Migranti, Juncker loda l’Italia: “Ha salvato l’onore europeo nel Mediterraneo”

Jean-Claude Juncker
Jean-Claude Juncker

Jean-Claude Juncker

STRASBURGO – Jean-Claude Juncker, presidente della commissione europea ha tessuto le lodi dell’Italia nel corso dell’annuale discorso sullo stato dell’Unione davanti alla plenaria del Parlamento a Strasburgo.”Non posso parlare di migrazione senza pagare tributo all’Italia per la sua generosità. Nel Mediterraneo l’Italia ha salvato l’onore dell’Europa” sono state le esatte parole dell’ex primo ministro lussemburghese che ha sottolineato il lavoro estivo, di stretta collaborazione della commissione europea col governo Gentiloni per venire a capo della questione libica.

“Dobbiamo mettere fine con la massima urgenza alle condizioni di accoglienza in Libia” ha proseguito Juncker in un tratto del suo discorso che ha toccato a lungo anche il tema solidarietà e rimpatri: “Alla fine di settembre la Commissione europea farà una serie di proposte sui rimpatri, la solidarietà con l’Africa e l’apertura di vie legali” ha infatti sottolineato il politico che ha poi affermato, sul tema economia come l’Europa sia in crescita per il quinto anno consecutivo paragonando la crescita a quella americana e chiosando: “Il vento è di nuovo nelle nostre vele”.

Spazio poi anche alla questione vaccini che ha tenuto banco, e non poco, in Italia negli ultimi mesi. “E’ impensabile che in Italia e Romania muoiano ancora bambini per malattie debellate da anni” ha sottolineato Juncker che ha assicurato pieno appoggio alle misure nazionali italiane in tema vaccinazione: “L’accesso ai vaccini dev’essere senza se e senza ma” le sue parole.