Arrivano 10 milioni di medicine ma non sono sufficienti

Medicine, ancora insufficienti
Medicine, ancora insufficienti

 

Caracas.- La Viceministro di Recursos, Tecnologia e Regulación del Ministero della Sanità, Linda Amaro, ha informato che sono arrivati al paese 10 milioni di medicine. Da Maiquetia, la Amaro ha annunciato che sono arrivati antibiotici e farmaci per pazienti che soffrono di ipertensione e malati mentali.

Tuttavia, il presidente della Federazione Farmaceutica del Venezuela, Fefarven, Freddy Ceballos, ha assicurato che non sono sufficienti.

Da parte sua, Amaro ha informato che è stato fatto tutto il possibile perché le medicine arrivassero proprio come “ha voluto il Presidente Maduro.” E ha aggiunto che se ne aspettano altrettanti per “soddisfare le necessità dei venezuelani.”

Ma Ceballos insiste che malgrado gli sforzi del governo la scarsità di medicine vige tuttora. C’è ben un 85% di insufficienze nel paese e non sono arrivati antibiotici adatti ai bambini. Similmente, da 740 milioni di unità si è scesi a 264 milioni. Quindi si producono illeciti nel commercio dei farmaci perché sono quasi introvabili.

Medicine, non c’è valuta estera disponibile

E Ceballos spiega che le medicine scarseggiano perchè non c’è valuta estera disponibile (dollari) per potere importare la materia prima necessaria alla produzione nazionale. Il governo ha decretato la morte dell’industria nazionale. “Non capisce che importare è molto più costoso che produrre nel paese” ribadisce Ceballos, “Arriveremo ad una crisi del farmaco se andiamo avanti così.”

Nessun governo al mondo annuncia l’arrivo di medicine

E anche Francisco Valencia, Presidente di Codevida, Coalizione di Organizzazioni per il Diritto alla Salute e la Vita, punta il dito contro il governo. Valencia crede che, al pubblicizzare l’arrivo di medicine in un paese, si sta ammettendo che esiste un problema. Secondo il Presidente di Codevida, i farmaci non saranno sufficienti per i 3 milioni di ipertesi che sono nel paese. Funzioneranno al massimo per tre mesi di terapia.

“Il governo non ha spiegato bene che quantità di farmaci è arrivata” ha detto Valencia. E aggiunto che “Lo scopo del governo è soprattutto politico, per dire al paese che stanno attaccando la crisi della salute.”

Perciò il governo “sta sentenziando a morte la gente se non cambia di politica.” Ha concluso Valencia.