BMX: il venezuelano Daniel Dhers a caccia di un podio in Canada

BMX
BMX: il venezuelano Daniel Dhers a caccia di un podio in Canada
BMX
BMX: il venezuelano Daniel Dhers a caccia di un podio in Canada

CARACAS – Il venezuelano Daniel Dhers parteciperà alla terza tappa della Uci Bmx Freestyle World Cup che si disputerà dal 15 al 17 settembre a Edmonton, in Canada. La prova è valevole per le qualificazioni ai giochi olimpici Tokyo 2020.
“Mi sento bene. Ho realizzato un’ottima preparazione física prima di questa tappa. So che sarà molto impegnativa, però mi sono preparato al meglio per affrontare questa sfida”.

Nelle tappe precedenti, il ciclista nato 32 anni fa a Caracas é salito sul podio con un bronzo a Montpellier ed un argento a Budapest. Il venezuelano ha iniziato la sua carriera nel 2006 quando partecipó alla Dew Action Sports Tour e nello stesso anno salí sul gradino più alto del podio, bissando il successo nel 2007 e 2010. Poi, negli X-Game ha vinto l’oro in cinque edizioni: 2007, 2008, 2010, 2011 e 2013.

Il campione caraqueño si profila come uno dei massimi rappresentanti della delegazione creola ai giochi che si svolgeranno nella terra del sol levante.

Il sistema di qualificazione del programma di freestyle funziona in base al ranking mondiale, per questo motivo, deve cercare di partecipare al maggior numero di tappe possibili. Attualmente Dhers é in vetta alla classifica Bmx con 17.200 punti.

Ricordiamoci che a Tokyo 2020 il ciclismo olimpico cambierà ed amplierà il suo programma di gare. Come ha annunciato il Presidente dell’Uci Brian Cookson saranno aggiunte due nuove gare nella prossima edizione delle Olimpiadi. Nel programma della pista tornerà l’americana, la spettacolare gara a coppia che è la prova regina delle Sei giorni e che era stata cancellata dopo l’edizione di Pechino 2008.

Sarà aggiunta anche la gara di BMX Freestyle Park, una novità assoluta che strizza l’occhio al pubblico più giovane e alla ricerca di discipline adrenaliniche.

Quella del BMX Freestyle Park è una gara acrobatica, in cui gli atleti devono compiere delle evoluzioni per poi essere valutati con un punteggio dalla giuria. Si tratta di una novità assoluta per il ciclismo alle Olimpiadi. È stato deciso anche che ci sarà un riequilibrio nei contingenti delle gare di mountain bike e BMX per avere lo stesso numero di partecipanti alle gare maschili e femminili.

“Il ciclismo diventerà il terzo sport delle Olimpiadi per numero di medaglie d’oro assegnate, saranno 22” ha dichiarato il Presidente dell’Uci Brian Cookson. “L’americana porterà la sua lunga storia e le sue emozioni alle Olimpiadi, mentre il BMX Freestyke Park ha un grande potenziale per aprirsi verso una nuova generazione di atleti e tifosi” ha concluso Cookson.

(Fioravante De Simone)

Condividi: