Rafael Lacava: l’uomo del  governo per il Carabobo

Il connazionale Lacava, ex ambasciatore del Venezuela in Italia, non solamente è candidato a governatore nelle prossime elezioni ma è anche stato nominato “Autorità Planipotenziaria” per lo Stato Carabobo.
Il connazionale Lacava, ex ambasciatore del Venezuela in Italia, non solamente è candidato a governatore nelle prossime elezioni ma è anche stato nominato “Autorità Planipotenziaria” per lo Stato Carabobo.
Il connazionale Lacava, ex ambasciatore del Venezuela in Italia, non solamente è candidato a governatore nelle prossime elezioni ma è anche stato nominato “Autorità Planipotenziaria” per lo Stato Carabobo.
Il connazionale Lacava, ex ambasciatore del Venezuela in Italia, non solamente è candidato a governatore nelle prossime elezioni ma è anche stato nominato “Autorità Planipotenziaria” per lo Stato Carabobo.

CARACAS.-  Rafael Lacava è senza dubbio l’uomo del governo per il Carabobo. Non solamente è candidato a governatore nelle prossime elezioni ma è anche stato nominato “Autorità Planipotenziaria.”  Incarico di responsabilità che impegnerà Lacava per riattivare l’economia depressa di uno stato che, nel passato, è stato molto produttivo specialmente nel settore industriale.

La nomina di Lacava  è stata voluta da Maduro e il Vicepresidente Tareck El Aissami l’ha resa pubblica durante un incontro realizzato in Valencia tra imprenditori della zona. In questa riunione, il Vicepresidente ha attivato una “Zona Speciale di Sviluppo Economico” che sarà guidata, appunto, da Lacava.

Il candidato pensa che lo stato non abbandonerà il “settore privato che crede nel ricupero del paese.” E, secondo lui, nella veste del suo nuovo incarico, farà di “tutto” per aiutare il privato a riattivarsi.

“Senza distinguo tra posizioni politiche”, ha tenuto a chiarire.

“Crediamo fermamente a questo, e senza ombra di dubbio, crediamo a chi vorrà lavorare per questo paese e questo stato.” E, rivolgendosi agli imprenditori presenti, ha ribadito che conteranno su un “umile servitore” che non farà distinzioni tra posizioni politiche e culturali perché lui crede nell’inclusione.

“Vogliamo un Carabobo attivo e un parco industriale che aiuti l’economia nazionale. Per questo contiamo su di voi, e abbiamo bisogno del vostro appoggio” ha espresso Lavaca davanti al gruppo di imprenditori che l’ascoltavano.

E  si sente anche  sicuro di vincere le elezioni del 15 ottobre come Governatore. A questo riguardo ha ribadito che Carabobo avrà un nuovo “capitano” attento ad ogni bisogno dello stato.

Secondo il candidato, e Autorità Plenipotenziaria, la fiducia della gente si acquista con il tempo. Lacava garantisce per il prossimo incontro tra un anno che il morale e la fiducia degli imprenditori saranno molto migliorati.

Finalmente, non ha risparmiato parole riguardo gli eventi violenti che sono accaduti in Carabobo durante i mesi di proteste.

E spera che si raggiunga “l’unità nazionale” e che si impedisca il ritorno della violenza e l’odio, che ha attribuito a fattori estremi dell’opposizione.