Ocariz: “Elecciones son un paso más para el cambio pero no el definitivo’’

Pubblicato il 11 settembre 2017 da redazione

El candidato para la gobernación de Miranda, Carlos Ocariz, aseguró que si el gobierno decide llevar a cabo las elecciones, sus candidatos serán ’’barridos’’

El candidato para la gobernación de Miranda, Carlos Ocariz, aseguró que si el gobierno decide llevar a cabo las elecciones, sus candidatos serán ’’barridos’’

CARACAS – Carlos Ocariz,  alcalde del municipio Sucre y candidato para la gobernación de Miranda, indicó que el Gobierno no tenía previsto que la oposición participara en los comicios regionales. Por esta razón aseguró que si el gobierno decide llevar a cabo las elecciones, sus candidatos serán ’’barridos’’.

Luego de una larga espera el candidato oficialista por la gobernación de Anzoátegui, Aristóbulo Istúriz se aseguró el pasado 7 de septiembre que las elecciones regionales serán realizadas el 15 de octubre. A pesar de esto, Ocariz señaló que desconoce si llevarán a cabo. El Consejo Nacional Electoral (CNE) aún no se ha pronunciado al respecto.

– El gobierno pensaba que no iriamos y fuimos, pensaba que no nos ibamos a poner de acuerdo y pensaba que la gente no votaría. Ahora no tiene ningún incentivo de hacer elecciones y tiene dos opciones: o las hacen y van a ser barridos o las posponen. Estamos a 11 de septiembre y no anuncian la fecha – indicó en una entrevista para Unión Radio.

Las elecciones primarias realizadas por la Mesa de la Unidad Democrática (MUD) se llevaron a cabo el día de ayer. En estos comicios se tenía previsto escoger el candidato unitario en 20 de los 23 estados del país. La oposición había logrado consenso en los estados Anzoátegui, Nueva Esparta y Vargas, Henrique Capriles, leader de la Oposición, invitó a todos los venezolanos a ejercer su voto. En su cuenta de Instagram expresó que ’’¿a los del Partido Socialista Unido de Venezuela (Psuv) quién los eligió? Maduro. ¿a los que queremos cambio quienes los elegimos? Los venezolanos. Tú decides, tú eliges quien te representa. Este es un proceso organizado por miles de voluntarios’’.

Tras la publicación del dirigente, los comentarios de los usuarios en Instagram fueron en su mayoría negativos. Se presume que el descontento sea debido al enfriamiento de los 4 meses de protestas en la calle aunado a la decisión de la oposición en acudir a los comicios. Respecto a estas reacciones Ocariz mencionó que “su criterio es respetable, nuestro deber no es criticarlos ni juzgarlos; nuestro deber es darles argumentos para que cambien de postura”.

El candidato a la gobernación de Miranda considera que las primarias fueron ’’un paso positivo’’. No obstante, advirtió que no se deben generar falsas espectativas con respecto a los proximas elecciones regionales.

– Estas elecciones son un paso más para cambiar al país, pero no el definitivo. Los candidatos del gobierno los puso Maduro con su dedo, a nosotros nos escogió la gente y esa es una diferencia – añadió Ocariz.

Regionales, los candidatos

Los candidatos de la alianza opositora que participarán en los comicios regionales son: Anzoátegui, Antonio Barreto Sira; Apure, José Montilla; Carabobo, Alejandro Feo La Cruz; Cojedes, Alberto Galindez; Delta Amacuro, Larissa Martínez; Falcón, Eliezer Sirit; Guárico, Pedro Loreto; Lara, Henri Falcón; Miranda, Carlos Ocariz; Monagas, Guillermo Call; Mérida, Ramón Guevara; Nueva Esparta, Alfredo Díaz; Portuguesa, María Beatriz Martínez; Sucre, Robert Alcalá; Táchira, Laidy Gómez; Trujillo, Carlos Andrés González y Vargas, José Manuel Olivares. Los estados Amazonas, Bolivar, Yaracuy y Zulia se encuentran sin porcentaje irreversible.

Por el bando oficialista los candidatos a las 23 gobernaciones son: Amazonas, Miguel Rodríguez; Anzoátegui, Aristóbulo Isturiz; Apure, Ramón Carrizales; Barinas, Argenis Chávez; Bolívar, Justo Noguera Pietri; Carabobo, Saúl Ortega; Cojedes, Margaud Godoy; Delta Amacuro, Lizeta Hernández; Falcón, Víctor Clark; Guárico, José Vásquez; Lara, Carmen Meléndez; Mérida, Mervin Maldonado; Miranda, Héctor Rodríguez; Monagas, Yelitza Santaella; Nueva Esparta, Carlos Mata Figueroa; en Portuguesa, Rafael Calles; Sucre, Edwin Rojas; Táchira, Por definir; Trujillo, Rangel Silva; Vargas, García Carneiro; Yaracuy, Néstor León Heredia; y Zulia, Francisco Arias Cárdenas. En el estado Aragua está por definir.

Es importante recordar que la tarjeta MUD no pudo postularse en los estados Zulia, Apure, Monagas, Bolívar, Trujillo, Aragua y Carabobo debido a procesos judiciales en esas entidades.

Ultima ora

13:18Crollo cavalcavia nel Lecchese, inchiesta rischia stop

(ANSA) - LECCO, 23 NOV - L'inchiesta penale sul crollo del ponte di Annone (Lecco) lungo la Superstrada 36 Milano-Lecco, rischia uno stop. La ragione è legata al trasferimento del sostituto procuratore Nicola Preteroti, titolare del fascicolo d'inchiesta, destinato alla Procura di Bergamo e in quella sede atteso per fine mese. Non è servita la richiesta specifica del procuratore capo lecchese, Antonio Chiappani, inoltrata al Ministero della Giustizia. Da Roma è arrivato un no. A questo punto Preteroti dovrà lasciare nel giro di pochi giorni il suo ufficio lecchese, e dovrà farlo senza che il suo sostituto sia ancora arrivato a Lecco. La Procura di Lecco è sotto organico da tempo e il procuratore capo Chiappani potrebbe essere costretto a chiedere il congelamento dei termini dell'inchiesta fino all'arrivo del nuovo magistrato. Il crollo del ponte di Annone avvenne il 28 ottobre dello scorso anno e provocò la morte di un automobilista, Claudio Bertini, il ferimento di altre persone e pesantissimi disagi alla circolazione.

13:08Migranti:’ribelli’ Cona hanno trascorso notte a Malcontenta

(ANSA) - VENEZIA, 23 NOV - Hanno trascorso la notte al primo piano del centro civico di Malcontenta i migranti provenienti dall'ex base di Cona che hanno chiesto di non far rientro nel centro di accoglienza per protesta contro le condizioni della struttura. Al gruppo si sono aggiunti anche gli stranieri che erano stati portati a Jesolo: il gruppo è composto ora da 69 persone. Da un'ora i migranti stanno tenendo un'assemblea al primo piano del centro civico per decidere se accogliere o meno la proposta del prefetto di nominare al loro interno una rappresentanza che porti avanti la trattativa.

13:00Roma:Raggi,ok bilancio 2018-2020,stop era scroccopoli

(ANSA) - ROMA, 23 NOV "Approveremo (in aula, ndr) il bilancio nei tempi per garantire alla struttura centrale e periferica di lavorare in maniera corretta. E' la fine di scroccopoli, quella che abbiamo visto anche con le case (popolari, ndr) occupate. Non aumentano le tariffe. E ci sono investimenti sopratutto per ultimi: 36 milioni in più ai municipi da investire su sociale e 30 milioni in più sulla manutenzione di strade e scuole". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi presentando il bilancio di previsione 2018-2020 già passato in giunta.

12:49Cauzione da 5 mln euro per senatore russo fermato a Nizza

(ANSA) - MOSCA, 23 NOV - Il senatore russo Suleiman Kerimov, fermato all'aeroporto di Nizza martedì scorso, è stato incriminato dei reati di riciclaggio ed evasione fiscale. Lo ha confermato alla Tass il procuratore Jean-Michel Pretre. Kerimov dovrà "consegnare il passaporto alla polizia, non potrà lasciare la regione sino a che le indagini non saranno finite, dovrà pagare 5 milioni di euro di cauzione e dovrà interrompere i contatti con una lista di persone che non possiamo rendere pubblica", ha detto Pretre. Mosca ha reagito con forza ricordando alla Francia che Kerimov ha l'immunità diplomatica. Ma il ministero degli Esteri francese ha sottolineato che l'immunità vale solo per la sua capacità ufficiale e che sulla questione si esprimerà il giudice incaricato di seguire il caso.

12:47Etruria: udienza ad Arezzo, tribunale blindato

(ANSA) - AREZZO, 23 NOV - Tribunale di Arezzo blindato per l'udienza preliminare sul crac Etruria: oggi il gup Giampiero Borraccia è chiamato a decidere sull'ammissibilità di 2.500 richieste di costituzione di parte civile. Circa 40 risparmiatori presenti fuori dal Palazzo di giustizia non vengono fatti avvicinare all'area esterna di pertinenza dell'edificio, protetto da un cordone di protezione di polizia e carabinieri, così come i giornalisti, ai quali già nelle precedente udienza del 12 ottobre era stato interdetto l'accesso. "Non siamo delinquenti, siamo sempre stati civili, questo cordone di sicurezza come in un processo per mafia è vergognoso", ha detto uno dei rappresentanti dei risparmiatori che espongono alcuni cartelli contro il decreto salvabanche, senza urlare slogan. Tra i presenti anche Letizia Giorgianni, presidente dell'associazione Vittime salvabanche.

12:43Donna trovata morta in un parco a Milano, è omicidio

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - Una donna di 67 anni, Marilena N, è stata trovata morta stamani nel parco di Villa Litta a Milano, nel quartiere Affori, a Milano. La suadra mobile indaga per omicidio. Il primo a dare l'allarme è stato un passante attorno alle 7.20. Quando i paramedici del 118 sono arrivati sul posto era ancora viva ma le manovre di rianimazione non sono servite. La ferita alla gola le è stata fatale. Potrebbe comunque aver fornito ai primi soccorritori elementi utili alle indagini. La donna, che viveva nella stessa zona dove è stata trovata cadavere, indossava dei leggings neri, una minigonna grigia, un cappotto e, pare, una parrucca. Il cadavere si trova a pochi metri da una telecamera del Comune, in un crocevia molto illuminato, e la Polizia ha già acquisito le immagini.

12:37Molestie: Macron verso piano di ‘sicurezza sessuale’

(ANSA) - PARIGI, 23 NOV - Il presidente francese, Emmanuel Macron, presenterà sabato prossimo un piano di "sicurezza sessuale" sull'onda dello scandalo Weinstein. In pratica, spiega BFM-TV, si tratta di un insieme di "misure di prevenzione contro le violenze sulle donne". Il governo di Parigi intende, in particolare, cambiare la società e cambiare "globalmente i comportamenti". (ANSA).

Archivio Ultima ora