Serie A: Napoli-show e Juve sorniona, ora è fuga vera

Pubblicato il 20 settembre 2017 da ansa

Jose Maria Callejon dopo il gol dell’1-2.
ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA. – Un Napoli scoppiettante e una Juve sorniona restano da sole in testa alla Serie A, approfittando della frenata bolognese dell’Inter. E’ una fuga che anticipa una sfida che durerà mesi: da un lato la squadra di Sarri che in 5′ segna tre gol, ribaltando il vantaggio della Lazio all’Olimpico con una dimostrazione straordinaria di forza, dall’altra il gruppo di Allegri che capitalizza un gol di Mandzukic per tenere a bada un’ottima Fiorentina.

Nel primo turno infrasettimanale ricco di gol pone i presupposti di una rimonta la Roma di Di Francesco che fa poker a Benevento, sfruttando la vena di un super Dzeko (due gol e due legni), mentre con due rigori il Milan fa fuori la Spal. Salgono Atalanta e Torino con una goleada contro il Crotone e una vittoria esterna a Udine. Matri trascina il Sassuolo al successo a Cagliari, pari a Verona e Genova.

Impressionante la progressione del Napoli che sonnecchia nel primo tempo in cui va sotto per una conclusione di De Vrij su assist di Immobile e con Hamsik che colpisce due pali, uno nella sua porta. Ma i ko di Bastos e De Vrij costringono Inzaghi a improvvisare una difesa con Basta e Leiva.

Per il Napoli è una pacchia: Koulibaly, Callejon e Mertens con un pallonetto alla Maradona zittiscono l’Olimpico, poi Jorginho su rigore fissa il 4-1. Sarri si prende tre punti fondamentali, mostrando un’armonia offensiva straripante. Per i partenopei, alla decima vittoria di fila, sono 19 i gol segnati in 5 partite. Per la Lazio, che termina in 10 per l’infortunio di Basta, una battuta d’arresto con molte attenuanti che nulla toglie alla sua stagione maiuscola.

Ci vuole il mestiere e il carattere per consentire alla Juventus di superare una Fiorentina in costante crescita. I bianconeri, con molte assenze, vanno in difficoltà per la fresca vena dei giovani viola. Poi, un errore difensivo di Gaspar consente a Mandzukic di sfruttare un bel cross di Cuadrado. I viola restano poi un 10 per un doppio giallo di Badelj e, anche senza le prodezze di Dybala e con un Higuain col freno a mano, arrivano tre importanti punti per Allegri.

Prende sostanza la Roma che non fa mai l’errore di mollare il pallino del gioco e, al di là degli evidenti limiti del Benevento (10 gol subiti in quattro giorni), dimostra che sta assimilando gli schemi offensivi di Di Francesco. Ottimo innesto di Gonalons, Kolarov e Bruno Peres spingono a tavoletta, ma la differenza la fa ancora Edwin Dzeko due gol, due pali e due autoreti avversarie per non fargli arrivare il pallone a botta sicura. I campani non riescono mai a fermare il possesso palla romanista, la Serie A sembra per loro un sentiero impervio.

Due rigori di Rodriguez e Kessiè spianano la strada al Milan che trova parecchie difficoltà contro una Spal combattiva. Kalinic procura un rigore, Andrè Silva non trova spunti apprezzabili, ma Montella si gode il quarto posto in classifica.

I rossoneri precedono la rinata Atalanta di Gasperini alla 300/a panchina che strapazza 5-1 il malcapitato Crotone: show bergamasco con Petagna, Caldara, Ilicic e una doppietta di ‘Papu’ Gomez, mentre i calabresi trovano il primo gol della stagione col giovane Tumminello, scuola Roma.

Il Torino prepara nel migliore dei modi il derby con una vittoria per 3-2 a Udine. Emozioni, prodezze e qualche errore ma i friulani non riescono a rimediare a un errore di scuffet e a un’autorete di Halfredsson. Importante e meritata vittoria del Sassuolo a Cagliari: fa tutto l’ex Matri: un gol annullato, un rigore sbagliato e uno trasformato.

Il Chievo agguanta alla distanza il Genoa che rimane invischiato nella lotta per non retrocedere. Ma non c’è tempo per i rimpianti, nel fine settimana di nuovo tutti in campo.

Ultima ora

14:32Calcio: Oddo, non sarà l’Inter vista col Pordenone

(ANSA) - UDINE, 15 DIC - "Scordatevi la gara con il Pordenone". Il tecnico dell'Udinese Massimo Oddo, che domani andrà a fare visita all'Inter, non vuole fare paragoni con l'impresa sfiorata in settimana in Coppa Italia dai 'ramarri'. "Il Pordenone ha fatto una partita eccezionale. Complimenti a Leo Colucci. Ma quella - rimarca - è un'altra situazione. Sarà un'altra gara. E' un'altra squadra, un'altra impostazione, un altro approccio alla gara. Domani sarà difficile, affrontiamo la prima della classe. Andiamo a Milano con gran rispetto, consapevoli di affrontare una delle squadre più in forma del campionato. Ma ci sono sempre tre punti in palio". Oddo avrà a disposizione Lasagna, Perica e Behrami. "Tutti convocati e disponibili, anche se Behrami non ha ancora i 90' nelle gambe", precisa il tecnico che dovrà rinunciare a Samir e Angella.

14:32Maltempo: circolazione treni ferma alle porte di Sassari

(ANSA) - CAGLIARI, 15 DIC - Circolazione dei treni ferma nel Nord Sardegna a causa del maltempo, che sta colpendo l'Isola con abbondanti piogge e forte vento. Dalle 12:20 è bloccata la linea ferrata tra Sassari e Scala di Giocca, alle porte del capoluogo turritano. I convogli, infatti, non possono transitare a causa dell'allagamento di un tratto di quattro chilometri: attualmente non ci sono treni fermi sulla linea, ma solo un convoglio che è rimasto nella stazione di Sassari. Trenitalia sta verificando la possibilità di prevedere autobus sostitutivi per i passeggeri rimasti nelle stazioni. (ANSA).

14:29Di Maio, Boschi è un conflitto di interesse vivente

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Il fatto che Boschi, che era ed è parte potente del governo, si fosse premurata in quegli anni di andare da Unicredit o da Consob per occuparsi della banca del padre è deplorevole ed è conflitto di interesse". Lo ha detto Luigi Di Maio a Radio anch'io, su RadioRai1. "E' come sparare sulla Croce Rossa - ha aggiunto - non è un ministro ma un conflitto di interesse vivente".

14:25Abusa della figlia di 5 anni, arrestato

(ANSA) - GROSSETO, 15 DIC - Un uomo di 40 anni è stato arrestato nella zona sud della provincia di Grosseto dove vive in flagranza per abusi sessuali sulla figlia di cinque anni. La notizia è riportata oggi dai giornali locali. L'uomo, da quanto si è appreso, è stato denunciato dalla moglie. I carabinieri hanno sistemato nell'abitazione dell'uomo delle telecamere nascoste: una volta visionato i video che riprendono l'uomo durante gli atti sessuali che uno degli investigatori ha definito "pesantissimi" è scattato il blitz che ha condotto all'arresto. Il padre è stato prelevato dai carabinieri e davanti al gip Marco Mezzaluna, durante l'interrogatorio di garanzia, avrebbe ammesso gli addebiti.(ANSA).

14:19Sci: cdm, interrotto per nebbia superG Val Gardena

(ANSA) - Val Gardena (Bolzano ), 15 dic - Il superG di cdm della Val Gardena è stato interrotto momentaneamente per l'arrivo di un banco di nebbia sulla parte centrale della pista Saslong, nella zona delle curve della Ciaslat. L'interruzione è arrivata dopo la discesa dell'undicesimo atleta e cioè dell'azzurro Dominik Paris che ha chiuso in ritardo.

14:16Lavrov, Usa interferiscono regolarmente in elezioni Russia

(ANSA) - MOSCA, 15 DIC - Gli Stati Uniti interferiscono "regolarmente" nelle elezioni russe e l'ambasciata americana a Mosca lo fa in modo "particolare". Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov citato dalla Tass. "Il presidente Vladimir Putin ha menzionato ripetutamente esempi concreti in questo senso, compresa la partecipazione dei diplomatici Usa alle manifestazioni dei partiti di opposizione", ha detto Lavrov intervenendo al Consiglio della Federazione. La Russia, ha sottolineato, non ha alcuna intenzione "di agire in questo modo", sia per ragioni morali che di pura pragmatica. "Non credo che avremmo beneficio a vedere grandi paesi sprofondare nell'abisso delle rivoluzioni interne".

14:15Calcio: Atletico Madrid, Simeone apre ad addio Griezmann

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Se un giocatore come Griezmann mi dice che vuole andarsene, non avrò problemi": il tecnico dell'Atletico Madrid, Diego Simeone, in un'intervista a L'Equipe apre all'uscita dell'attaccante francese. "Può andare via, come hanno fatto a loro tempo Diego Costa o Arda Turan. Non sono un ingrato", ha detto il 'Cholo' aggiungendo che Griezmann "ha bisogno di un gioco d'attacco. Io adoro guardare i miei giocatori crescere e se uno di loro arriva e mi dice che ha un'opportunità unica di giocare in una certa squadra, se so che lui ha fatto tutto il possibile per me, come è il caso di Griezmann, dirò che non c'è un problema. So che ha bisogno di crescere", ha concluso Simeone.

Archivio Ultima ora