Champions: Barcellona-Juve 3-0, doppietta di Messi

Pubblicato il 12 settembre 2017 da ansa

Messi

Barcellona-Juve 3-0, doppietta di Messi. EPA/TONI ALBIR

TORINO.- Comincia malissimo la Champions della Juventus: 3-0 per il Barcellona al ‘Camp Nou’ con un recital di Messi, in forma strepitosa, sotto gli occhi di chi vorrebbe succedergli al top del calcio mondiale, il connazionale Dybala. La ‘Pulce’ segna una doppietta, propizia il gol del 2-0 di Rakitic e prende un palo per questione di millimetri. Un riscatto pieno dopo essere rimasto a secco nelle due partite della primavera scorsa, i quarti di finale che avevano lanciato la Juventus verso Cardiff, 3-0 allo ‘Stadium’ e 0-0 a Barcellona.

Gli alibi non mancano ad Allegri, che deve rinunciare per un motivo o l’altro a Chiellini, Howedes, Cuadrado, Mandzukic e Marchisio, Khedira. Ma non può preoccupare l’andamento della partita, in stile finale di Cardiff. Un bel primo tempo, chiuso però prendendo gol proprio all’ultimo minuto, un secondo tempo da fantasmi, senza più idee e, soprattutto incapacità di reagire.

Sognava di lasciare il Barcellona per la terza volta a secco in tre confronti diretti, ma aveva chiesto soprattutto almeno un gol all’attivo: non si è realizzato nessuno dei desiderata di Allegri. E il tecnico bianconero è scuro in volto mentre commenta la secca sconfitta al ‘Camp Nou’:

“Buon primo tempo, ma in partite come queste devi sfruttare le occasioni favorevoli, come avevamo fatto l’anno scorso nell’andata a Torino. Ma soprattutto non si deve perdere l’equilibrio, è sbagliato con il Barca cercare di andarli a prendere, non si può giocare all’arma bianca. E se lasci il campo aperto a Messi si sa come va a finire…. Le assenze non sono un alibi – continua Allegri -, dovevamo stare in partita anche nella ripresa, fino alla fine, invece abbiamo commesso tanti errori. Non si può pensare di venire a Barcellona a dominare, saremmo presuntuoso e quest’atteggiamento non fa parte della Juventus”.

Allegri striglia Higuain, molto in ombra – e non è la prima volta nelle partite più delicate. “Aveva iniziato bene – dice l’allenatore – ma deve stare più sereno, invece ogni tanto abbassa la testa”.

Pjanic, uno dei migliori prima che si spegnesse l’interruttore generale del gioco bianconero, è stizzito: “Mi sembra – dice nell’intervista a ‘Premium’ a bordo campo – che stiate un po’ esagerando, ci state sempre addosso. Vedrete però che alla fine della stagione i risultati arriveranno”.

Il bosniaco, tuttavia, riconosce gli errori della Juve: “Non si può prendere un gol così all’ultimo minuto del primo tempo, è stato un errore grave. Ma in generale dovevamo essere più cattivi. Ci servirà da lezione: era solo la prima partita di Champions della stagione”.

Nella Juventus debutto assoluto in prima squadra, e di conseguenza in Champions, per Fabrizio Caligara, diciassettenne centrocampista di Borgomanero (Novara), entrato all’86’ al posto di Higuain.

Ultima ora

17:55Musei Vaticani, esordio nella Città Proibita

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 21 NOV - Per la prima volta, nella primavera del 2018, 40 opere delle collezioni dei Musei Vaticani, in particolare delle raccolte cinesi del Museo etnologico 'Anima Mundi', saranno esposte in Cina: prima nella Città proibita di Pechino e poi in altre tre città tra cui Xian e Shanghai. Contemporaneamente, 40 opere delle collezioni statali cinesi saranno esposte in Vaticano, proprio nello spazio 'Anima Mundi' dei Musei del Papa. E' col titolo "La bellezza ci unisce" che è stato presentato in Vaticano il doppio appuntamento, iniziativa senza precedenti nel campo della "diplomazia dell'arte" della Santa Sede, nel segno del dialogo e dell'apertura di nuovi scambi in campo culturale e non solo. Atto d'inizio del progetto è stata la visita che nel maggio scorso l'artista cinese Yan Zhang e il segretario generale del China Culture Investment Fund, Zhu Jiancheng, fecero in Vaticano a papa Francesco, col dono di due quadri di Zhang, frutto dei suoi anni di soggiorno in Tibet.

17:53Scuola: lavoro di squadra? studenti italiani non brillano

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Il lavoro di squadra? non sembra essere nelle corde degli studenti italiani. Almeno a guardare i risultati dell'ultima indagine Ocse-Pisa sul Problem solving collaborativo che ha coinvolto un campione di quindicenni: circa 3.500 studenti, 50% maschi, 50% femmine, hanno svolto le relative prove. Il risultato è stato che, sebbene gli studenti italiani mostrino un senso di appartenenza alla scuola superiore alla media internazionale, nella capacità di impegnarsi assieme ad altri per risolvere un problema "condividendo comprensione, conoscenze, abilità e sforzi per arrivare a una soluzione", l'Italia si piazza nella parte bassa della classifica: al 30emo posto (su 51 paesi presi in considerazione) con un punteggio medio di 478 punti, inferiore alla media Ocse di 500. In cima e in coda alla graduatoria si collocano rispettivamente Singapore con 561 punti e la Tunisia con 382.

17:52Calcio: Tavecchio, spunta caso molestia sessuale

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - "Carlo Tavecchio mi ha molestata, e non e' stato solo un episodio": è l'accusa di una donna lanciata sulle pagine del Corriere della Sera tramite il suo avvocato. L'ex n.1 Figc replica all'Ansa: "In relazione a quanto riportato da alcuni articoli di stampa, rivendico la mia correttezza e a tutela della mia immagine e della mia onorabilità ho dato mandato ai miei legali di agire in tutte le sedi competenti". A ricostruire la vicenda, senza riferimenti temporali, il Corsera che ha raccolto la testimonianza della dirigente sportiva, rimasta anonima. "Ero entrata nel suo ufficio per parlare di lavoro. Lui mi ha fatto sedere alla sua scrivania, nella sede della Figc. Non ho fatto in tempo a dire 'Presidente, come sta?' che lui, guardandomi dritta negli occhi, mi ha risposto: 'Ti trovo in forma, si vede che scopi tanto'. E poi: 'Fammi toccare le tette, vieni, dai'. Ero in imbarazzo...". La donna racconta di aver respinto le avances, parlando di "fatto non isolato" e di molestie ripetute nei 3 anni di presidenza.

17:43Papa crea terza sezione Segreteria Stato

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 21 NOV - Papa Francesco ha costituito la Terza Sezione della Segreteria di Stato, denominata Sezione per il Personale di ruolo diplomatico della Santa Sede, rafforzando l'attuale ufficio del Delegato per le Rappresentanze Pontificie. La Sezione, che dipenderà dal Segretario di Stato, card. Pietro Parolin, sarà presieduta dal delegato per le Rappresentanze Pontificie, mons. Jan Romeo Pawlowski. "Avrà la finalità di dimostrare l'attenzione e la vicinanza del Santo Padre e dei Superiori della Segreteria di Stato al Personale di ruolo diplomatico - spiega la Segreteria di Stato -. A questo scopo il Delegato per le Rappresentanze Pontificie potrà prevedere di rendere visita alle sedi delle Rappresentanze Pontificie con regolarità". La Terza Sezione si occuperà solo delle questioni attinenti alle persone che lavorano nel servizio diplomatico della Santa Sede o che vi si preparano, come la selezione, la formazione iniziale e permanente, le condizioni di vita e di servizio, gli avanzamenti, i permessi.

17:43Clima: Gentiloni, servono obiettivi ambiziosi,è sfida enorme

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Nella lotta al cambiamento climatico "gli obiettivi devono essere ambiziosi: può darsi che l'accordo di Parigi non sia abbastanza ambizioso e magari si deve fare si più. È una sfida enorme per la nostra specie, per la nostra generazione". Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, alla firma per il memorandum Eni-Fca per il progetto 'Insieme per un futuro low carbon'. "Dobbiamo darci, come Europa e singoli Paesi europei, obiettivi per l'uscita dal carbone e dalla dipendenza dai fossili, ma anche una metodologia che sia capace di usare tutta la tastiera dell'innovazione", sottolinea.

17:36Maria Sharapova implicata in scandalo immobiliare in India

(ANSA) - NEW DELHI, 21 NOV - La tennista russa Maria Sharapova, tornata quest'anno all'attività agonistica dopo una squalifica di 15 mesi per assunzione di una sostanza proibita, rischia di avere importanti guai giudiziari in India se sarà provato il suo coinvolgimento in un progetto immobiliare da lei promosso nel 2012, ma mai portato a termine dalla società Homestead Infrastructure Development. L'esistenza di una denuncia nei confronti della Sharapova è stata confermata all'ANSA dall'avvocato Piyush Singh, rappresentante di un acquirente che ha versato al costruttore 4,3 milioni di rupie (oltre 56.000 euro) per un appartamento in un grattacielo a Gurugram (sud di Delhi), denominato 'Ballett by Sharapova', che doveva essere consegnato lo scorso anno, ma che non esiste. "La Shaparova - ha detto l'avvocato - non ha solo svolto le funzioni di testimonial del progetto, ma ha garantito la costruzione lì di una 'Accademia di tennis'. Se l'accusa sarà riconosciuta, per la Sharapova è prevista una pena massima di 7 anni di carcere.

17:33Tap: striscione M5S nell’aula del Consiglio della Puglia

(ANSA) - BARI, 21 NOV - "Melendugno libera - Lo Stato difenda i cittadini". E' il testo dello striscione che il Movimento 5 Stelle ha esposto oggi nell'Aula del Consiglio regionale della Puglia per "denunciare quanto sta accadendo nel comune salentino dove centinaia di uomini delle forze dell'ordine - sostengono i cinquestelle - hanno letteralmente militarizzato la zona e in alcuni casi bloccato la circolazione per permettere lo svolgimento dei lavori nel cantiere del gasdotto Tap". Il gruppo consiliare M5S ha così voluto chiedere "un impegno serio e forte da parte del Consiglio e del Governo regionale". In Aula è intervenuto il consigliere Antonio Trevisi sottolineando la "preoccupazione per la situazione che sta vivendo il Paese con un pezzo del Salento militarizzato e dove oggi lo Stato sta difendendo gli interessi di una multinazionale straniera e a scapito degli interessi dei cittadini. Chiediamo pertanto che il Consiglio regionale intervenga con tutti gli atti necessari, con delle azioni forti".

Archivio Ultima ora