Irma:da Barbuda a Cuba, Keys e Florida: morte e danni

Danni prodotti dall'uragano Irna nell'isola St. Marteen. (ANSA/AP Photo/Amandine Ascensio) [CopyrightNotice: Copyright 2017 The Associated Press. All rights reserved.]
Danni prodotti dall’uragano Irna nell’isola St. Marteen. (ANSA/AP Photo/Amandine Ascensio) [CopyrightNotice: Copyright 2017 The Associated Press. All rights reserved.]

WASHINGTON. – L’uragano Irma è adesso declassato a tempesta tropicale e fa meno paura, ma il suo è stato un passaggio da record, la più potente perturbazione atlantica registrata in un decennio, che ha raggiunto la massima categoria fissata a ‘5’, con venti fino a velocità massime di 295 chilometri orari. Nei Caraibi la sua traiettoria di distruzione ha attraversato 10 fra stati e territori e ha mietuto morte, con almeno 38 morti segnalati fino ad ora.

BARBUDA, parte del territorio britannico di ‘Antigua e Barbuda’ è stata pressoché rasa al suolo da Irma. Il primo ministro Gaston Browne ha parlato di una terra “appena abitabile”, con i suoi circa 1600 residenti, concentrati nella città di Codrington dove risultano danneggiati la gran parte degli edifici.

TORTOLA fa parte delle Vigin Islands britanniche, qui sono morte almeno cinque persone in seguito al passaggio di Irma.

SAINT-MAARTEN, isola che comprende una sezione olandese ed una francese, le vittime sono state nove e si contano danni ingenti.

CUBA, Irma ha inflitto un duro colpo anche qui, con 10 morti. Ne ha parlato anche il presidente Raul Castro, menzionando “danni gravi” in diversi settori, “alle abitazioni, al sistema elettro-energetico e all’agricoltura”, ha precisato, rivolgendo un “appello al nostro combattivo popolo” affinché si ricostruisca e si torni alla normalità

L’uragano si è poi abbattuto con forza sulla FLORIDA, con il primo impatto nelle KEYS, l’area più vulnerabile per via anche delle strutture turistiche che caratterizzano l’arcipelago, il ‘paradiso del sud’ per gli Stati Uniti adesso segnato profondamente. Ed è nelle Keys che si contano alcune delle vittime registrate in Florida: due persone sono infatti morte nella contea di Monroe che comprende Keys. In tutto al momento si contano sette vittime per il ‘Sunshine State’, tra cui due bambini che erano stati evacuati dalla Florida.

Condividi: