campeggia comunque oggi su tutti i media britannici come atto di omaggio. L'omaggio a un'unione indistruttibile, suggellata dal solenne matrimonio celebrato il 20 novembre 1947 (26enne lui, 21enne lei), e poi - dal 1952, anno dell'ascesa al trono di Elisabetta - da oltre 6 decenni di regno. Ma anche l'omaggio a una coppia ancora sulla breccia, eppure incamminata verso un lento addio: segnato dal ritiro di Filippo dagli impegni ufficiali e dall'alleggerimento dei doveri della sovrana a beneficio dell'erede al trono Carlo.

15:55Terremoti: scossa di magnitudo 4.4 nel Parmense

(ANSA) - PARMA, 19 NOV - Un terremoto di magnitudo 4.4 è stato registrato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 13.37 con epicentro nella zona di Fornovo di Taro, in provincia di Parma. La scossa, avvertita in tutto il territorio, ha provocato paura ma nessun danno. I Vigili del fuoco hanno riferito che non ci sono interventi in atto e, al momento, non ci sono segnalazioni di danni a persone o cose.

14:41Papa: Dio non è controllore bus, non basta non fare del male

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 19 NOV - "Non fare nulla di male non basta, perché Dio non è un controllore in cerca di biglietti non timbrati". Lo ha detto il Papa nell'omelia della messa nella basilica vaticana per la Prima Giornata Mondiale dei Poveri. L'omissione è "il grande peccato nei confronti dei poveri. Qui assume un nome preciso: indifferenza". "E' dire: 'Non mi riguarda, non è affar mio, è colpa della società'. È girarsi dall'altra parte quando il fratello è nel bisogno, è cambiare canale appena una questione seria ci infastidisce, è anche sdegnarsi di fronte al male senza far nulla. Dio, però, non ci chiederà se avremo avuto giusto sdegno, ma se avremo fatto del bene". E invece i poveri sono "il nostro passaporto per il paradiso". "Non cerchiamo allora il superfluo per noi ma il bene per gli altri" perché occorre "il coraggio di amare non a parole ma coi fatti". In basilica erano presenti 7mila poveri. Per 1500 di loro pranzo con il Papa nell'Aula Paolo VI. Gli altri sono ospitati in istituti ed enti caritativi di Roma.

14:31Terremoti: scossa magnitudo 6,4 in Nuova Caledonia

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Una scossa di terremoto di magnitudo 6,4 é stata registrata oggi al largo della Nuova Caledonia, 74 chilometri a est di Tandine, ad una profondità di 25,3 chilometri: lo rende noto l'Istituto geofisico americano (Usgs). Per ora non si hanno notizie di un rischio tsunami.

14:27Marzabotto: squadra 65 Futa visita sacrario vittime eccidi

(ANSA) - BOLOGNA, 19 NOV - I dirigenti, gli allenatori e i calciatori della 65 Futa di Loiano-Monghidoro, squadra che milita nella seconda categoria dilettanti bolognese si sono recati in visita al sacrario di Marzabotto per rendere omaggio alle vittime degli eccidi nazisti. Dopo che il presidente della società Fabrizio Santi ha deposto una composizione floreale sul monumento, tutta la squadra ha poi raggiunto la scuola di pace di Monte Sole per ascoltare la testimonianza di Anna Rosa Nannetti, sopravvissuta alla strage del '44. La visita, organizzata in accordo col sindaco di Marzabotto Romano Franchi, è stata la risposta al gesto di Eugenio Luppi, il calciatore della 65 Futa che domenica scorsa, proprio a Marzabotto, ha esultato dopo un gol con un braccio teso a ricordare il saluto romano e mostrando al pubblico una maglia nera con impressi il tricolore e l'aquila imperiale, simboli della Repubblica Sociale Italiana. Luppi, come era stato annunciato, non ha preso parte alla visita col resto dei compagni.(ANSA).

13:55Incendiata auto parroco in Calabria, s’indaga su motivi

(ANSA) - SCANDALE (CROTONE), 19 NOV - L'automobile del parroco della chiesa di San Giuseppe Operaio, della frazione "Corazzo" di Scandale, nel crotonese, é stata incendiata la scorsa notte da persone non identificate. La vettura, una Fiat Punto, malgrado il tempestivo intervento dei vigili del fuoco, é andata distrutta. Le fiamme si sono estese ad un'altra vettura parcheggiata accanto di proprietà anche questa di un altro sacerdote, parroco della Chiesa di San Giovanni Battista di Crotone, e ad una parete laterale della chiesa. Le indagini sull'episodio sono state avviate dai carabinieri della Compagnia di Crotone e del Comando provinciale. Il parroco proprietario dell'auto incendiata, di origini africane e da circa un mese a Scandale, ha riferito ai militari di non sapersi spiegare i motivi dell'intimidazione. Gli investigatori, comunque, escludono il movente razzista. (ANSA).

Archivio Ultima ora