Da Legge di bilancio a Legge elettorale, maggioranza a rischio

Pubblicato il 13 settembre 2017 da redazione

ROMA. – Legge di Bilancio, con la nota di aggiornamento al Def, biotestamento, riforma dei vitalizi: archiviata, almeno per il momento, la nuova legge sulla cittadinanza (Ius soli), governo e maggioranza dovranno affrontare nelle prossime settimane altre partite sul filo dei numeri in Parlamento. Una questione, quella della tenuta delle forze che sostengono l’Esecutivo, che fa sì che i fari siano puntati soprattutto su Palazzo Madama dove la distanza fra maggioranza e opposizione è ridotta.

La prima prova scatterà già nei prossimi giorni: il 21 settembre infatti il Consiglio dei ministri approverà la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza che poi dovrà essere approvata da entrambe le Camere con un voto a maggioranza assoluta, ovvero al Senato 161 voti; una quota che a Palazzo Madama negli ultimi tempi è stata raggiunta difficilmente.

Se però nel caso del capitolo sui conti pubblici non esistono scappatoie (la nota al Def precede la preparazione e la presentazione della legge di Bilancio) e nonostante quindi i timori, il Parlamento sarà obbligato a esprimersi con un voto, non è invece escluso che su altri fronti la maggioranza preferisca evitare la conta in Aula, lasciando a metà l’esame degli altri provvedimenti sui quali si continuano a registrare frizioni.

Il che, tradotto, potrebbe lasciar cadere nel dimenticatoio sia la legge sul fine vita sia quella che riguarda la pensione di parlamentari e ex parlamentari. Vicenda a parte poi la questione della riforma della legge elettorale: in questo caso il testo è all’esame della Camera, dove la maggioranza è numericamente più solida, ma il tema divide trasversalmente gli schieramenti e non è affatto scontato che si arrivi a modificare il Consultellum rendendo almeno omogeneo il sistema di voto per i due rami del Parlamento. Ove mai comunque si raggiungesse l’intesa e la commissione Affari costituzionali di Montecitorio riuscisse a chiudere i lavori, l’Aula della Camera è pronta ad esaminare il testo a partire da fine settmebre.

In attesa dell’inizio della cosiddetta sessione di Bilancio, che blocca l’esame di tutti i provvedimenti che comportano oneri finanziari, il Parlamento potrebbe comunque approvare alcuni dei provvedimenti che sono a metà del proprio iter e su cui all’interno delle forze di governo si registra un consenso maggiore: si va dalla legge europea a quella sull’acqua, passando per il Codice antimafia.

(di Chiara Scalise/ANSA)

Ultima ora

20:31G7: Reggia Venaria sorvegliata speciale in vista vertice

(ANSA) - TORINO, 19 SET - La Reggia di Venaria chiude al pubblico e si prepara ad ospitare i ministri in arrivo a Torino per il G7 Industria e Ict, Scienza e Lavoro. Un appuntamento finito nel mirino dei centri sociali, che hanno annunciato manifestazioni e cortei. Attenzione alta dunque da parte delle forze dell'ordine, che controlleranno la residenza sabauda alle porte di Torino 24 ore su 24. Al momento nessuna 'zona rossa', né aree vietate o appuntamenti annullati. La Regione Piemonte ha predisposto il piano emergenza sanitaria. Preoccupati i negozianti di Venaria, che oggi hanno incontrato il prefetto Saccone. "Abbiamo scelto Torino, che è una grande città industriale d'Italia" per i G7 Ict e industria, scienza e lavoro, "se poi centri sociali torinesi si mettono a buttare manichini decapitati di Poletti e dell'ex premier Renzi vuol dire che qualcosa non funziona. Vorremmo rimanesse grande appuntamento di condivisione anche con uno spirito umanistico", dice Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico.(ANSA).

20:27G8 La Maddalena: si avvicina era commissario straordinario

(ANSA) - CAGLIARI, 19 SET - Si va sempre più verso la nomina di un commissario straordinario, in accordo con la Regione Sardegna, per la gestione della fase di recupero dell'ex Arsenale di La Maddalena. Lo stabile, per il quale si sta chiudendo la transazione da 21 milioni con la Mita Resort, la società di Emma Marcegaglia che avrebbe dovuto gestire l'hotel di lusso sul mare scelto come sede del G8 del 2009 poi dirottato a L'Aquila, dovrà passare nelle mani della Regione e subire un nuovo restyling dopo l'abbandono di questi anni. Il decreto atteso dal presidente del Consiglio dei ministri potrebbe ricalcare i poteri commissariali utilizzati per le bonifiche a Bagnoli. Il passo in avanti, che potrebbe portare ad una svolta già la settimana prossima, è arrivato dall'incontro a Palazzo Chigi tra il governatore sardo Francesco Pigliaru e la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi. "E' stata riaffermata la chiara e irrevocabile volontà, da parte di Regione e Governo, di chiudere l'accordo risolutorio in tempi brevissimi - fa sapere la Regione - Durante il confronto, durato all'incirca due ore, si è ragionato intorno alla predisposizione della prossima fase attuativa, con l'individuazione degli strumenti normativi necessari a garantire la gestione del compendio della Maddalena. In sede tecnica, già la prossima settimana, si procederà a individuare il modello di governance maggiormente idoneo a gestire il compendio finalmente restituito alla Sardegna, per il quale si prevedono interventi di ripristino delle funzionalità, di completamento delle bonifiche e di riavvio delle attività produttive". All'incontro hanno partecipato anche la sottosegretaria con delega all'Ambiente Silvia Velo, l'avvocatura distrettuale dello Stato, il segretario generale di Palazzo Chigi, il capo di dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli. Per la Regione, presente anche l'assessore del Lavori pubblici Edoardo Balzarini, oltre ai competenti direttori generali e consulenti della presidenza.(ANSA).

20:23Noemi: autopsia, forti sospetti su lesioni al collo

(ANSA) - LECCE, 19 SET - L'autopsia compiuta sul corpo in avanzato stato di decomposizione di Noemi Durini non ha finora fornito elementi certi per stabilire le cause della morte della sedicenne, ma i medici legali hanno "forti sospetti" su alcune lesioni presenti tra il collo e la testa della giovane. Il fidanzato di Noemi, detenuto per l'omicidio, ha detto di aver ucciso la ragazza con una coltellata al collo. Noemi sarebbe stata uccisa il giorno della scomparsa, il 3 settembre. L'accertamento sulle cause della morte è abbastanza difficile. Il cadavere di Noemi era molto malmesso, quasi pre-mummificato, e vi erano numerose lesioni su diverse parti del corpo provocate da larve. Il medico legale nominato dalla Procura, Roberto Vaglio, e il consulente della famiglia, il prof. Francesco Introna, hanno deciso di compiere esami istologici e cito-chimici sui tessuti prelevati dal cadavere e hanno disposto l'esame delle larve per accertare l'epoca della morte. I funerali della ragazza si dovrebbero tenere domani alle 16 a Specchia.

20:17Promoter uccisa: ex vicino di casa confessa, l’ho decapitata

(ANSA) - VARESE, 19 SET - Vito Clericò, 65enne di Garbagnate Milanese, ha confessato di aver ucciso Marilena Rosa Re, la 58enne promoter di Castellanza (Varese), sua amica ed ex vicina di casa, scomparsa da casa il 30 luglio. Il suo corpo decapitato era stato rinvenuto nel suo orto il 12 settembre scorso. Era stato lo stesso Clericò a indicare agli investigatori dove scavare. L'uomo ha confessato l'omicidio al pm Nadia Calcaterra e ai Carabinieri. Ha raccontato di aver ucciso Marilena Re da solo, con alcuni utensili l'avrebbe poi decapitata. Il reo confesso non ha tuttavia chiarito il movente dell'omicidio, né il motivo per cui la donna lo avrebbe seguito sulla propria autovettura. L'uomo fino ad ora aveva sempre parlato del coinvolgimento di altre persone nel delitto, affermando di aver solamente occultato nel suo orto il cadavere della 58enne. Per questo gli investigatori stanno compiendo approfonditi accertamenti circa la veridicità della sua confessione e l'eventuale coinvolgimento di altre persone.

20:08Salvini, pronto a fare premier, anche squadra è pronta

(ANSA) - ROMA, 19 SET - "Sì, non vedo l'ora che gli italiani possano tornare a votare, io sono pronto ed anche la squadra è pronta". Lo afferma il leader della Lega Nord Matteo Salvini a Porta a Porta alla domanda se il leader del centrodestra sarà quello più votato dagli elettori.

19:58Haniyeh annuncia, ‘sciolto il governo di Hamas a Gaza’

(ANSAmed) - GAZA, 19 SET - ''Non solo abbiamo emesso un comunicato per annunciare lo scioglimento del Comitato amministrativo a Gaza, ma abbiamo anche preso misure di fatto ed il Comitato amministrativo non opera più": lo ha affermato oggi, secondo la agenzia Maan, il leader di Hamas, Ismail Haniyeh, al ritorno a Gaza dopo intense consultazioni in Egitto che hanno spianato la strada ad una riconciliazione con al-Fatah. Haniyeh ha quindi aggiunto che i rappresentanti del governo dell'Anp di Rami Hamdallah "sono i benvenuti a Gaza". Con il termine di 'Comitato amministrativo' Haniyeh si riferiva al 'governo ombra' messo a punto a Gaza alcuni mesi fa da Hamas in aperta polemica con il presidente dell'Anp Abu Mazen, che aveva replicato a sua volta con una serie di sanzioni.

19:56Yamaha “Rossi migliora, domani altri esami medici”

(ANSA) - ROMA, 19 SET - Migliora il feeling di Valentino Rossi con la YZF-R1M durante il secondo giorno di test a Misano. Lo rende noto il team Yamaha Movistar, con il quale Rossi corre in MotoGp. Una "decisione definitiva" sul suo tentativo di competere nel Gran Premio di Aragon verrà presa domani dopo un ulteriore esame medico. Durante le due ore di test privati, Rossi ha completato 20 giri, afferma ancora Yamaha. Al termine, ne ha tratto "una sensazione migliorata ed un'impressione più positiva rispetto a ieri". Domani il pilota sarà sottoposto ad un esame medico - per verificare il progresso positivo della riabilitazione condotta nella sessione di oggi - dopo di che, informa sempre il team, prenderà una decisione definitiva sul suo tentativo di partecipare al Gran Premio di Aragon.

Archivio Ultima ora