Ocariz: “Elecciones son un paso más para el cambio pero no el definitivo’’

Pubblicato il 11 settembre 2017 da redazione

El candidato para la gobernación de Miranda, Carlos Ocariz, aseguró que si el gobierno decide llevar a cabo las elecciones, sus candidatos serán ’’barridos’’

El candidato para la gobernación de Miranda, Carlos Ocariz, aseguró que si el gobierno decide llevar a cabo las elecciones, sus candidatos serán ’’barridos’’

CARACAS – Carlos Ocariz,  alcalde del municipio Sucre y candidato para la gobernación de Miranda, indicó que el Gobierno no tenía previsto que la oposición participara en los comicios regionales. Por esta razón aseguró que si el gobierno decide llevar a cabo las elecciones, sus candidatos serán ’’barridos’’.

Luego de una larga espera el candidato oficialista por la gobernación de Anzoátegui, Aristóbulo Istúriz se aseguró el pasado 7 de septiembre que las elecciones regionales serán realizadas el 15 de octubre. A pesar de esto, Ocariz señaló que desconoce si llevarán a cabo. El Consejo Nacional Electoral (CNE) aún no se ha pronunciado al respecto.

– El gobierno pensaba que no iriamos y fuimos, pensaba que no nos ibamos a poner de acuerdo y pensaba que la gente no votaría. Ahora no tiene ningún incentivo de hacer elecciones y tiene dos opciones: o las hacen y van a ser barridos o las posponen. Estamos a 11 de septiembre y no anuncian la fecha – indicó en una entrevista para Unión Radio.

Las elecciones primarias realizadas por la Mesa de la Unidad Democrática (MUD) se llevaron a cabo el día de ayer. En estos comicios se tenía previsto escoger el candidato unitario en 20 de los 23 estados del país. La oposición había logrado consenso en los estados Anzoátegui, Nueva Esparta y Vargas, Henrique Capriles, leader de la Oposición, invitó a todos los venezolanos a ejercer su voto. En su cuenta de Instagram expresó que ’’¿a los del Partido Socialista Unido de Venezuela (Psuv) quién los eligió? Maduro. ¿a los que queremos cambio quienes los elegimos? Los venezolanos. Tú decides, tú eliges quien te representa. Este es un proceso organizado por miles de voluntarios’’.

Tras la publicación del dirigente, los comentarios de los usuarios en Instagram fueron en su mayoría negativos. Se presume que el descontento sea debido al enfriamiento de los 4 meses de protestas en la calle aunado a la decisión de la oposición en acudir a los comicios. Respecto a estas reacciones Ocariz mencionó que “su criterio es respetable, nuestro deber no es criticarlos ni juzgarlos; nuestro deber es darles argumentos para que cambien de postura”.

El candidato a la gobernación de Miranda considera que las primarias fueron ’’un paso positivo’’. No obstante, advirtió que no se deben generar falsas espectativas con respecto a los proximas elecciones regionales.

– Estas elecciones son un paso más para cambiar al país, pero no el definitivo. Los candidatos del gobierno los puso Maduro con su dedo, a nosotros nos escogió la gente y esa es una diferencia – añadió Ocariz.

Regionales, los candidatos

Los candidatos de la alianza opositora que participarán en los comicios regionales son: Anzoátegui, Antonio Barreto Sira; Apure, José Montilla; Carabobo, Alejandro Feo La Cruz; Cojedes, Alberto Galindez; Delta Amacuro, Larissa Martínez; Falcón, Eliezer Sirit; Guárico, Pedro Loreto; Lara, Henri Falcón; Miranda, Carlos Ocariz; Monagas, Guillermo Call; Mérida, Ramón Guevara; Nueva Esparta, Alfredo Díaz; Portuguesa, María Beatriz Martínez; Sucre, Robert Alcalá; Táchira, Laidy Gómez; Trujillo, Carlos Andrés González y Vargas, José Manuel Olivares. Los estados Amazonas, Bolivar, Yaracuy y Zulia se encuentran sin porcentaje irreversible.

Por el bando oficialista los candidatos a las 23 gobernaciones son: Amazonas, Miguel Rodríguez; Anzoátegui, Aristóbulo Isturiz; Apure, Ramón Carrizales; Barinas, Argenis Chávez; Bolívar, Justo Noguera Pietri; Carabobo, Saúl Ortega; Cojedes, Margaud Godoy; Delta Amacuro, Lizeta Hernández; Falcón, Víctor Clark; Guárico, José Vásquez; Lara, Carmen Meléndez; Mérida, Mervin Maldonado; Miranda, Héctor Rodríguez; Monagas, Yelitza Santaella; Nueva Esparta, Carlos Mata Figueroa; en Portuguesa, Rafael Calles; Sucre, Edwin Rojas; Táchira, Por definir; Trujillo, Rangel Silva; Vargas, García Carneiro; Yaracuy, Néstor León Heredia; y Zulia, Francisco Arias Cárdenas. En el estado Aragua está por definir.

Es importante recordar que la tarjeta MUD no pudo postularse en los estados Zulia, Apure, Monagas, Bolívar, Trujillo, Aragua y Carabobo debido a procesos judiciales en esas entidades.

Ultima ora

21:32Minacce a sindaco Empoli: in 400 a presidio con Barnini

(ANSA) - EMPOLI (FIRENZE), 20 GEN - Circa 400 persone hanno preso parte questo pomeriggio al presidio indetto a Empoli (Firenze) dal presidente del consiglio comunale Roberto Bagnoli in solidarietà al sindaco Brenda Barnini, oggetto di una missiva contenente due proiettili e minacce corredate da una svastica dopo che la città è stata insignita nei giorni scorsi della Medaglia d'oro per la Resistenza. Per l'occasione il monumento dell'Athena Nike in piazza della Vittoria, luogo scelto per la manifestazione, è stato illuminato con luci di colore rosso. Durante il presidio hanno preso la parola, oltre alla stessa Barnini, anche alcuni sindaci dell'Empolese e delle zone limitrofe ed esponenti politici locali. "Non è stato un attacco alla mia persona ma a una comunità - ha spiegato Brenda Barnini - Questa solidarietà però mi fa pensare che ci siano ancora gli anticorpi per combattere queste azioni". Proseguono intanto le indagini dei carabinieri per risalire all'autore del gesto minatorio.(ANSA).

21:28Venezia: denuncia turisti, 4 bistecche e frittura 1100 euro

(ANSA) - VENEZIA, 20 GEN - Quattro bistecche, poi frittura mista di pesce, acqua e servizio: totale 1100 euro. E' il conto da infarto che si sarebbero visti presentare in un'osteria di Venezia quattro turisti giapponesi, che avevano pranzato nel locale in zona Mercerie, vicino a San Marco. La disavventura è stata raccontata dalla guida giapponese che accompagnava i quattro - e che aveva mangiato in un altro locale - al portavoce della piattaforma civica 'Gruppo 25 Aprile', Marco Gasparinetti, che l'ha resa pubblica sui social. I turisti orientali, un gruppo di giovani universitari, hanno già lasciato Venezia per raggiungere Bologna e qui, secondo quanto sostiene Gasparinetti, avrebbe presentato denuncia su quanto accaduto loro nella città lagunare. Il gestore della trattoria, un egiziano, ha detto di non ricordare "di avere avuto problemi con clienti giapponesi in questi giorni".

21:17Di Battista, farò comizi ad Arcore, Rignano e Laterina

(ANSA) - PESCARA, 20 GEN - "Io il 1 febbraio parto in tour, farò un comizio ad Arcore, uno a Rignano sull'Arno e uno a Laterina, l'ultimo che farò. L'obiettivo, da non candidato è fare arrivare il più possibile consensi al M5S". Lo annuncia Alessandro Di Battista a margine del Villaggio Rousseau di Pescara. Le tre località sono rispettivamente legate a Silvio Berlusconi, Matteo Renzi e Maria Elena Boschi.

21:09Kosovo: presidente serbo a Mitrovica

(ANSAmed) - BELGRADO, 20 GEN - A pochi giorni dall'assassinio in Kosovo di Oliver Ivanovic, uno dei più autorevoli leader politici della minoranza serba, il presidente serbo Aleksandar Vucic si è recato oggi sul luogo dell'agguato nel settore nord (serbo) di Kosovska Mitrovica dove ha deposto una corona di fiori. Ivanovic, su posizioni moderate e concilianti, guidava un partito diverso da Srpska lista, la maggiore formazione politica dei serbi del Kosovo, legata a doppio filo al partito Sns di Vucic. Il presidente ha poi raggiunto l'Università dove ha incontrato le autorità locali e i leader politici delle varie comunità della minoranza serba in Kosovo. 'Serbia, Serbia' ha scandito a lungo la folla. Il presidente ha effettuato la visita in Kosovo per mostrare vicinanza alla popolazione serba, fortemente disorientata dopo l'assassinio di Ivanovic, freddato martedì scorso da sei colpi di arma da fuoco mentre si recava al lavoro. In precedenza Vucic era stato al monastero ortodosso di Banjska, accolto dal vescovo Teodosije.

20:39Quarantenne accoltellato a Napoli, 30 giorni di prognosi

(ANSA) - NAPOLI, 20 GEN - Un uomo di 40 anni è stato accoltellato vicino allo stadio San Paolo di Napoli, in piazza Gabriele d'Annunzio, da una persona che lo ha sorpreso alle spalle nei pressi di un chiosco. Secondo quanto rende noto la Questura la vittima dell'aggressione - che non è in pericolo di vita - è stata colpita quattro volte: ha ricevuto tre fendenti al dorso e uno al viso. É stato immediatamente soccorso e trasportato nel vicino ospedale San Paolo dove i sanitari lo hanno medicato e giudicato guaribile in 30 giorni. Sull'accaduto sono in corso indagini da parte della Polizia di Stato.

20:33Afghanistan: Kabul, hotel Intercontinetal sotto attacco

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Almeno quattro uomini armati hanno attaccato a Kabul l'hotel Intercontinental. Lo scrive la Bbc online precisando che gli assalitori hanno sparato contro gli ospiti dell'albergo. Dalle immagini che circolano sui social si vedono fiamme dall'hotel. Alcuni media parlano di vittime e ostaggi.

20:29Incidenti sci: due bambini fuori pista al Corno alle Scale

(ANSA) - BOLOGNA, 20 GEN - Due bambini di 8 e 10 anni che stavano sciando al Corno alle Scale, sull'Appennino Bolognese, sono rimasti feriti dopo essere finiti fuori pista, in un canalone, nei pressi della seggiovia della direttissima a quattro posti. Uno ha riportato traumi ad una gamba e al bacino, l'altro traumi facciali e interni. I bambini sono stati soccorsi accanto alla pista e caricati in elicottero d'urgenza. Una volta arrivati all'ospedale Maggiore di Bologna i medici li hanno visitati e le loro condizioni sono state giudicate di "media gravità". I soccorsi sono scattati immediatamente e sul posto è arrivato il 118, con un'ambulanza e due elicotteri. All'intervento hanno partecipato anche gli uomini del soccorso alpino dell'Emilia-Romagna, stazione del Corno alle Scale. (ANSA).

Archivio Ultima ora